Diritti umaniMondoPrimo piano

Parigi: il filosofo ebreo Alain Finkielfraut insultato per strada da antisemiti

By 17 Febbraio 2019 No Comments

Ad ingiuriare l’intellettuale sono stati alcuni gilet gialli. In Francia aumentano gli atti discriminatori contro la comunità ebraica.

«Auschwitz è fuori di noi, ma è intorno a noi. La peste si è spenta, ma l’infezione serpeggia»- ha detto Primo Levi. Le parole dello scrittore e poeta ebreo sembrano riecheggiare in queste ore, dopo il grave episodio di antisemitismo di cui è stato vittima il filosofo francese ebreo Alain Finkielkraut. Quest’ultimo passeggiava nella sua città, Parigi, quando un gruppo di gilet gialli lo ha raggiunto per rivolgergli offese antisemite: «Vattene sporco sionista di merda, la Francia è nostra, il popolo ti punirà». Non è la prima volta che  Finkielkraut riceve ingiurie del genere, come ha riconosciuto lui stesso. Il filosofo è inviso a gran parte della comunità islamica francese per aver espresso pubblicamente il suo sostegno ad Israele e aver denunciato la “radicalizzazione dei musulmani di Francia”.

L’ “odio assoluto” di cui è stato vittima  Finkielkraut è una conseguenza, secondo l’intellettuale, del crescente antisemitismo in Francia che, l’anno scorso, ha causato “un aumento degli atti discriminatori contro gli ebrei del 74%”. «Gli insulti antisemiti di cui è vittima  Alain Finkielkraut sono la negazione assoluta di quello che fa di noi una grande nazione- ha detto il presidente francese Emmanuel Macron, che ha espresso solidarietà al filosofo, nato a Parigi 69 anni fa. Dopo la caduta di Hitler, la Francia ha dato rifugio a migliaia di profughi polacchi di religione ebraica. Tra loro c’erano anche i genitori di Alain Finkielkraut, i quali, dopo essere sopravvissuti agli orrori del campo di concentramento di  Auschwitz, sono fuggiti in Francia. A quasi settant’anni da allora, la Francia rivive un’ondata di antisemitismo che trova ispirazioni nelle memorie del nazismo. Giorni fa sulla vetrina di un ristorante di Parigi è comparsa la scritta “juden” (ebrei, in lingua  tedesca).



Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com