Connettiti con noi

Arte & Cultura

Musica: quando la passione diventa professione grazie ai social

redazione

Pubblicato

il

Da quando i social network sono entrati a far parte della nostra vita, la comunicazione è completamente cambiata, si è evoluta ed è diventata alla portata di tutti.

Negli ultimi anni, sono tantissime le persone che sono riuscite ad emergere e a crearsi una vera e propria professione grazie a social come Facebook, Instagram e Youtube.

Non a caso, sono nate figure come gli Influencer e gli Youtuber, che guadagnano proponendo periodicamente contenuti ai follower dei propri canali social.

Il perfetto esempio di come investire nelle proprie passioni possa portare a realizzarsi e a costruirsi un futuro.

Il settore musicale è uno di quelli che maggiormente ha subito la spinta positiva del fenomeno social, tantissimi cantanti emergenti hanno raggiunto il successo grazie alla condivisione della propria musica.

Un’opportunità ulteriore è data dalle applicazioni di karaoke, con le quali chiunque può cimentarsi e dare libero sfogo alla propria passione.

Bastano uno smarpthone e un paio di cuffie per realizzare la propria performance canora con una qualità molto simile a quella che si otterrebbe in uno studio di registrazione.

Un vantaggio per chi vuole provare autonomamente a pubblicare dei contenuti, senza doversi rivolgere a forzatamente a degli esperti del settore.

Tra le tante app disponibili, quella più interessante è Smule, connubio tra app e social network, una sorta di enorme community in cui, tutti gli appassionati di karaoke possono proporre le proprie performance, oppure, collaborare tra di loro.

Le collaborazioni danno vita a duetti poi proposti all’interno della community, gli utenti possono decidere di aggiungere reaction e condividere le canzoni, aumentando la visibilità dei cantanti. Questo meccanismo porta al successo, come nel caso di Ornella Sagula in arte Dafne D, appassionata di musica e di canto.

Fin da quando era adolescente sognava di diventare cantante professionista, oggi, mentre continua ad inseguire il suo sogno, ha ottenuto tantissima visibilità nella grande community Smule.

Le sue performance canore sono molto ascoltate, anche grazie alla sua bravura e all’ironia che mette nel rifacimento dei grandi successi italiani degli anni ’80.

Musica per tutti. Questo è il concetto che riassume l’impatto dei social network e delle app di canto nel settore musicale.

Ma un ulteriore rivoluzione che ha contribuito alla maggiore diffusione di cantanti emergenti e musica amatoriale, è data dalle nuove modalità di ascolto.

Servizi di streaming come Spotify, Youtube Music, Amazon Music e iTunes, hanno rappresentato delle vere e proprie rivoluzioni e hanno aperto a nuove possibilità a tutti coloro desiderosi di emergere e far conoscere il proprio talento.

Oggi la musica viene ascoltata soprattutto da questi canali e poi condivisa sui social network, in pochi click è possibile raggiungere potenzialmente migliaia di utenti, cosa impensabile in passato a meno che non si fosse già dei cantanti famosi.

È evidente come la tecnologia e l’evoluzione del mondo dei social network abbia aperto le porte a tantissime opportunità nel settore musicale.

Importanza riconosciuta anche dai grandi artisti italiani e stranieri di tutto il mondo che, ormai affidano ai servizi di streaming il lancio dei nuovi singoli e della loro promozione.

Lascia un commento
Print Friendly, PDF & Email

Categorie