FeaturedItalia

Ci ha lasciato Umberto de Matteis, Presidente del Parlamento della Legalità Lombardia.”Donare, donare, dare e dimenticare” era il suo motto

By 18 Giugno 2020 No Comments

Integra Onlus perde il Presidente Onorario, prof. Umberto de Matteis, Presidente del Parlamento della Legalità Lombardia e uno dei piu’ grandi filantropi italiani. Ci mancherai Professore, porteremo sempre nel cuore la tua saggezza e sapienza ed i tuoi insegnamenti! Per tutto il bene che hai fatto e donato nella vita, sarai sicuramente in Paradiso, tra le braccia del nostro Signore!

Di Klodiana Cuka- presidente Integra onlus

Si è svolto oggi Giovedì 18 giugno, alle ore 16 nella Chiesa di San Vito a Lentate sul Seveso, l’ultimo viaggio verso la Casa del Padre Nostro del Prof . Umberto de Matteis

Integra Onlus perde il Presidente Onorario, prof. Umberto de Matteis, Presidente del Parlamento della Legalità Lombardia e uno dei piu’ grandi filantropi italiani. Ci mancherai Professore, porteremo sempre nel cuore la tua saggezza e sapienza ed i tuoi insegnamenti! Per tutto il bene che hai fatto e donato nella vita, sarai sicuramente in Paradiso, tra le braccia del nostro Signore!


Una presenza costante nel lavoro di Integra onlus che vede il suo esordio nel 2008 quando nel dicembre di quell’anno la strada di Integra si incrocia con il Parlamento della Legalità a Milano, in una giornata organizzata dal Centro Studi Parlamento della Legalità Lombardia e dal suo Presidente prof. Umberto De Matteis, nato ad Otranto. Il referente di Integra Onlus su Milano, Paolo Buralli Manfredi, a quel tempo ha insistito che salissi a Milano per seguire la giornata organizzata con il Patrocinio del Ministero della Gioventù e per conoscere il prof. de Matteis, fautore della promozione della Legalità dalla Sicilia in Lombardia. Ma la consapevolezza del suo operato mi è stata chiara domenica 15 maggio 2009, quando ho potuto comprendere temi di grande rilevanza per i diritti umani in compagnia dello stesso Umberto de Matteis e con il Presidente Mannino, a casa sua e nella sede del Parlamento a San Cipirello, che è proprio la ex casa confiscata al boss Brusca.  Indimenticabile la mattinata del lunedì 16 maggio presso la Sede del Provveditorato dei Penitenziari siciliano, specie nei momenti quando due ragazzi hanno dato lettura del pentimento del papà del piccolo Giuseppe di Matteo, il bambino che amava i cavalli, rapito e poi ucciso e sciolto dalla Mafia nell’acido… Iniziò così la nostra collaborazione, la strada della promozione della cultura della legalità di Integra Onlus insieme con il Parlamento della Legalità.

“Donare, donare, dare e dimenticare”, è l’insegnamento più grande che ci lascia il Prof Umberto de Matteis e che sarà anche la Mission della costituenda Fondazione “Gli Amici di Umberto de Matteis”, che nasce oggi per portare avanti la Sua Opera e tutti i progetti sociali che con tanta passione avviava e seguiva, partendo dalle Monziadi e l’insegnamento della legalità attraverso la cultura dello sport alle giovani generazioni. Umberto de Matteis infatti amava troppo i giovani e per questo diede vita alle  Monziadi, ragazzi in marcia per battere la mafia, avviate nel 2009, anno dopo anno, sempre a maggio; l’impegno inesauribile verso gli ultimi e i dimenticati presso i penitenziari lombardi, per poter ridare dignità e una nuova opportunità di vita ai detenuti; la inestimabile generosità verso le persone fragili e indigenti; l’immenso impegno nel far riemergere i giovani talenti e l’amore per lo Sport e per chi lo praticava, senza tralasciare la passione per la sua Otranto e l’impegno dedicato a far emergere il Sud e correre verso la sua seconda Casa, la Lombardia – La Locomotiva d’Italia!

Umberto de Matteis ha amato profondamente il popolo albanese e l’Albania, le montagne della quale, vedeva ogni mattina dalla sua Otranto dall’altro lato del mare, da bambino e ragazzo. Grazie alla tenacia ed al supporto del Prof. Umberto de Matteis, sposando la Causa dello Sportivo disabile albanese Haki Doku, l’Albania ha partecipato per la prima volta nel 2011 alle Paralimpiadi.

Oggi l’Italia, La Lombardia, la comunità di Lentate sul Seveso, ma soprattutto la sua amata Otranto, e noi di Integra onlus, perdono una grande persona, una rara personalità, uno dei più grandi filantropi italiani, che se n’è andato in silenzio, perché non amava tanto né parlare e nè apparire, ma solo fare e donare, donandosi per tutta la Vita senza mai risparmiarsi! Umberto de Matteis è stato per tutti noi che lo abbiamo conosciuto, una persona speciale! Lo abbiamo amato, ammirato e dobbiamo celare stretto nel cuore, per tutta la vita, il grande privilegio di averlo conosciuto. Sono troppe le persone, tante, che devono ringraziare Umberto de Matteis per il bene ricevuto, ma io stessa lo devo ringraziare e ricordare soprattutto per il suo conforto, la parola detta sempre al momento giusto e per il solo fatto che c’era e diceva sempre “Cosa posso fare per te?”. Con la sua dipartita va via un pezzo dell’Italia vera, di coloro che sono partiti appena diplomati dal Sud, con una valigia di cartone piena di sogni, e hanno ricostruito e reso migliore il Bel Paese! Con Umberto de Matteis va via anche un pezzo della parte migliore del grande cuore immenso generoso dei veri Italiani! 

Siamo in molto a rimanere orfani ed a me, cresciuta senza padre, la vita e il Buon Dio oggi ha portato via anche il vero affetto di Padre che abbia mai conosciuto: mi diceva sempre sei la figlia femmina che non ho mai avuto! Integra Onlus perde anche il suo Presidente Onorario e il suo Angelo Custode! 

Riposa in pace in Paradiso tra le braccia del Buon Dio, Sig Umberto, il Signore apprezzerà molto il bene che hai seminato, “Donare e Dimenticare” ti piaceva tanto ripeterlo e sarai per noi sempre un Maestro di Vita, di Sapienza e di Coraggio!

Numerosi i ricordi e i ringraziamenti al Grande Uomo, imprenditore e filantropo nato a Otranto nel 1937:

“Con grande dolore comunico che è venuto a mancare, dopo un lungo periodo di sofferenza, il nostro UMBERTO DE MATTEIS anima del Parlamento della legalità in Lombardia. Uomo di grande umanità carità e fede ha dato sempre tutto di sé in difesa dei poveri più poveri senza mai chiedere nulla in cambio. Lo ricordiamo tutti nella preghiera perché l’abbraccio del Padre in Paradiso sia la vera ricompensa per tutto il bene fatto”. Nicolò Mannino

È un giorno davvero triste per me e per tutti i detenuti del gruppo di Arteterapia, afferma Luisa Colombo. La scomparsa del Dott Umberto, ci lascia una profonda tristezza nel cuore. Era un uomo generoso e con lo sguardo rivolto a chi viveva confinato nelle mura del carcere.
Un uomo che ha saputo credere nel cambiamento di chi ha commesso reati e che ha finanziato dalla sua nascita, oltre 6 anni e mezzo or sono, sia il progetto “Oltre le sbarre”, nel carcere di Bollate, che i tanti percorsi con le scuole, e l’ospedale di Bergamo; percorsi in cui lui credeva fortemente, sostenendoli sempre con grande entusiasmo. La sua presenza, sempre discreta, ha permesso di rendere reali e concreti, quei percorsi di cambiamento, che senza il suo unico sostegno, sarebbero stati irrealizzabili. Grazie a lui, la vita di molti detenuti e tanti studenti è cambiata proprio all’interno del gruppo di arteterapia, dentro e fuori dal carcere e la sua costante presenza silenziosa e mai invadente, è stata per tutti coloro che hanno avuto la fortuna di collaborare con lui, una gioia, che nessuno di noi potrà mai dimenticare. Grazie Dott Umberto non la dimenticheremo mai…

Vicini nel dolore, porgiamo sentite condoglianze alla famiglia del nostro concittadino UMBERTO DE MATTEIS, ritornato oggi alla casa del Padre. Lo ricordiamo come uomo discreto e generoso, grande benefattore della Città a cui era profondamente legato. Non perdeva mai occasione per offrire il suo aiuto a chi ne avesse bisogno, con discrezione, in silenzio, senza mai apparire. 
Va a lui oggi il nostro più affettuoso saluto nella certezza che il suo ricordo rimarrà per sempre vivo nella memoria di tutta la comunità otrantina. Che la nostra gratitudine ti accompagni nel tuo ultimo viaggio. Grazie Umberto, esprime dal cuore dalla Pagina Facebook del Comune di Otranto, l’amico caro Paolo Ricciardi

“Oggi con Il Professore va via un pezzo del nostro cuore! Ma ci dobbiamo sentire privilegiati per aver avuto la fortuna di essere stati suoi Amici, di avergli voluto bene e di aver condiviso la sua stima ed il suo Affetto! Al Professore piaceva tanto unire gli amici e mettere in contatto le persone, per creare sinergie e buone reti. Molte nuove Amicizie sono nate grazie a lui, quindi non mi resta che salutare tutti dicendo abbracciamo forti e portiamo avanti il grande affetto e la grande opera di un Grande Uomo come Prof Umberto de Matteis”. Per mantenere vivo il ricordo di del Professore, ho creato sulla pagina Gli Amici di Umberto de Matteis e presto nascerà la Fondazione “Gli Amici di Umberto de Matteis” che continuerà a fare del bene e soprattutto seminare speranza e ridare fiducia, Klodiana Cuka presidente di Integra onlus

È un giorno davvero triste per me e per tutti i detenuti del gruppo di Arteterapia. 
La scomparsa del Dott Umberto, ci lascia una profonda tristezza nel cuore.
Era un uomo generoso e con lo sguardo rivolto a chi viveva confinato nelle mura del carcere.
Un uomo che ha saputo credere nel cambiamento di chi ha commesso reati e che ha finanziato dalla sua nascita, oltre 6 anni e mezzo or sono, sia il progetto “Oltre le sbarre”, nel carcere di Bollate, che i tanti percorsi con le scuole, e l’ospedale di Bergamo; percorsi in cui lui credeva fortemente, sostenendoli sempre con grande entusiasmo. 
La sua presenza, sempre discreta, ha permesso di rendere reali e concreti, quei percorsi di cambiamento, che senza il suo unico sostegno, sarebbero stati irrealizzabili.
Grazie a lui, la vita di molti detenuti e tanti studenti è cambiata proprio all’interno del gruppo di arteterapia, dentro e fuori dal carcere e la sua costante presenza silenziosa e mai invadente, è stata per tutti coloro che hanno avuto la fortuna di collaborare con lui, una gioia, che nessuno di noi potrà mai dimenticare. 
Grazie Dott Umberto non la dimenticheremo mai…


Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com