Pioggia di stelle all’evento Women for Women against violence

By 4 ottobre 2015Italia

Applausi per il cortometraggio sul tumore al seno “Segni” di Agnese Rizzello. Assegnato il Premio Camomilla a Lavinia Biagiotti, Rita Dalla Chiesa, Fiordaliso, Rosanna Banfi, Patrizia Mirigliani, Maria Concetta Mattei


GIULIA MONTANARINI - MASSIMILIANO BUZZANCA - ANNARITA CAMMARATA E GIORGIA TRASSELLI, 4 ottobre 2015 – Pioggia di stelle al per l’evento “” che, pur affrontando un argomento difficile che accosta la violenza di genere a quella di un tumore al seno, ha visto una massiccia partecipazione di pubblico che è andata ben oltre le aspettative degli organizzatori. Patrocinata dalla Presidenza del Consiglio Regionale del Lazio, dalla Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli – Università Sacro Cuore, da Susan G. Komen – per la lotta ai tumori del seno e da Iris , la serata, ideata e organizzata da e , e presentata da Emma d’Aquino ed Alessandra Canale è nata per sostenere lo sviluppo delle attività delle onlus Beautiful After Breast Cancer Onlus Italia, presieduta dalla Prof.ssa Marzia Salgarello, Responsabile del Reparto di Chirurgia Plastica, Fondazione Policlinico Universitario A.Gemelli – Università Cattolica del Sacro Cuore, e D.i.Re (Donne in Rete contro la Violenza), Presieduta dall’Avv. Titti Carrano. Grande successo della presentazione in anteprima nazionale del cortometraggio sul tumore al seno “Segni”, firmato dalla giovane e talentuosa regista Agnese Rizzello.  Il docufilm è nato dalla voglia di raccontare delle storie di dolore nella fase di “rinascita”. Protagoniste del delicato racconto sono tre donne (Arianna Stabile, e Monica Periccioli), e una narratrice, Rita Dalla Chiesa, che raccoglie la loro testimonianza su come hanno affrontato la violenza psicofisica del tumore al seno, il tutto con le incursioni e la colonna sonora del brano di Fiordaliso “Il Sole dentro” tratto dal suo nuovo album Frikandò. Nelle loro storie, in chiave di conversazione/confessione, scopriamo quello che le donne raramente dicono: il percorso che hanno dovuto affrontare (o che stanno affrontando), spesso da sole, per superare la dirompente violenza che il cancro esercita sul loro corpo, sulla loro mente e sulla loro vita. A chiusura dell’evento la consegna del “Premio Camomilla – Women for Women” (il fiore di camomilla in fitoterapia rappresenta la forza e il coraggio nei momenti difficili, e viene anche utilizzata in natura con un nobile scopo: travasandola accanto a piante malate, ha il potere di rinvigorirle). Il riconoscimento, appositamente realizzato dal maestro orafo Michele Affidato, è stato assegnato, per l’impegno nel sociale e nelle campagne di sensibilizzazione, a Rosanna Banfi, Maria Concetta Mattei (Tg2), Lavinia Biagiotti, Rita Dalla Chiesa, Marina Fiordaliso, Patrizia Mirigliani, Titti Carrano (Presidente Donne in Rete contro la Violenza), Flori Degrassi (Presidente Associazione Nazionale Donne Operate al Seno), Agnese Rizzello, Giuliana Di Carlo (Presidente Un Lago di Donne), alle due presentatrici Alessandra Canale e Emma D’Aquino, e alla giovane Lucrezia Federico. Sono intervenuti: Enrico Zampedri (Direttore generale Fondazione Policlinico Gemelli), Rocco Bellantone (Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore), Giovanni Scambia,Direttore Dipartimento per la Tutela della Salute della Donna e Direttore del Polo Donna del Policlinico Gemelli, Riccardo Masetti, Direttore del centro integrato di senologia del Policlinico A. Gemelli e Presidente Susan Komen Italia, e Adriana Cordova (Professore ordinario di chirurgia plastica dell’Università di Palermo). Tra gli ospiti: Giulia Montanarini, Clarissa Burt, Monica Setta, Giorgia Trasselli, Daniela Martani,Barbara Carniti e Massimiliano Buzzanca.

Lascia un commento