Connect with us

Salute

Non solo covid: Giornata mondiale contro il cancro 2022

Published

on

Tempo di lettura: 2 minuti

Ogni giorno in Italia si scoprono circa 1.000 nuovi casi di cancro. Le cifre presentate dall’Associazione italiana registri tumori (AIRTUM) parlano di una malattia socialmente importante, ma anche dei progressi avvenuti nel tempo grazie alla ricerca.

di Dario De Camillis

Oggi 4 febbraio 2022 è la giornata mondiale contro il cancro, giunta alla sua ventiduesima edizione.

Tale iniziativa, promossa dall’Union for international cancer control con il sostegno dell’Organizzazione mondiale della sanità, ha lo scopo di sensibilizzate la consapevolezza nei confronti di questo male.

Si evince dal sito dell’AIRC che i risultati di un’indagine condotta in 19 anatomie patologiche italiane ha mostrato nel 2020 riduzioni, rispetto all’anno precedente, del 12 per cento circa degli interventi chirurgici per tumore della mammella e del 13 per cento per quelli del colon-retto.

“I risultati di questa indagine fanno emergere, in generale e per entrambe le patologie, una diminuzione dei tumori in situ (meno 11 per cento per la mammella, meno 32 per cento per il colon-retto), caratterizzati da alte probabilità di guarigione, che può essere la conseguenza della temporanea riduzione degli screening oncologici nel 2020” ha specificato Anna Sapino, presidente di SIAPEC-IAP.

Si muore un po’ meno di cancro: una stima di 181.330 decessi nel 2021: 100.200 uomini e 81.100 donne, mostra un calo un calo di 1.870 morti rispetto al 2020.

I tassi di mortalità per tutti i tumori in Italia, nel 2021, sono decisamente più bassi rispetto alla media europea, e nel corso degli ultimi sei anni sono diminuiti del 9,7 per cento negli uomini e dell’8 per cento nelle donne.

Il Ministro Speranza, in un passaggio della prefazione alla pubblicazione “i numeri del cancro in Italia 2021, scrive: «Come è noto, lo scenario determinato dall’epidemia da SARS-CoV-2 ha causato un rallentamento nell’attuazione dei programmi di screening, soprattutto durante le fasi iniziali dell’emergenza. Ciò ha comportato effetti sulle diagnosi precoci di molte patologie, tra cui quelle tumorali. Per favorire il recupero delle prestazioni diagnostiche e terapeutiche, il Ministero della Salute ha promosso un finanziamento straordinario di circa mezzo miliardo, mettendolo a disposizione delle Regioni. Nel decreto-legge sostegni-bis la durata di tale intervento è stata estesa per tutto il 2021. È solo un primo passo. Serviranno ancora altre risorse.»

«Non dobbiamo abbassare la guardia e dobbiamo aumentare la prevenzione per una diagnosi precoce del cancro. La scienza che ha percorso la strada dei vaccini contro il Covid-19, sta esaminando se metodi simili possono essere utilizzati per addestrare il sistema immunitario a riconoscere e attaccare le cellule tumorali, impedendo la ricrescita. Un rapporto del Parlamento europeo ha evidenziato un dato sconfortante: un milione sono casi di cancro che non sono stati diagnosticati in Europa a causa della pandemia e cento milioni sono i test di screening mancati. Il tumore è la seconda causa di morte nel continente e la prima per i bambini che hanno più di un anno. È una battaglia che possiamo vincere». Lo dice la Presidente della commissione igiene e sanità di Palazzo Madama Annamaria Parente, in occasione della giornata mondiale contro il cancro.

Print Friendly, PDF & Email