Connect with us

Ambiente & Turismo

Ecoitaliasolidale, l’Italia da oggi è la terza nazione al mondo con una Costituzione sensibile all’Ambiente

Published

on

Tempo di lettura: 2 minuti

La Malfa-Benvenuti: sono anni che Ecoitaliasolidale lotta per questa fondamentale proposta con la quale l’ambiente diviene un soggetto con veri e propri diritti.

Oggi è una giornata storica per l’ambiente e la difesa degli animali, la tutela dell’ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi entra in Costituzione.  L’Aula della Camera ha definitivamente approvato la proposta di legge costituzionale che modifica in tal senso due articoli della Carta, il 9 ed il 41. Il testo, alla seconda lettura alla Camera, è passato a Montecitorio con 468 voti a favore, un contrario e sei astenuti, mentre il Senato lo aveva approvato con la maggioranza dei due terzi lo scorso 3 novembre. Di conseguenza, entra subito in vigore e non è sottoponibile a referendum. Una proposta che da anni Ecoitaliasolidale sta sollecitando insieme ad altre associazioni come MareVivo ed uno dei padri dell’ambientalismo italiano, il Prof.  Ennio La Malfa, oggi responsabile scientifico di Ecoitaliasolidale.

A parlare e’ Piergiorgio Benvenuti, fondatore e Presidente Nazionale del Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale.

“Partendo dall’esempio avvenuto oltreoceano negli anni 2008 – 2012 ed esattamente nel Sud America, in Bolivia ed Ecuador, relativamente al problema della conservazione della Natura, Ecoitaliasolidale insieme a  Marevivo, hanno oltre un anno fa presentato anche a Palazzo Madama,  al Senatore Maurizio Gasparri, la proposta di inserire nella Costituzione italiana “ Il diritto alla tutela della natura, ossia: il diritto alla vita, alla diversità della vita, all’acqua, all’aria pulita, all’equilibrio, al ripristino, a vivere libera dalla contaminazione, alla tutela  e alla dignità degli animali.

L’ambiente diviene così un soggetto con veri e propri diritti. Questa soluzione si pone come una nuova alternativa nel diritto ambientale. Quindi tutto ciò che può nuocere alla “Casa Comune” dovrebbe essere rimosso o vietato.

L’Italia quindi adottando  la modifica costituzionale  -proseguono La Malfa e Benvenuti- diventa di fatto la terza nazione al Mondo che dota la propria costituzione di un articolo in chiara difesa dell’ambiente naturale, consentendo così la nascita di regolamenti più stringenti nell’ottica della difesa del nostro ambiente naturale e degli animali e rappresenta una prima importante risposta concreta per il futuro del nostro Pianeta.

Print Friendly, PDF & Email