Food & WineMondoPrimo piano

ITAZERCOM alla fiera di Baku, opportunità per aziende italiane

By 12 Aprile 2019 No Comments

Le Fiere internazionali Caspian Agro/WorldFood/IPack e Horex 2019, che si svolgeranno in contemporanea a Baku dal 15 al 17 maggio prossimo,  costituiscono l’evento principale per il settore Agroalimentare nel Paese e nell’intera regione del Caspio.

di Romolo Martelloni

La Camera di Commercio Italo – Azerbaigiana (ITAZERCOM) organizza la partecipazione delle Imprese italiane in forma collettiva o singola all’interno dello Spazio Italia in occasione delle Fiere internazionali Caspian Agro/WorldFood/IPack e Horex 2019, che si svolgeranno in contemporanea a Baku dal 15 al 17 maggio prossimo e costituiscono l’evento principale per il settore Agroalimentare nel Paese e nell’intera regione del Caspio. ”La Camera di Commercio Italo-Azerbaigiana, che e’ anche rappresentante per l’Italia di ASK – Confederazione degli Imprenditori dell’Azerbaigian – spiega l’avv. Manuela Traldi, Presidente della Camera di Commercio – è stata fondata nel 2012 con l’obiettivo di promuovere le relazioni economiche e commerciali tra l’Italia e l’Azerbaigian, favorendo il consolidamento ed accrescimento della conoscenza e dell’amicizia tra i due paesi, quale unica organizzazione bilaterale ufficialmente riconosciuta. L’iniziativa della fiera di Baku costituisce un’ottima occasione per le imprese italiane che mirano ad incontrare i principali operatori, distributori e produttori presenti in Azerbaigian, per scoprire ed entrare nel promettente panorama economico caucasico, con una particolare attenzione al vasto e interessante mercato russo, stabilire un’attività e/o trovare un partner di fiducia per collaborazioni produttive o commerciali”. Il crescente sviluppo del Paese negli ultimi anni ha portato un aumento dei consumi, un’evoluzione dei gusti dei consumatori e la necessità di adeguare e modernizzare l’intero settore Alimentare ed Agroindustriale, divenuto inoltre settore di punta nel processo di diversificazione dell’economia promosso e fortemente incentivato dal governo azerbaigiano. ”Siamo orgogliosi ma anche fiduciosi – ha rimarcato Manuela Traldi – della presenza di una classe imprenditoriale agricola e industriale così capace come quella italiana. Abbiamo però il dovere di crescere ancora sul mercato dell’Azerbaigian e su quelli internazionali”.


   “Con le proprie sedi a Roma e Baku, la Camera di Commercio Italo-Azerbaigiana– ha concluso la presidente –è inserita nel sistema italiano che opera nel Paese tramite l’Ambasciata d’Italia e l’Ice ed in coordinamento con i ministeri, le istituzioni ed il mondo imprenditoriale del paese caucasico.  In questo contesto, fondamentale è il ruolo delle organizzazioni bilaterali, come la Camera di Commercio, per far conoscere le innovazioni nella filiera italiana dell’agroalimentare, sostenendo l’internazionalizzazione e la competitività delle imprese a partire proprio da un mercato determinante per il nostro export come l’Azerbaigian, porta principale per i nuovi mercati del Caspio e non solo”.  

Lascia un commento