Connect with us

Ambiente & Turismo

Lago della Duchessa, XII Commissione regione Lazio a lavoro per recupero acque e tutela biodiversità

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

Il lago della Duchessa, un piccolo gioiello naturalistico, purtroppo compromesso dall’elevato numero degli animali che vi pascolano attorno. Sul caso interviene Enrico Cavallari, Presidente della XII Commissione regionale del Lazio “Tutela del territorio” 

di Dario De Camillis

Uno specchio d’acqua sulle montagne al confine tra il Lazio e l’Abruzzo: è il lago della Duchessa. Un piccolo gioiello naturalistico, purtroppo compromesso dall’elevato numero degli animali che vi pascolano attorno, le cui deiezioni abbassano il livello qualitativo delle acque e mettono a rischio la biodiversità del lago.

“Per queste ragioni – ha commentato Enrico Cavallari, Presidente della XII Commissione regionale del Lazio “Tutela del territorio” – ho audito le associazioni ambientaliste, guidate da Piergiorgio Benvenuti e Carlo Santoro, la direzione e i tecnici della Riserva naturale regionale Montagne della Duchessa, sul degrado del lago omonimo”.

“Analizzate le criticità – prosegue Cavallari – abbiamo trovato un punto di sintesi (grazie al supporto dei nostri esperti sul territorio) e di intervento su quest’area naturalistica da recuperare e valorizzare, che passa per la tutela del tritone crestato (caratteristico di quelle acque) e programma nuovi punti di abbeveraggio per dislocare le troppe mandrie che si riversano sullo specchio d’acqua.

Entro fine estate verranno istallati due nuovi fontanili.

Programmato per ottobre un nuovo confronto sui dati del monitoraggio delle acque attualmente in corso”.

Print Friendly, PDF & Email