Arte & CulturaItalia

Gabriele Andreoli ne ‘La Migliore Mentalità Vincente’: il coraggio e le condotte di vita per il successo


‘La Migliore Mentalità Vincente’, un libro di Gabriele Andreoli e Stefano Santori per capire chi siamo, cosa vogliamo e dove ci stiamo dirigendo

Non è forte colui che non cade mai, ma colui che cadendo trova la forza di rialzarsi. Con metodo e perseveranza. E’ questo il messaggio del libro ‘La Migliore Mentalità Vincente’ di  Gabriele Andreoli in team con Stefano Santori. Un vademecum per una vita da guerrieri, scandito da esperienze di vita ed un percorso di formazione, per affrontare i nodi cruciali della speciale avventura che chiamiamo Vita. Testimonial eccellente proprio Gabriele Andreoli, che nel suo percorso ha affrontato mille sfide, riuscendo a trasformarle in valori tangibili per le sfide successive. Ex attore di punta de ‘I Ragazzi del muretto’  per quattro stagioni consecutive, produttore di grandi successi cinematografici e televisivi, Andreoli si è scontrato con il peggiore dei nemici: la malattia.

Padre della stupenda Annabella non si è arreso, e ha affrontato il toro per le corna. Dalla sua parte solo l’amore per sua figlia e per la vita in generale. Un vero combattente, ma soprattutto un generoso con tanta voglia di donare il suo know how  e le sue competenze  professionali a tutti indistintamente. Nasce così il testo ‘ Mentalità Vincente’ che sarà presentato l’11 giugno presso il cinema Farnese – Roma.    Difensore dei diritti umani, ha fondato il Parlamento civico dell’Umanità, appassionato di arte e di temi culturali, Gabriele Andreoli pone al centro del suo essere le potenzialità dell’animo umano, le idee, le energie positive che da esse scaturiscono, in un continuo divenire che diventa evoluzione di ognuno di noi, indicando, con l’aiuto di Stefano Santori, un metodo per raggiungere i migliori obiettivi che altro non sono che il raggiungimento delle nostre aspirazioni e dei nostri sogni, in un divenire che diventa maturità e regala efficacia concreta agli sforzi che ognuno di noi mette in campo.

Lascia un commento