Amnesty International chiede all’Onu di consegnare ad Icc presidente Sudan

amnesty-international-logoOmar Hassan Ahmad al-Bashir vuole assistere ad assemblea delle Nazioni Unite ma Amnesty ribatte “ deve essere consegnato alla Corte penale internazionale per crimini contro l’umanità”

Roma, 20 settembre – A seguito delle notizie secondo cui il presidente sudanese Omar Hassan Ahmad al-Bashir ha domandato un visto per assistere alla 68esima sessione dell’Assemblea generale, Amnesty International ha chiesto, agli stati membri delle Nazioni Unite, di esigere che egli sia consegnato alla Corte penale internazionale (Icc), dove e’ indiziato di crimini di guerra, crimini contro l’umanita’ e atti di genocidio commessi nella regione del Darfur dalle forze armate sudanesi e dalle milizie janjawid, loro alleate.
“Nonostante il mandato d’arresto spiccato dall’Icc nei loro confronti, il presidente al-Bashir, due altri esponenti del governo e un presunto leader janjawid, continuano a essere protetti dal governo sudanese, che rifiuta di collaborare con la Corte” – ha dichiarato Tawanda Hondora, Deputy Director of Law and Policy di Amnesty International. Continue Reading

Siria, Unicef denuncia: conflitto colpisce anche bimbi palestinesi

profughi-palestinesiNel conflitto siriano, “sono 1 milione i bambini profughi e oltre 3 milioni di piccoli innocenti colpiti dalla guerra” tra loro anche molti palestinesi .

 Roma, 20 settembre“Ci sono 1 milione di bambini profughi, oltre 3 milioni di piccoli innocenti colpiti dal conflitto. Quasi 2 milioni di bimbi sono sfollati. Ogni giorno, tante persone, compresi i bambini, vengono uccise, mutilate, e profondamente traumatizzate in seguito alla condotta sfrenata del conflitto armato in molte aree urbane. Pensiamo ad esempio a Mohammad Al-Khatib di 14 anni che giorni fa e’ stato ucciso da un proiettile mentre stava tornando a casa a piedi dopo aver comprato il pane in un panificio nel suo quartiere a Deraa” è l’allarme lanciato da Andrea Iacomini portavoce di Unicef  Italia. “In questo contesto di disperazione non dobbiamo dimenticare i bambini palestinesi presenti in Siria.” – Spiega Iacomini – Continue Reading

Unicef, diritti dei bambini garantiti dal mondo imprenditoriale

unicefLanciata strategia per la Responsabilità sociale d’Impresa: Innovazione sociale e codici di condotta a misura di bambino.

Roma, 20 settembre  – L’Unicef ha lanciato le sue linee guida per aiutare le imprese ad integrare i diritti dei bambini nella propria catena del valore. “Le imprese possono contribuire positivamente a garantire il diritto di ogni bambino all’istruzione, alla salute e alla protezione. E ‘importante che ogni bambino abbia la possibilità di sviluppare il proprio potenziale. Allo stesso tempo, tutto questo creerà un ambiente favorevole per gli imprenditori. Si creerà un circolo virtuoso, che permetterà al settore delle imprese di fare business in modo sostenibile” – ha dichiarato la Regina Matilde del Belgio presente al workshop dell’Unicef, a New York, su Innovazione e Responsabilità sociale d’Impresa.Al workshop sono intervenuti anche leader del mondo imprenditoriale e esperti dei diritti dell’infanzia provenienti da diversi paesi per confrontarsi e analizzare l’impatto che le aziende hanno sui diritti dei bambini e la responsabilità del sistema impresa nel garantirne Continue Reading

Usa, sparatoria in un parco: tra i feriti un bimbo di tre anni. E’ grave

CT shooting03.JPGE’ caccia ai responsabili degli spari che hanno ferito 13 persone ieri sera a Chicago. Gravi le condizioni di cinque di loro, tra cui un bambino ferito alla testa

Roma, 20 settembre – Giovedì sera poco dopo le 22 qualcuno ha sparato colpi d’arma da fuoco in un parco di Chicago. Gli spari hanno ferito 13 persone, tra cui due adolescenti ed un bimbo di soli tre anni. Quest’ultimo, colpito alla testa, versa in gravi condizioni insieme ad altri quattro adulti. Sul posto è intervenuta la polizia che sta svolgendo indagini. Tra le prime dichiarazioni dei testimoni presenti, quella dello zio del piccolo ferito gravemente : “Hanno centrato il palo della luce vicino a me. Vanno in giro ogni notte cercando gente a cui sparare, è una gang”, ha detto l’uomo al ‘Chicago Sun Times’, spiegando di aver visto alcuni uomini con i capelli lunghi stile rasta che sparavano verso il campo di basket del parco da un’auto grigia, allontanandosi poi verso un altro punto del parco.  Proprio ieri erano state pubblicate le statistiche dell’Fbi secondo le quali Chicago è diventata nel 2012 la città con più omicidi d’America, battendo per la prima volta New York . Nella città l’anno scorso ci sono stati 500 morti ammazzati, in aumento rispetto ai 431 del 2011.

 

Il 21 settembre XX giornata mondiale dell’Alzheimer

immagine3

La più diffusa al mondo tra le forme di demenza è la malattia di Alzheimer: da sola rappresenta il 60% di casi degenerazione delle cellule cerebrali


Roma, 20 settembre – Sabato 21 settembre 2013 si celebra la XX Giornata Mondiale dell’Alzheimer, la malattia neurovegetativa più temuta e più diffusa al mondo, con un aumento di tendenza anche in persone giovani. In Italia si parla di circa  500mila persone affette da  questo male progressivo e la  Giornata Mondiale dell’Alzheimer, alla sua ventesima edizione, oltre a sensibilizzare sul tema, ha come obiettivo  approfondire, conoscere, e trovare strumenti adeguati, per affrontare un’emergenza che coinvolge non solo la persona colpita, ma anche famigliari quasi mai preparati e che spesso non sanno cogliere i segnali con cui inizialmente si manifesta la patologia. Nel 43% dei casi infatti la diagnosi arriva in ritardo rispetto ai sintomi: colpisce all’improvviso con un angoscioso declino cognitivo, i primi segnali sono spesso irriconoscibili, il suo esordio è silenzioso ma, una volta sviluppata, la malattia inizia la sua opera di distruzione delle cellule cerebrali e quando i sintomi si manifestano in modo evidente è ormai tardi. La malattia è in una fase avanzata. Continue Reading

Amnesty international: l’Europa contrasti i crimini d’odio omofobico e transfobico

amnesty_international

In Italia manca ancora una legge per contrastare la violena  basata sull’orientamento sessuale e sulle identità di genere.

Roma, 18 settembre – L’Unione europea e i suoi Stati membri non stanno contrastando i crimini d’odio omofobico e transfobico, né proteggono le persone dalla discriminazione, dalla persecuzione e dalla violenza. E’ quanto denuncia, in un rapporto pubblicato oggi, Amnesty International intitolato ‘A causa di ciò che sono: omofobia, transfobia e crimini d’odio in Europa’, in cui si mette in luce le lacune esistenti nella legislazione di molti Paesi europei in cui l’orientamento sessuale e l’identità di genere non sono espressamente compresi nei motivi per cui i crimini d’odio possono essere perpetrati. Continue Reading

Tumore della tiroide, arriva in Italia il primo farmaco per la terapia

Vandetanib Si tratta dell’unica molecola approvata per il trattamento del carcinoma midollare, che colpisce ogni anno circa 200 italiani e 2.400 persone in Europa.

Roma, 17 settembre – Riconoscere il tumore midollare della tiroide come una malattia rara. Istituire un registro nazionale e una rete di centri di riferimento. Rendere i pazienti più informati e consapevoli, diffondendo il messaggio positivo che il carcinoma midollare della tiroide non è più un tumore invincibile. Sono alcuni dei 10 punti del Manifesto del tumore midollare della tiroide che, promosso da AstraZeneca e dall’Osservatorio malattie rare, è stato presentato oggi in occasione dell’arrivo in Italia di Vandetanib: la prima terapia che inaugura, secondo gli esperti, una nuova era nel trattamento di questa rara e particolarmente aggressiva forma di tumore. Si tratta dell’unica molecola approvata per il trattamento del carcinoma midollare della tiroide, che colpisce ogni anno circa 200 italiani e 2.400 persone in Europa. Continue Reading

Giappone, tifone violento: 300mila evacuati

slide_317119_2913872_freePiogge torrenziali e venti fino a 160 chilometri all’ora hanno investito il Giappone stamani, ma il peggio deve ancora venire. Paura per Fukushima

Roma, 16 settembre – Piogge torrenziali e venti fino a 160 chilometri all’ora hanno investito il sud del Giappone stamattina. Si tratta del tifone Man-yi ha che ha colpito diverse regioni. Le autorità hanno invitato 300mila persone ad abbandonare le loro  case, ma adesso il timore è per la sicurezza della centrale di Fukushima, che potrebbe essere colpita dalle intemperie già da questa notte. Secondo i media locali, 4 persone sono disperse, mentre almeno 65 sono rimaste ferite. I lavoratori dell’impianto si preparano da domenica per l’arrivo della tempesta tropicale, e hanno aumentato i controlli per evitare che l’acqua contaminata fuoriesca all’esterno.

Swaziland, il re sceglie una 18enne come sua 15esima moglie

 

Mswati IIIE’  Sindiswa Dlamini  che quest’anno ha partecipato ad un concorso di bellezza.

Johannesburg, 16 settembre (Adnkronos/Dpa) – Moglie numero 15 per l’ultimo monarca assoluto dell’Africa, Mswati III, re dello Swaziland: è una 18enne, che quest’anno ha partecipato ad un concorso di bellezza. Sindiswa Dlamini, già introdotta come «liphovela» (fidanzata reale) nel corso di una cerimonia, ha appena finito il liceo. Sabato, scrive lo Swazi Observer, la ragazza ha danzato davanti a Mswati, 45 anni, tre volte nel corso di una cerimonia tradizionale nel sud del Paese. Continue Reading

Siria, Unicef: quasi 4.000 scuole danneggiate, distrutte o usate come riparo per le famiglie sfollate

Unicef-scuola- SiriaAl via campagna per raggiungere 1 milione di studenti.

Roma, 16 settembre – Il nuovo anno scolastico è iniziato ieri in Siria, ma molti bambini devono affrontare sfide straordinarie per poter continuare la loro formazione. Giunto al terzo anno, il conflitto ha lasciato quasi 4.000 scuole – circa una su cinque – danneggiate, distrutte o utilizzate come riparo per le famiglie sfollate.
Nell’ultimo anno scolastico, quasi due milioni di bambini siriani tra i 6-15 anni hanno abbandonato la scuola a causa degli spostamenti e delle violenze. L’Unicef, in collaborazione con il ministero della Pubblica Istruzione e altri partner in tutta la Siria, sostiene la campagna “Back to Learning”, con l’obiettivo di raggiungere 1 milione di bambini in età scolare colpiti dal conflitto. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]