Connect with us

Arte & Cultura

Lo scrittore di una pagina al giorno, Manuel Bova, pubblica “I miei nonni sono fidanzati”

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

Ingegnere della comunicazioni, Manuel Bova, artista genovese, scrittore e attore, porta avanti, come ci racconta, i suoi due lavori, è anche istruttore di pilates, senza mai smettere di scrivere.

Ci racconta che scrive da quando era bambino, Manuel Bova, soprattutto diari, quelli che ritroviamo quando iniziano i suoi brevi racconti sul profilo social. Poi la pagina “Manuel Bova” in cui foto del profilo è un fumetto, che conta già 50.000 follower, che vi invitiamo a guardare se avete voglia di sorridere almeno una volta al giorno.

Già di sorridere perché per Manuel, che fa anche il volontario in ospedale, portare un sorriso è importante. Proprio all’ospedale in cui fa del volontariato sono stati destinati i proventi del suo primo libro, Diario di un isolato, frutto della pubblicazione dei famosi “post” sulla sua pagina nel periodo dell’isolamento e pubblicato nel 2020. Ironico, arguto, ogni tanto un po’ fuori dalle righe, senza che ciò disturbi, riesce a parlare di tutto, anche del Covid, provocando una risata.

Tra i racconti anche le telefonate semiserie con i nonni, che diventano protagonisti del libro successivo “I miei nonni sono fidanzati”, quei nonni per i quali non cresce mai, ma per i quali è elemento indispensabile nel menage, fatto di affetto e baruffe, che li fa sembrare eterni fidanzati. “Bimbetto”, così lo chiamano, è elemento essenziale della loro simpatica vita.

Nonni reali, Gianpaolo 91 anni e Desy 84, innamorati, vivono il loro rapporto senza complicanze estreme, con stupore genuino. Manuel è per loro indispensabile: subentra a fare da mediatore nelle piccole liti, li accompagna dovunque ed è “vittima” della nonna che affannosamente cerca di accasarlo.

Tutto assume un aspetto dolce e nel contempo ironico, anche i piccoli acciacchi dell’età diventano strumenti per creare simpatiche gag.

Una storia fatta di realtà, onestà, amore vero, quello che non sopporta alla lunga lo stare troppo vicini, ma al contempo non sarebbe capace di resistere all’allontanamento.

Avventure e disavventure, dialoghi che sembrano già imbastiti per essere recitati in teatro e che ci auguriamo possano essere messi in scena.

Il libro è costituito da venticinque storie, di cui diciannove pubblicate su facebook e sei inedite. Ad arricchire il simpatico libricino le illustrazioni di Andrea Modugno.

Un altro libro è pronto, un romanzo non convenzionale, che speriamo esca a breve per potervene parlare. Per ora vi lasciamo a un brano, che Manuel ha scelto per voi da “I miei nonni sono fidanzati”, rigorosamente su facebook

https://www.facebook.com/ManuelBovaAutore/posts/pfbid02LJ9uUmUZNXjkaBFmtfsDLBmP9LRpyX3TZuQGuQNSAYLsmK19ng3GJdgsPRxabGnl

Print Friendly, PDF & Email