La Lidu onlus al corteo di protesta a Firenze sulla assurda morte del senegalese Idy Diene

By 11 marzo 2018Diritti umani

La presidente del Comitato di Firenze Dania Scarfalloto Girard, alla Manifestazione Antirazzista: solidarietà alla comunità Senegalese, ricordando che è fondamentale essere  tutti uniti per una città pacifica dove regni armonia senza odio, né pregiudizio

C’era anche la LIDU onlus (Lega Italiana dei Diritti dell’Uomo) il 10 Marzo 2018  insieme alla presidente del Comitato di Firenze Dania Scarfalloto Girard, alla Manifestazione Antirazzista che ha visto  10.000 persone in corteo dopo l’assurda morte di un uomo Idy Diene. Un omicidio senza senso e senza alcuna motivazione che fa riflettere sui temi del razzismo. Si perché Roberto Pirrone, 65 anni, incensurato che ha sparato con una Beretta regolarmente detenuta la mattina del 5 marzo, in preda ad una crisi esistenziale per problemi economici, in realtà voleva suicidarsi, a quanto racconta. Poi arrivato sul ponte Vespucci a Firenze ha cambiato idea, e ha deciso di uccidere il primo che passava.  

Dopo aver intercettato una famiglia con bambini contro i quali il suo proposito folle si è bloccato, nel suo percorso malauguratamente ha intercettato il venditore ambulante da lui colpito più volte al torace. ‘ E’ possibile che la scelta di assassinare Idy Diene nasca dal sentimento razziale che serpeggia da tempo nei nostri territori?’ –  si domanda Dania S.Girard della Lidu onlus – ‘ Nel momento in cui Pirrone ha sparato non sarà stato influenzato dai tanti slogan anti extracomunitari degli ultimi tempi?’ Una domanda a cui è difficile rispondere ma che in ogni caso esige sentimenti di solidarietà alla comunità Senegalese, ricordando che è fondamentale essere  tutti uniti per una città pacifica dove regni armonia senza odio, né pregiudizio.

Photo credit: Dania Scarfalloto Girard

Lascia un commento

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]