Connettiti con noi

Italia

Dal Vertice di Ventotene un richiamo alla centralità della Cultura per la rinascita dell’Europa

redazione

Pubblicato

il

[AdSense-A]

 

Apprezzamento dell’iniziativa da parte del Presidente di Assomusica, Vincenzo Spera

Senza-titolo-2

Assomusica, l’Associazione Italiana degli organizzatori e produttori di Spettacoli Musica dal vivo, esprime convinto apprezzamento per l’iniziativa del Premier Matteo Renzi al vertice di Ventotene, volta a sostenere il ruolo e la centralità della Cultura per una rinascita dell’Europa, e all’importanza del rilancio dei luoghi stessi della Cultura. “Assomusica accoglie con grande soddisfazione l’iniziativa del nostro premier” dichiara il presidente Vincenzo Spera. “Finalmente, grazie alle azioni del Governo Renzi e del Ministro Franceschini, anche la cultura inizia ad avere il giusto riconoscimento e peso europeo, e comincia a prendere forma l’auspicata legge europea sulla musica, alle cui linee guida Assomusica sta collaborando insieme agli uffici del presidente della Commissione Cultura Silvia Costa. L’auspicio è che proprio a Ventotene, nell’ambito della politica culturale, si possa trovare il lancio di questa nuova legge. L’auspicio è che il Piano Juncker possa essere utilizzato anche per il finanziamento delle industrie culturali e creative”. La musica è una delle espressioni artistiche più apprezzate dal pubblico e sensibili ai grandi cambiamenti del mondo, e l’Italia è uno dei principali paesi  europei quanto a patrimonio e tradizione nel settore. Considerare il suo rilancio e soprattutto una sua legislazione europea, tenuto conto del ruolo strategico nell’ambito delle attività artistiche e culturali del Paese, è di fondamentale importanza.“È lodevole che il Governo italiano sostenga il patrimonio culturale, e spetta a tutti continuare a lavorare insieme affinché anche la musica, parte integrante della Cultura, abbia la dovuta centralità,  riconoscimento e regolamentazione, anche in Europa, e sia finalmente presente con azioni propositive e coese” conclude il presidente Spera.

Lascia un commento
Print Friendly, PDF & Email

Categorie