Diritti umaniSalute & Benessere

“Ci vediamo al Caffè”: una piazza virtuale nazionale a sostegno delle persone con demenze e dei loro famigliari

By 9 Settembre 2020 Settembre 11th, 2020 No Comments

Iniziativa nata in Calabria ed estesa a tutta Italia: relazioni di aiuto e occasioni di confronto online per migliorare qualità di vita e livelli di consapevolezza. In programma anche attività in diversi comuni del Catanzarese

Una grande piazza virtuale nazionale per le persone con demenze e per i loro famigliari. Si tratta del progetto “Ci vediamo al Caffè”.  L’iniziativa nasce in Calabria e sarà presentata l’11 settembre, alle ore 11, a Catanzaro. Tre gli enti promotori: l’associazione “Ra.Gi.”, la cooperativa sociale “Co. Ri. S. S.” e l’associazione “PerLe Demenze. Famiglie Unite Calabria”. Il progetto prevede una serie di incontri online per ascoltare, informare e sostenere le persone che vivono ogni giorno sulla loro pelle o sulla pelle dei loro cari l’esperienza dell’Alzheimer, del Parkinson e di altre patologie neurodegenerative. L’obiettivo è quello di favorire il miglioramento della qualità di vita delle persone malate e dei familiari che se ne prendono cura. Un traguardo che si vuole raggiungere grazie a una piattaforma digitale da dedicare allo svolgimento di “Alzheimer caffè” con la partecipazione di operatori specificamente formati e di esperti in vari ambiti di intervento.

Gli “Alzheimer caffè” online partiranno entro l’autunno. In parallelo, il progetto guarda anche ai territori. In programma, infatti, l’attivazione entro ottobre di “punti di ascolto”, uno per ogni comune partecipante, servizi in sede da avviare in cinque comuni del Catanzarese: Botricello, Chiaravalle Centrale, Pianopoli, Soverato e Tiriolo. In ognuno di questi ambiti comunali, in programma anche l’avvio di “Alzheimer caffè” in sede a partire dal 2021, quando ci saranno le piene condizioni di sicurezza rispetto ai rischi legati al coronavirus. In ogni caso, restano ferme per tutta la durata annuale del progetto le attività online, relazioni di aiuto e occasioni di confronto possibili anche “a distanza”, grazie al digitale. Un modo per esserci sempre e comunque, oltre le barriere della lontananza fisica e per colmare in parte la carenza di servizi territoriali avvertita su scala regionale e nazionale.

Si potrà accedere gratuitamente alla piattaforma online andando su www.formazioneteci.com 


L’iniziativa è in linea con l’approccio portato avanti dalla “Ra.Gi.” promuovendo tra le altre cose i percorsi di inclusione sociale delle “comunità amiche delle persone con demenze” nella città di Catanzaro e a Cicala, comune della presila catanzarese conosciuto a livello nazionale come il primo borgo calabrese “dementia friendly”.


Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]