Arte & Cultura

“Libri Come”, la festa dei libri di Roma compie dieci anni.


Dal 14 al 17 marzo presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma si svolgerà il festival dei libri e della lettura “Libri Come”, con la partecipazione di 250 ospiti, tra scrittori, editori, artisti, giornalisti e politici che dialogheranno sul tema della “Libertà”.

Il Festival della Lettura Libri Come, organizzato dalla Fondazione Musica per Roma e curato da Marino Sinibaldi, Michele De Mieri e Rosa Polacco, festeggia i dieci anni dalla sua nascita nel 2010 con quattro giornate dedicate al tema della libertà, un concetto molto importante, impegnativo, ricco di significati e di speranze, ma anche di minacce e contraddizioni.

Tra gli ospiti italiani che interverranno nella manifestazione: Alberto Angela, Diego Bianchi, Andrea Carandini, Gianrico Carofiglio, Sabino Cassese, Cristina Cattaneo, Roberto Costantini, Samantha Cristoforetti, Gianni Cuperlo, Marco Damilano, Maurizio De Giovanni, Giuliano Ferrara, Nicola Lagioia, Enrico Letta, Neri Marcoré, Michela Murgia, Giacomo Papi, Francesco Piccolo, Antonio Rezza, Elena Stancanelli, Walter Veltroni e Sandro Veronesi.


Tanti anche gli ospiti stranieri, soprattutto dall’Europa, tra cui: dalla Spagna Javier Cercas Clara Ursón e Manuel Vilas; dalla Francia Adelaide Bon, Adeline Dieudonné e Bernard Guetta; dal Regno Unito Anthony Cartwright e Amanda Craig; dalla Polonia Olga Tokarczuk; dall’Ungheria Agnes Heller, dalla Russia Zoja Svetova; dalla Germania Uwe Timm; dalla Slovenia Slavoj Zizek; dall’Olanda Kader Abdolah e Arnon Grunberg; dagli Stati Uniti Peter Cameron e Andre Dubus III.

Ogni ospite darà una propria interpretazione al tema della libertà, ad esempio Samantha Cristoforetti  spiegherà cosa significa la libertà nello spazio, Giuseppe Antonelli parlerà della libertà di linguaggio e Leonardo Colombati analizzerà la libertà musicale di Bruce Springsteen.

Il programma prevede degli incontri con le scuole medie e superiori, tra cui una lezione di giornalismo di Francesco Costa, vicedirettore de “Il Post”e una lezione di italiano tenuta dal linguista Giuseppe Antonelli e delle mostre tra cui una dedicata al fumetto del vignettista e illustratore Mauro Biani, che si aprirà con un omaggio a Giulio Regeni, simbolo dell’assenza di verità e, dunque, dell’assenza della libertà.

Grazie ad una collaborazione tra Libri Come e  Book Pride (Milano, Fabbrica del Vapore, 15 – 17 marzo) i due festival si svolgeranno in contemporanea nelle due città di Roma e Milano, con programmi concordati e dieci ospiti comuni: Kader Abdolah, James Barrat, Peter Cameron, Anthony Cartwright, Mauro Covacich, Dany Laferrière, Ersi Sotiropoulos, Uwe Timm, Clara Usón, Franco Lorenzoni.

La manifestazione sarà inoltre in collaborazione con il Premio Strega 2019,  L’Istituto Cervantes e l’Institut Français d’Italie. Parteciperanno a Libri Come anche le associazioni Save the Children e Amnesty International, il settimanale Internazionale e Radio3 presente con un corner dal quale trasmetterà in diretta il programma “Fahrenheit” condotto da Loredana Lipperini e dedicato ai libri.

Un progetto realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Crescita Culturale, porterà il festival in dieci biblioteche di Roma, che ospiteranno giovedì 14 marzo in contemporanea dieci autori: Amanda Craig, Roberto Costantini, Cinzia Leone, Michela Marzano, Enrico Palandri, Maria Francesca Venturo, Viola Di Grado, Goffredo Buccini, Enrico Castelli Gattinara.

Lascia un commento