Connect with us

Arte & Cultura

Il grande violoncellista Franco Maggio Ormezowski in concerto

Published

on

Tempo di lettura: 3 minuti
Giovedì 12 Maggio a Napoli Villa Pignatelli 
franco_maggio_ormezowski1Roma, 10 Maggio – Il Maggio della Musica ospita uno dei più grandi violoncellisti italiani, Franco Maggio Ormezowski, musicista dal suono straordinario e dalla tecnica impeccabile. Il solista si esbirà giovedì 12 maggio alle ore 20.30 nella Villa Pignatelli a Napoli, accompagnato da una pianista d’eccezione: la figlia Emanuela Maggio. Ormezowski eseguirà il brano considerato il più difficile per lo strumento, la “Sonata n. 8” dell’ungherese Zoltán Kodály, e ancora un emblematico compendio del repertorio per pianoforte e violoncello con la “Sesta Sonata” di Luigi Boccherini, la “Sonata detta Arpeggione” di Franz Schubert e “Fünf Stücke Im Volkston op. 12” di Robert Schumann.

Giovedì 12 maggio 2016

ore 20.30

Villa Pignatelli – Napoli

Franco Maggio Ormezowski, violoncello

Emanuela Maggio, pianoforte

Programma

Luigi Boccherini, Sesta Sonata per violoncello e pianoforte

Zoltán Kodály, Sonata n.8 per violoncello solo

Franz Schubert, Sonata D. 821 detta “Arpeggione”

Robert Schumann, Fünf Stücke Im Volkston, op. 12

Costo del biglietto: 20 euro – si consiglia la prenotazione

Info: 081 5604700 – maggiodellamusica@libero.it – maggiodellamusica.it

Franco Maggio Ormezowski – Nato in Italia da madre polacca, ha iniziato giovanissimo lo studio del violoncello diplomandosi all’Istituto Boccherini di Lucca e successivamente seguendo i corsi di perfezionamento con Gaspar Cassadò e Andrè Navarra all’Accademia Musicale di Siena. A 14 anni ha vinto all’Accademia di Musica Santa Cecilia di Roma, il primo premio al Concorso Nazionale per giovani concertisti. Da quel momento ha iniziato una lunga carriera di successi come solista e con grandi orchestre sinfoniche, d’archi e da camera. Ha partecipato ai Festival di Spoleto, Atene, Beirut, Plovdiv, alle celebrazioni spagnole a un secolo e mezzo dalla morte di Boccherini e a quelle tenute a Caracas in Omaggio a Casals. Ha tenuto concerti nelle maggiori città italiane e all’estero, a Parigi, Londra, Madrid, Vienna, Amburgo, Bruxelles, Mosca, Varsavia, negli Stati Uniti, in Canada e Sud America e ha collaborato con direttori quali Wolfgang Sawallisch, Leonard Bernstein, Lawrence Foster, Franco Caracciolo, Ferruccio Scaglia, Aldo Ceccato e pianisti quali Martha Argerich, Tamàs Vàsary, Jean Bernard Pommier, Daniel Levy, Alexandre Rabinovitch, Alexandre Hintchev ecc. Ha suonato con il violinista Salvatore Accardo e attualmente suona in quartetto e come solista con Uto Ughi. Ha tenuto concerti per la TV Francese, la BBC di Londra, la RAI Italiana e in altri Paesi. Ha inciso per le case discografiche Dynamic di Genova, A.D.E.S. e Erato di Parigi.

Emanuela Maggio – Nata in una famiglia di musicisti ha cominciato lo studio del pianoforte dall’età di 6 anni. Ha studiato pianoforte con il Maestro Orio Buccellato al Conservatorio di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Cagliari. Ha frequentato varie Master Classes, con i Maestri Alexander Hintchev e Anatolji Katz, partecipando sempre ai concerti finali. Nel Gennaio 2001, per “L’esecuzione integrale delle 32 Sonate di Ludwig van Beethoven”, organizzate dal Conservatorio di Musica “G.P. da Palestrina” di Cagliari, ha eseguito la Sonata al “Chiaro di Luna” op. 27 n. 2. Ha partecipato al Festival del Terminillo, all’Estate Musicale Internazionale di Alghero con il Concerto in re minore per pianoforte ed orchestra di J.S. Bach con l’Ensemble Musica Rara di Milano e con l’orchestra giovanile di Cagliari. Ultimamente si è avvicinata alla composizione producendo il suo primo brano per pianoforte a quattro mani “Riflessi”. Svolge attività concertistica in duo con il padre, il violoncellista Franco Maggio Ormezowski e in duo pianistico con la madre, la pianista Barbara Lunetta.

Print Friendly, PDF & Email