Diritti umaniFeatured

Chi dorme in Democrazia inevitabilmente si risveglierà in Dittatura

By 17 Ottobre 2020 No Comments

Le dittature hanno sempre un denominatore unico: la paura

Di Giuseppe Cossari e Paolo Buralli Manfredi – CTIM Australia

Il titolo ben anticipa questo articolo ed è la sintesi migliore che ho trovato per spiegare cosa succederà se gli Italiani e gran parte dei popoli del mondo, come menziona il nostro inno Nazionale, non si desteranno da quel torpore che ormai li avvolge e li rende assopiti, quasi addormentati, inermi e succubi di una narrazione che ormai ha imprigionato le loro menti.

Il virus che ha colpito a fine dicembre del 2019 e che sta ancora vivendo, grazie ad una narrazione surreale, che vede milioni di contagiati, non malati, e che conta a livello numerico meno morti di molte altre patologie che affliggono l’umanità, ci sta portando verso una sorta di dittatura senza che nessuno se ne renda pienamente conto.


Nell’ultimo DPCM si è addirittura sfiorata la possibilità che le forze dell’ordine potessero entrare in casa senza mandato fornito dalla Magistratura, un po’ in stile dittatura comunista o fascista ed il Ministro Speranza si è spinto oltre, sino a consigliare i cittadini a diventare delatori e spie al servizio del Governo.

È bene conoscere i nostri diritti e doveri ed è di poche ore fa la risposta all’osservatorio della legalità costituzionale Rodotà che aveva fatto un esposto al Segretario del Consiglio d’Europa riguardo la violazione non dichiarate dal Governo Italiano secondo la convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo: la mancata dichiarazione della sospensione dei diritti fondamentali previsti dalla convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo, comporta la piena vigenza dei diritti della stessa anche durante l’emergenza medesima; il che significa che la convenzione è pienamente vigente ed il Segretario del Consiglio Europeo ha anche aggiunto che quindi, la Corte di Strasburgo può essere interpellata se questi diritti vengono violati.

LEGGI: Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo

V’è da dire che ormai è più di sette mesi che questo Governo continua a mantenere uno stato d’Emergenza senza alcun motivo visto che tutti gli altri Stati Europei che contano molti più contagiati del nostro lo hanno interrotto mesi fa, il che ci fa purtroppo pensare che questa volontà di continuare a perpetuare lo stupro della nostra Costituzione senza dei reali motivi, abbia come fine solo il mantenimento al Governo di quei partiti che hanno la consapevolezza di non avere più l’appoggio della popolazione e che sono ben consapevoli che se il Parlamento riprendesse la sua normale attività, questa incerottata maggioranza avrebbe le ore contate.

Rincresce far notare che in tutto questa surreale situazione, correva l’anno 2018 e 2019 quando autorevoli quotidiani nazionali pubblicavano come ogni anno i numeri degli influenzati e dei contagiati, oltre 8 milioni più di quelli che stanno insistentemente propinandoci ora per mantenere un potere paragonabile quasi ad una dittatura, la mancanza di attività istituzionale del Quirinale che non ha mai espresso accuse dure per quanto successo nel caso Palamara, bisogna ricordare che il Presidente della Repubblica è il comandante in capo della Magistratura ed è preoccupante anche che lo stesso, guardiano della nostra Costituzione, non si esprima su come il Governo continui a violare la Costituzione tramite le proroghe infinite ed ingiustificate di uno stato d’emergenza inesistente, se paragonato al numero di contagiati ed ai morti per influenza degli anni precedenti.


Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]