Connect with us

Attualità

Donna grave ferita dall’ex marito alla Vigilia di Natale

Published

on

Tempo di lettura: 2 minuti

Una donna di venticinque anni è grave ed è ora ricoverata in terapia intensiva, dopo aver subito un’operazione d’urgenza per essere stata ferita dall’ex marito alla presenza dei tre figli minorenni

di Damiana Cicconetti

La Vigilia di Natale è stata tragica per tre bambini e la loro madre, una donna di venticinque anni aggredita in casa dall’excompagno marocchino armato di forbici, con cui le ha procurato un taglio profondo al collo. Il fatto è accaduto a Bologna, in Via Rialto, poco prima delle ore 8:00 del mattino.

L’uomo non riusciva ad accettare il fatto di essere stato lasciato.

La giovane italiana ora è ricoverata in rianimazione, presso l’Ospedale Maggiore, dove aver oltretutto subito un’operazione d’urgenza.

I medici stanno provando a stabilizzarla ma le sue condizioni appaiono ancora molto serie e, invero, gravissime. La prognosi è, perciò, riservata.

Già tre anni fa la vittima aveva denunciato il suo aggressore per maltrattamenti.

Subito dopo aver commesso l’orrendo gesto l’uomo è fuggito lasciandola agonizzante in terra, alla presenza dei loro tre bambini.

Poi, non appena sceso in strada, ha minacciato una seconda donna a cui ha rubato l’auto che, poi, è stato costretto ad abbandonare, per essersi imbattuto in una via chiusa per lavori.

La sua fuga è proseguita a piedi ma è stata prontamente interrotta, perché è stato fermato da una volante della Polizia, a pochi passi dalla vicina Questura.

La vittima, invece, è stata soccorsa dai vicini che, intervenuti per le grida ed i pianti dei tre bimbi atterriti, hanno richiesto l’immediato intervento di un’auto-ambulanza.

Ora la posizione dell’uomo è al vaglio degli inquirenti che stanno indagando anche in merito ai trascorsi della coppia.

I bambini – due maschi e una femmina – sono stati affidati ai Servizi Sociali e con loro hanno trascorso questi giorni che avrebbero dovuto essere sereni e lieti.

…Un tentativo di femminicidio che – ci si augura! – si risolva con la guarigione di questa povera madre e, invero, donna.

…Un tentativo di femminicidio terribile e, oltretutto, commesso in giorni di Festa.

Fatti orribili, accaduti alla presenza di tre poveri bimbi innocenti, che non potranno non sopravvivere a tanti e tali traumi, invero indelebilmente segnati per sempre da cotanta violenza.

…Una famiglia interamente distrutta, perché un altro uomo non ha accettato di essere abbandonato!

E, così, ora tre figli rischiano di restare orfani e dover crescere privati di una madre che – si spera! – non sia costretta ad abbandonarli, suo malgrado, per sempre.

Print Friendly, PDF & Email