Connect with us

Diritti umani

Nasce l’Osservatorio “Diritti Umani delle Attività Produttive” della Lidu onlus

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

Enzo Peluso nominato responsabile dell’Osservatorio “Diritti Umani delle Attività Produttive” della Lega Italiana dei Diritti dell’Uomo

La Lidu onlus – Lega Italiana per i Diritti dell’Uomo nomina Enzo Peluso responsabile dell’Osservatorio “Diritti Umani delle Attività Produttive”, che avrà il compito di promuovere e vigilare sul rispetto dei diritti umani nell’attività di impresa.

Ad annunciarlo è il presidente nazionale dell’associazione, Eugenio Ficorilli, che ha inviato a Peluso una lettera con la quale viene spiegato che «nel 2011 il Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite ha approvato all’unanimità i Principi Guida dell’Onu in tema di imprese e diritti umani (UN Guidelines Principles on business and human rights o UNGPs), evidenziando sia il dovere degli Stati di proteggere i diritti umani sia la responsabilità delle imprese di rispettarli».

Dai Principi Guida dell’Onu scaturisce il Regolamento Ue 2020/1998 e la Decisione 2020/1999 del Consiglio per la politica estera e di sicurezza comune adottati il 7 dicembre 2020 in materia di sostenibilità ambientale e rispetto dei diritti umani nell’attività d’impresa ed a fine gennaio la pubblicazione di una bozza di direttiva sulla “Corporate Due Diligence e Corporate Liability” da parte del Comitato degli Affari Legali del Parlamento europeo.

La proposta mira a promuovere comportamenti aziendali sostenibili e responsabili lungo le catene del valore globale. Le aziende svolgono un ruolo chiave nella costruzione di un’economia e di una società sostenibili. Saranno tenuti a identificare e, ove necessario, prevenire, porre fine o mitigare gli impatti negativi delle loro attività sui diritti umani, come il lavoro minorile e lo sfruttamento dei lavoratori, e sull’ambiente, ad esempio l’inquinamento e la perdita di biodiversità. Per le imprese queste nuove regole porteranno certezza del diritto e parità di condizioni. Per i consumatori e gli investitori forniranno maggiore trasparenza. Le nuove norme dell’UE favoriranno la transizione verde e proteggeranno i diritti umani in Europa e oltre.

Per questi importanti obbiettivi la decisione della Lidu onlus di istituire un Osservatorio, affidandone la conduzione a Enzo Peluso.

Imprenditore del settore assicurativo e finanziario, Enzo Peluso è da anni attivista e socio della Lidu, all’interno della quale ha ricoperto diversi ruoli direttivi. «È un incarico prestigioso che, peraltro, ben si sposa con il mio impegno professionale: cercherò di onorarlo nel migliore dei modi attraverso proposte, idee, iniziative concrete. Desidero ringraziare di vero cuore il presidente della Lidu, Eugenio Ficorilli, per aver pensato a me», commenta Enzo Peluso.

LEGGI ANCHE

1 Maggio 2022, Ficorilli: siamo peggiorati. La denuncia della Lidu onlus

Print Friendly, PDF & Email