Connettiti con noi

Diritti umani

La Lega Italiana dei Diritti dell’Uomo Onlus piange la perdita di Arturo Diaconale

Tiziana Primozich

Pubblicato

il

Il mondo dei diritti Umani perde un grande paladino di giustizia. Aveva fondato il Tribunale Dreyfus per tutelare le vittime di malagiustizia e strutturare la riforma del sistema giudiziario italiano

Si è spento Arturo Diaconale, aveva 75 anni e da tempo lottava contro una grave malattia. Uomo probo e liberale, giornalista raffinato ed attento ai temi sociali ed alla buona politica, direttore del giornale l’Opinione delle Libertà da lui pazientemente costruito da ben 27 anni, è stato anche membro nel consiglio d’Amministrazione della Rai dal 2015 fino a luglio del 2018. Ha militato per diversi anni nella Lega dei Diritti dell’Uomo come componente eletto nel comitato Centrale e ha fondato il Tribunale Dreyfus con sede presso la Lidu onlus, per tutelare le vittime di malagiustizia e strutturare la riforma del sistema giudiziario italiano.

Di idee liberali si è impegnato politicamente nelle file di Forza Italia. Il suo percorso professionale si intreccia con quello del grande Indro Montanelli, è stato infatti commentatore di politica interna per il Giornale a partire dal 1985. Era dal 1 agosto del 2016 portavoce della squadra di calcio Lazio e seppure inserito appieno nel tessuto sociale e professionale della Capitale, non ha mai tralasciato l’impegno per la terra che gli ha dato i natali, Montorio al Vomano in Abruzzo, con l’incarico di presidente del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga fino al 2015 e quello di presidente della Fondazione Gran Sasso d’Italia.

“La Lega Italiana dei Diritti dell’Uomo con la prematura morte di Arturo Diaconale perde un grande paladino di giustizia ed un grande difensore dei diritti Umani. Nel corso degli anni ha ricoperto all’interno della Lega numerosi incarichi sempre in prima fila nella difesa dei più deboli.

 Diaconale ha fondato il Tribunale Dreyfus per tutelare le vittime di malagiustizia e strutturare la riforma del sistema giudiziario italiano, e non a caso ne ha posto la sede presso la Lidu Onlus.

Nonostante la malattia ha proseguito ad occuparsi dei diritti umani, infatti durante il nostro ultimo incontro in sede parlammo di possibili iniziative ed azioni.

La Lega si stringe accanto alla moglie ed alla famiglia in questo momento di grande dolore.

Ci mancherai Arturo!” è il messaggio di cordoglio pubblicato sui social del Presidente nazionale della Lega Italiana dei Diritti dell’Uomo Eugenio Ficorilli

Lascia un commento
Print Friendly, PDF & Email

Categorie