Connettiti con noi

Food & Wine

Orii del Lazio: 5 olivicoltori della provincia di Latina tra i Capolavori del Gusto

redazione

Pubblicato

il

Sono 5 le aziende olivicole della provincia di Latina premiate alla XXVIII edizione del Concorso regionale “Orii del Lazio – Capolavori del Gusto”

Sono 5 le aziende olivicole della provincia di Latina premiate alla XXVIII edizione del Concorso regionale “Orii del Lazio – Capolavori del Gusto”, la pre-selezione regionale per il concorso nazionale “Ercole Olivario”, promossa ed organizzata da Unioncamere Lazio, con il supporto tecnico di Agro Camera e la collaborazione delle Camere di Commercio del Lazio. I vincitori sono stati annunciati mercoledì 31 Marzo a Roma, presso il Tempio di Adriano, in occasione della cerimonia conclusiva tenutasi in videoconferenza dalle ore 11:00.

Ecco i pontini vincitori:

Categoria Colline Pontine D.O.P.

Fruttato intenso: 1^ Azienda Agricola Lucia Iannotta Bio (Sonnino), che si è aggiudicata altresì i riconoscimenti in palio sia nella Sezione Olio ad Alto Tenore di polifenoli e tocoferoli e nella Sezione Olio Monovarietale; 2^ Azienda Agricola Cosmo Di Russo (Gaeta). Menzione speciale: Azienda Agricola Alfredo Cetrone Bio (Sonnino) e Azienda Agricola Paola Orsini Bio (Priverno).

Fruttato medio: 1^ Azienda Agricola Casino Re di Coletta Filomena (Sonnino) che si è aggiudicata anche il premio Migliore confezione Tonino Zelinotti.

Nella sezione Olio Biologico: 1^ Azienda Agricola Paola Orsini Bio (Priverno).

Per il Presidente del CAPOL Luigi Centauri – “il risultato ottenuto al concorso regionale dalle aziende pontine conferma quanto emerso dalle analisi organolettiche condotte nell’ambito del Concorso provinciale “L’Olio delle Colline”. Olivicoltori e frantoiani pontini, anche quest’anno, nonostante l’emergenza pandemica, hanno dimostrato una crescente professionalità nella scelta migliore dell’epoca di raccolta e dei parametri tecnologici più adeguati in funzione della varietà autoctona itrana e dello stato di maturazione delle olive. Questa attenzione ha permesso di ottenere un aumento del contenuto in sostanze fenoliche negli oli, con conseguente accentuazione delle note di amaro e piccante, che corrispondono anche ad un miglioramento dell’aspetto salutistico grazie alla maggiore concentrazione di antiossidanti”.

Lascia un commento
Print Friendly, PDF & Email

Categorie