Grosseto, Asd Fossombrone presenta”CORRI DALL INFERNO A CENTRAL PARK” di Roberto Di Sante

By 8 Gennaio 2019Italia, Primo piano

Il convegno rientra nel progetto ‘Corri insieme a me’ per la divulgazione dello sport come cultura di aggregazione, solidarietà e salute. Con la finalità di sensibilizzare ragazzi, adulti e amministrazioni locali ad una visione dello sport come strategia per vivere in sintonia con gli altri. Venerdi 11 gennaio 2019 ore 10.30, ISTITUTO FOSSOMBRONE via Sicilia Aula Magna. SALA DEL CONSIGLIO COMUNALE ore 16.00

di Adelfia Franchi

Ci sono luoghi in cui la storia ha lasciato tracce indelebili e incredibili testimonianze. Correre in luoghi familiari o posti lontani esercita un potere rigenerante, fa tornare a galla energie sopite. Non solo presentazione di un libro, ma una proposta culturale, per realizzarla abbiamo messo insieme un team di esperti, che nelle diverse attività di educazione, aggiornamento e formazione, pur restando nello specifico delle loro competenze, rispettandone principi e, diffondendone le diverse culture di provenienza, pongono alla base del loro lavoro la ricerca, nel rispetto delle necessità e diversità di ognuno, per stimolare conoscenza, socializzazione e condivisione.


Sostenere il valore della corporeità, accrescere la consapevolezza del benessere e del mantenimento della salute, per promuovere uno stile di vita legato alla socializzazione e, ai valori della comprensione di se e degli altri. Questa la chiave di lettura di questo incontro. Il titolo “corri insieme a me” è una metafora, spingere le persone ad un costante impegno e grande generosità verso altre realtà, mettendo alla prova la loro professionalità e creatività, per ben interpretare le esigenze di altri. Con lo sport si arriva ovunque, lo sport è un amico per tutta la vita: lo sport come dimensione fisica, come cultura, come dimensione di riflessione e di intelligenza, la sua dimensione di generosità e di cuore, di economia e la sua dimensione di relazione materiale. Fa crescere occasioni di incontri fra uomini e popoli. Previene malattie legate alla sedentarietà che toccano sempre di più i paesi industrializzati.

C è bisogno di proteggere le giovani generazioni sportive contro uno sport sotto pressione, finanziario e mediatico che ha preso l’abitudine di trasformare in festival di pubblicità per interesse, che niente ha a che vedere con le sue finalità. Corri insieme a me, per creare strumenti, per unire luoghi diversi, accorciare le distanze , sopratutto culturali, questo incontro si configura come una comunità concreta, pronta a riflettere insieme per una messa in atto delle diverse dimensioni dello sport, un intreccio armonico tra le esigenze dello spirito e le richieste della realtà che porta alla scoperta ed alla valorizzazione della propria spontaneità e creatività, una ” messa in gioco”, concretizzando ognuno le proprie capacità. Una ricerca, e forse una scoperta di opzioni alternative, un dialogo attivo per imboccare la via del cambiamento. Un magico intreccio diretto e coordinato da esperti relatori. grazie a tutti per aver accettato di correre insieme a me.

Lascia un commento