Connect with us

Ambiente & Turismo

Personaggio dell’anno, 192mila votanti

Published

on

Tempo di lettura: 4 minuti

Metà sondaggio, ed è già quasi record

A poche migliaia di votanti dal record dell’anno scorso (197mila), con ancora circa un mese a disposizione per votare, la 10ª edizione del sondaggio sta superando ogni aspettativa, dimostrando un format ormai consolidato, nonché punto di riferimento per i settori di accoglienza e ristorazione. Al momento sono circa 100mila i votanti in più in questa edizione rispetto allo stesso periodo di quella passata, un record che dimostra come questo10° sondaggio del Personaggio dell’anno dell’accoglienza e della ristorazione, sostenuto dai main sponsor Grana PadanoPentole Agnelli e Trentodoc, stia avendo successo.

Oltre al senso di appartenenza che il format ideato dal network Italia a Tavola garantisce, indubbiamente anche le novità introdotte avranno stimolato più curiosità nel pubblico e quindi più affluenza di votanti: dalla ripartizione della categoria “Cuochi, Pizzaioli e Pasticceri” in tre categorie singole, così da dare risalto al lavoro di ciascuna di queste professioni, fino all’introduzione – in via del tutto eccezionale per celebrare la 10ª edizione – della categoria “Campioni”, nata per valorizzare chi nel corso di un decennio, tra i vincitori del sondaggio dal 2008 ad oggi, ha portato avanti con costanza ed etica la propria professione.

Il numero di voti che continua ad aumentare e le giuste verifiche da effettuare, così da assicurare correttezza sia ai candidati che ai loro sostenitori, hanno addirittura creato qualche difficoltà al sistema. Italia a Tavola si impegna costantemente a garantire l’affidabilità delle operazioni di voto evitando di disperdere le preferenze regolarmente attribuite.

E proprio a causa dell’affluenza sempre più alta di clic, nonché dell’indubbio valore dei nomi candidati, le classifiche variano ad una velocità quasi incalcolabile: dall’inizio del sondaggio ad oggi le prime posizioni di tutte le categorie (tranne quella dei Pizzaioli e per la maggior parte del tempo quella dei Cuochi) hanno costantemente subito variazioni. Buona la presenza di “quote rosa” sul podio delle varie classifiche.

Nella sezione “Cuochi” ha preso il volo Antonino Cannavacciuolo con oltre 15mila preferenze. Ormai costante nella top three il presidente Fic Rocco Pozzulo, che però ha uno scarto dalla prima posizione di quasi 4mila voti (un bel salto da compiere, ma c’è ancora un mese di tempo). Carlo Cracco è momentaneamente in terza posizione, ma non dimentichiamo che negli scorsi giorni si sono alternati a lui altri grandi nomi come Massimo Bottura, Bruno Barbieri e Davide Scabin.

I “Pizzaioli” fanno eccezione rispetto a tutte le altre categorie: sembra infatti che le prime due posizioni siano cristallizzate e, anzi, continuino entrambe a crescere nei voti a ritmi serrati.Giuseppe Vitiello, vincitore nel 2017 del secondo contest #pizzaUnesco (ancor più significativo visto il riconoscimento ottenuto giusto il mese scorso dall’Arte dei pizzaiuoli napoletani dalla Commissione Unesco) è fisso in prima posizione, seguito a ruota dal noto professionista Gino Sorbillo. Terzo al momento è Ciro Oliva, ma Marzia Buzzanca, membro Euro-Toques, gli sta alle costole. Teresa Iorio, terza fino a pochi giorni fa, è calata in sesta posizione, preceduta dai fratelli Salvo.

Nella sezione “Pasticceri” i colpi di scena non sono mancati. Primo ad oggi è il Maestro, nonché fondatore AMPI-Accademia Maestri Pasticceri Italiani, Iginio Massari, seguito da chi, diversi giorni fa, era primo al suo posto, vale a dire il pasticcere Damiano Carrara, toscano trapiantato a Los Angeles, diventato celebre in Italia grazie al suo ruolo di giudice nel talent “Bake Off”. Francesca Speranza, Sugar Artist, dopo una volata sorprendente al primo posto, ha ripreso ad arretrare e ora si trova in terza posizione. Quarto è Roberto Rinaldini, con poco meno di 2mila voti di scarto dalla collega.

Passiamo ai “Maitre, Sommelier e Manager d’Hotel“. Prima in classifica è Sandra Ciciriello, una delle due anime, con la cuoca Viviana Varese (anche lei nel sondaggio, 10ª nella categoria Cuochi) di Alice Ristorante a Milano; la segue con oltre mille voti di differenza Luca Vissani, restaurant manager del bistellato Casa Vissani. Terzo (anche se primo fino a pochi giorni fa) Ezio Indiani, general manager del Principe di Savoia a Milano e presidente di Ehma.

Anche tra i “Barman” è una partita aperta. Prima al momento è Marina Milan, ormai veterana, insieme alla seconda in classifica Debora Cicero, del sondaggio Personaggio dell’anno. Terzo è Joy Napolitano, del Barber Shop di Roma. Due delle new entry di quest’anno, Christopher Rovella e Marvin Dondossola sono però all’inseguimento, pronti a riprendersi le prime posizioni da cui sono stati spodestati per poche centinaia di voti.

Mozzafiato anche la gara nella categoria “Opinion leader“, seconda sezione più votata tra le sette del sondaggio (facile immaginare quale sia la prima… quella dei Campioni). Al momento in testa, con oltre 2mila voti di scarto dal secondo, c’è Alessandro Borghese, volto noto del piccolo schermo, ora alle prese con il suo nuovo ristorante aperto a Milano. Patrizio Roversi, voce per eccellenza dell’enogastronomia italiana, lo insegue, lasciando indietro Valerio Braschi, vincitore lo scorso anno di MasterChef, dopo essere rimasto in prima posizione nelle settimane iniziali. Marco Bianchi gli è dietro di poco, insieme a Benedetta Parodi che è retrocessa da pochi giorni dal podio.

La nuova categoria, quella dei “Campioni“, è al momento la più votata, con un numero di votanti superiore ai 109mila. E a dimostrazione che durante il sondaggio Personaggio dell’anno tutto può cambiare, il barman Danny Del Monaco, primo in classifica all’inizio del sondaggio, è ora fuori dalla top ten. Attualmente primo, grazie anche al suo entusiasmo per l’iniziativa e alle tante condivisioni sui social, è Chef Rubio, che si attesta attorno ai 20mila votanti; appena dietro, il vincitore dell’anno scorso, il “re del cioccolato” Ernst Knam. Terza, con molti voti in meno rispetto al secondo in classifica (circa 6mila), la cuoca, scrittrice e blogger Sonia Peronaci.

Print Friendly, PDF & Email