Unicef, dal 1990 dimezzato il numero delle morti infantili: da 12 a 6,6 milioni

Unicef-siria-bambini-uccisiMa ancora 18.000 bambini ogni giorno muoiono prima di aver compiuto 5 anni

Roma, 13 settembre – Nel 2012 circa 6,6 milioni di bambini in tutto il mondo – 18.000 al giorno – sono morti prima di aver compiuto cinque anni. È quanto emerge dal nuovo rapporto presentato oggi da Unicef, Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Banca mondiale e dipartimento degli Affari sociali ed Economici delle Nazioni Unite- divisione popolazione. Queste cifre rappresentano circa la metà del numero di bambini sotto i cinque anni morti nel 1990, anno in cui complessivamente ne morirono oltre 12 milioni. Continue Reading

Aids, nuovo vaccino guarisce scimmie

sperimentazione-vaccino-hivSarà testato su persone il nuovo farmaco utilizzato per eliminare il Siv, l’equivalente del Hiv umano, da 16 macachi rhesus

Roma, 12 settembre – I risultati positivi ottenuti da una ricerca condotta dalla Oregon Health and Science University, che ha testato un nuovo vaccino per la cura dell’Aids su 16 esemplari di macachi  rhesus, hanno convinto gli scienziati a tentare la sperimentazione anche sull’uomo. Siv(Simian Immunodeficiency Virus), la sindrome che colpisce le scimmie, è il nome equivalente al Hiv umano e la ricerca, pubblicata su ‘Nature’ ha dato risultati sorprendenti rispetto al passato. L’équipe di studiosi ha esaminato una forma aggressiva di virus chiamato SIVmac239, che è fino a 100 volte più letale di Hiv . In test precedenti le scimmie infette erano morte nel giro di due anni, ma questa volta gran parte dei primati sono rimasti immuni. “Abbiamo usato criteri molto rigidi per fare questa sperimentazione – ha detto il professor Louis Picker, del Gene and therapy institute dell’Oregon Health and Science University – alla fine nel corpo delle scimmie non c’era traccia del virus”. Continue Reading

Usa, catturato pedofilo cannibale: in casa aveva la stanza delle torture

pedofilo cannibaleMartedì il processo per  Geoffrey Portway: in casa ritrovati oggetti per le sevizie dei bambini rapiti. 

Roma, 12 settembre – Orrore negli Stati Uniti per la cattura, da parte dell’Fbi, di un pedofilo cannibale che stava progettando di rapire, seviziare e violentare le piccole vittime per poi mangiarle o cremarle. L’uomo si chiama Geoffrey Portway, ha 40 anni, inglese di nascita e residente in Massachussets. L’orco è stato incastrato grazie al web e a Skype dove, in una chat criptata, condivideva i suoi folli progetti con altri pedofili. Continue Reading

Iran, riapre Casa del cinema a Teheran: fu chiusa da Ahmadinejad

Iran Per il vice ministro iraniano della Cultura, Hojjatollah Ayoubi , e’ un segnale che indica “il sostegno” dato dall’esecutivo del nuovo presidente, il moderato Hassan Rohani, all’industria cinematografica.

(Adnkronos Aki) Roma, 12 settembre – Le autorita’ iraniane hanno autorizzato la riapertura della Casa del cinema (Khaneye Sinama) a Teheran, luogo simbolo per gli artisti che si opponevano al precedente governo ultraconservatore di Mahmoud Ahmadinejad. Ad annunciare la notizia e’ stata l’agenzia d’informazione ufficiale ‘Irna’, citando il vice ministro iraniano della Cultura, Hojjatollah Ayoubi, secondo cui la riapertura della Casa del cinema, che era chiusa all’inizio del 2012, e’ un segnale che indica “il sostegno” dato dall’esecutivo del nuovo presidente, il moderato Hassan Rohani, all’industria cinematografica. Continue Reading

Grecia, la stagione turistica frena la flessione del Pil

GreciaMa durante la crisi è boom di suicidi. 

Roma, 10 settembre – Finita l’estate, si tirano le prime somme e tra i Paesi più in voga, spunta la Grecia. Quest’anno la stagione turistica sembrerebbe dare un barlume di speranza per il rilancio dell’economia nazionale, consentendo di chiudere il 2013 con una flessione del Prodotto interno lordo inferiore al 4%, una previsione più che positiva dopo le non incoraggianti stime della Troika, che si aggiravano attorno al 4,2%.  Nel 2012 l’economia ha registrato una contrazione del 6,4%. Continue Reading

Yemen, il 14% spose prima di compiere 15 anni

YemenHuman rights watch:  ”Conseguenze devastanti. Le bambine vengono tolte da scuola, la loro istruzione interrotta in modo permanente e molte soffrono di problemi di salute cronica per avere troppi figli e troppo presto”.

Sana’a, 9 set. – (Adnkronos/Aki) – Il caso di Rawan, la bambina morta dissanguata a 8 anni dopo la prima notte di nozze,  riaccendere i riflettori sulle nozze delle bambine nello Yemen, soprattutto nelle aree tribali e tra le famiglie più povere. Un fenomeno che, secondo ultimi dati dell’Unicef, nello Yemen riguarda il 14% delle bambine, che si sposa prima di compiere i 15 anni e il 52% di coloro che lo fanno prima dei 18.  Nel 2005 l’università di Sana’a ha denunciato che in alcune aree rurali vengono date in sposa persino bambine di otto anni. Continue Reading

Unicef, il 13 settembre giornata internazionale dei lasciti

unicefMateriale informativo, segnalibri, piccoli gadget verranno distribuiti alle persone che si recheranno presso le sedi dei Comitati provinciali e presso le centinaia di biblioteche che hanno aderito all’iniziativa.

Roma, 10 settembre – Il prossimo 13 settembre  in tutto il mondo l’Unicef celebra la Giornata internazionale dei lasciti. “Coloro che hanno deciso di fare un lascito all’Unicef  ci aiutano in maniera preziosa a nutrire, curare, istruire migliaia di bambini in tutto il mondo – ha dichiarato Giacomo Guerrera, presidente dell’Unicef Italia- Scegliendo di fare un lascito all’Unicef si restituisce il sorriso a quei tanti, troppi, bambini che vivono situazioni di povertà estrema. Proprio per questo oggi vogliamo ringraziare tutti coloro che hanno voluto sostenerci nel proprio testamento attraverso un lascito all’Unicef e invitare tutte le persone che hanno a cuore l’infanzia a considerare questa grande opportunità che può cambiare il destino di tanti bambini nel mondo”.  Continue Reading

Yemen, sposa bambina muore dopo prima notte di nozze

yemen sposa bambina Rawan moglie a 8 anni,  deceduta a causa delle lesioni riportate durante il rapporto sessuale con il marito 40enne. 

Roma, 9 settembre –  Orrore nello Yemen per la morte di una bambina di 8 anni, deceduta durante la prima notte di nozze a causa delle lesioni riportate. I genitori l’avevano data in sposa ad un uomo di 40 anni, ma la piccola non è sopravvissuta al primo rapporto sessuale. Rawan questo il nome della bambina, viveva nella zona tribale di Hardh, vicino al confine con l’Arabia Saudita, nel nord-ovest delloYemen. Continue Reading

La Francia trionfa alla finale mondiale della Danone Nations Cup

GetAttachment25.000 gli spettatori a Wembley per il più importante torneo internazionale di calcio Under 12. Più di 400 ragazzi hanno calcato il mitico prato per contendersi l’ambito trofeo. L’Italia si piazza al 15° posto.

Roma, 9 settembre – Davanti al testimonial ufficiale del torneo Zinedine Zidane e a grandi campioni del presente e del passato, come il nuovo fenomeno dell’Inghilterra Tom Ince (figlio del ‘Governor’ Paul) e l’indimenticato Georghe Hagi, la Francia ha vinto la 14a edizione della Danone Nations Cup in una finale tiratissima contro il Brasile conclusasi 3-1 ai rigori dopo che i supplementari erano finiti a reti bianche.  Il terzo gradino del podio è andato al Giappone, 15° posto per i nostri azzurrini.
Sono inoltre stati assegnati alcuni premi speciali, come “Miglior giocatore” al giapponese Hiro Sato, che con i suoi 5 gol e le sue caratteristiche di uomo squadra ha contribuito a portare il Giappone al terzo posto. “Goleador” si è rivelato l’inglese Bobby Frederick Duncan con 9 gol, mentre il portiere del Messico Alonso Rangel si è dimostrato un autentico baluardo con solo 1 gol subito.  Continue Reading

Usa, 107enne ucciso dalla polizia: aveva pistola puntata contro due donne

Mass Shooting at Sandy Hook Elementary School in Newtown ConnecticutCi sono volute le teste di cuoio  per stanare un anziano barricato in casa in Arkansas. L’uomo era armato e stava per sparare contro due donne. Colpito a morte per aver fatto fuoco contro la polizia.

Roma, 9 settembre – Aveva 107 anni l’uomo ucciso dalla polizia durante una sparatoria con il supporto di una squadra speciale delle teste di cuoio (Swat) in Arkansas – Usa. L’episodio è accaduto nella località di Pine Bluff e la polizia era dovuta intervenire per liberare due donne sulle quali il 107enne Monroe Isidore all’interno della sua abitazione, aveva puntato una pistola. Come riferito dai media locali una volta che gli agenti sono riusciti a liberare le donne, hanno provato a trattare con l’anziano ma in risposta l’uomo ha sparato attraverso la porta chiusa. I poliziotti hanno quindi chiesto i rinforzi ed sul posto è intervenuta una squadra delle teste di cuoio(Swat).
Per cercare di far arrendere Isidore, armato e barricato in casa,  gli agenti hanno sparato gas lacrimogeni attraverso la finestra della camera da letto. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com