Presentato a Roma il progetto Miss Chef  2019

By 7 Giugno 2019Food & Wine

Si è svolta nella mattinata di ieri presso il Ristorante Baaria a due passi da Piazza Cavour la conferenza stampa di presentazione della 7° edizione di Miss Chef 2019, il format ideato e diretto dalla giornalista e autrice Mariangela Petruzzelli.

Di Andrea Cavazzini

Una conferenza che ha visto una larga partecipazione non solo della  stampa ma anche di artisti e personalità del mondo  Eno-gastronomico e culturale in qualità di  relatori  come lo stesso Chef e proprietario del Baaria  Antonino Di Carlo, Andy Luotto attore, scrittore e chef, per l’occasione in qualità  di presidente della giuria tecnica, Leonardo Metalli giornalista e caporedattore del TG1,  Liberato Minenna presidente dell’Expo Universale 2019, oltre alla presenza istituzionale dell’incaricata d’affari presso l’ambasciata della repubblica dominicana, Camilo Garcia,  la  presidente della Camera di Commercio dello Sri Lanka in Italia dottoressa Kanthie De Silva con la quale sono stati avviati dei progetti per l’expo universale del 2020 a Dubai, e il professore Salameh Ashour, docente di cultura islamica.

Diversi gli appuntamenti che vedranno questa gara itinerante che è un vero progetto multiculturale  a partire da sabato  8 giugno  presso il  ristorante della Main Street di Cinecittà World  dove si potrà ammirare il set ricostruito del film Gangs of New York  di Scorsese, per proseguire con la capitale europea della cultura 2019 Matera, e poi ancora Campania, Piemonte, Malta fino alla città di  New York con la quale è stata avviato già da sei anni un gemellaggio che ha consentito  nel tempo di organizzare gare con gli chef americani nei ristoranti di Manhattan e di avviare un’Accademia di cucina  a Brooklyn. Ed  in ogni territorio dove Miss Chef “accenderà” i riflettori e i fornelli verrà eletta una Miss che valorizzerà il Made In Italy con  le sue eccellenze gastronomiche, ed ogni vincitrice verrà  fregiata del cappello e della fascia tricolore che vogliono  rappresentare simbolicamente una provocazione post femminista, perché sono donne brave e  vincenti in grado di dare una risposta concreta anche alla crisi economica.Tutto questo avrà un riverbero positivo di riuscire a creare in un circuito  virtuoso di nuove opportunità professionali attraverso la possibilità di fare rete.


Miss Chef è anche un format televiso su America Oggi  un canale televisivo rivolto agli italo- americani e sara presente anche con un appuntamento radiofonico a New York dall’8 giugno attraverso un collegamento con Toni Pasquale dalle 10 di mattina.

A Roma la gara vedrà impegnate 4 donne di 4 nazionalità diverse: Italia India, Repubblica Dominicana e Libia che nonostante sia una terra martoriata dalla guerra ha creduto fermamente in questo progetto come possibilità di trasformarsi in  messaggere di pace. E non si può parlare di famiglia senza parlare di donne perché Il valore delle donne delle “mater familias” rimane quello di consigliera morale, di custode dei valori civici, di esempio che sprona all’affermazione non solo di se stessa ma anche dei propri figli.

Ed è per questo che MISS CHEF ha sostenuto e continua a sostenere l’associazionismo femminile e non solo e comunque tutte quelle realtà impegnate nella tutela delle donne e dei diritti dell’uomo  come per per esempio LIBERE DONNE e la LIDU.

Andy Luotto  nel suo intervento ha espresso Il piacere di lavorare con le donne,  mettendo in luce l’esistenza di un movimento di donne chef di grande valore, perché  la donna in quanto tale  ha  un rapporto più stretto con la terra, conosce meglio i prodotti,  la filiera  e tutto questo si traduce in un’attenzione in più  in cucina, anche con la preparazione di piatti molto semplici e di assoluta qualità.

Liberato Buttaroni organizzatore di eventi internazionali, con l’Expo Universale si propone di riunire le varie culture, le diverse associazioni, socializzare e condividere percorsi importanti anche attraverso l’eccellenza dell’arte culinaria spendersi nel promuovere lo splendore e il fascino della propria cultura. In due anni sono stati promossi tantissimi eventi, una vetrina internazionale che ha rappresentato un contenitore di oltre 30 brand di successo.

Leonardo Metalli, giornalista del tg1, profondo conoscitore della realtà americana, ideatore di tanti reportage sui nostri connazionali negli Stati Uniti e Presidente di “Mad for Italy” un’associazione che non solo rappresenta da alcuni anni il meglio del nostro Paese a New York, ma che aiuta soprattutto i giovani talenti italiani a farsi conoscere in America. Perché il Made in Italy sostiene Metalli, purtroppo non è più sinonimo di successo, ne garanzia di qualità, vista l’infausta tendenza a “taroccare” il buon cibo italiano con marchi spesso improponibili dal nome cacofonico: Dal Parmesan al Prosquitto!!.

Infine anche la musica con la presenza di Morena Rosini storica componente dei Milk & Coffee ma anche voce di Radio Italia anni ’60, per sua ammissione poco attratta dai fornelli pur rimanendo una buona forchetta, che nell’ambito di Miss Chef 2019 si occuperà di “The Best Voice in the World” una grande festa dove si esibiranno giovani voci attraverso un percorso di pre selezioni fino alla finale di sabato 8 al teatro 1 di Cinecittà World oltre a “Siddharta” un vero e proprio musical scritto e diretto dalla stessa Mariangela Petruzzelli forte di un cast di 40 giovani che sarà in scena il 16 giugno presso il Teatro Uno e che  girerà l’Italia con tappa anche a Roma al Teatro Brancaccio a dicembre.

Lascia un commento