Lazio salute, piano di governo per le liste d’attesa

nicola-zingarettiDal primo gennaio 2014 Nicola Zingaretti dimezza i tempi della sanità e dà vita alle “Case della salute”

Roma, 19 settembre – Mai più tempi lunghi per visite sanitarie urgenti nelle strutture del Lazio. Lo afferma Nicola Zingaretti che ieri, durante una conferenza stampa, ha reso noto che la Sanità regionale metterà a punto un ‘piano di governo delle liste d’attesa’, attivo dal primo gennaio 2014. Obiettivo è quello ridurre i tempi medi di attesa in tutte le strutture sanitarie regionali, anche quelle convenzionate, passando anche attraverso la limitazione all’intramoenia e al rispetto del programma da parte dei direttori generali, unico deterrente per  il rinnovo dell’incarico dirigenziale. Le prestazioni sanitarie saranno divise in quattro tipologie di priorità: urgente (esami entro 72 ore), breve (entro 10 giorni), differibile (entro 30 giorni le visite, entro 60 gli aggiornamenti) e programmata. Continue Reading

Australia, governo Abbott: poche donne e limitati cambiamenti

Hon-Tony-Abbott-MHR-official-photo1Il nuovo premier australiano Tony Abbott nomina una sola donna su 20 ministri e punta con decisione a tagli alla spesa, riforme fiscali e controllo dell’immigrazione

Roma, 16 settembre – Pochi e ben delineati gli obiettivi da raggiungere del nuovo governo australiano dopo l’elezione a premier del liberale Tony Abbot, il 7 settembre scorso. Tra gli elementi messi in campo durante la campagna elettorale, nella quale Abbott prometteva tagli alla spesa e riforme fiscali a partire dal settore minerario, al primo posto la lotta all’immigrazione. Priorità assoluta alla trattativa con l’Indonesia, per discutere del nodo immigrazione, in particolare per la controversa proposta di pagare pescatori indonesiani come informatori, per avere notizie delle partenze di migranti diretti verso l’Australia, in assoluto contrasto con il rispetto in ambito diritti umani dei richiedenti asilo politico.  Poi va ridisegnato il rapporto con la Cina, principale partner commerciale di Canberra e destinazione di oltre un terzo delle esportazioni australiane,  in particolare di risorse energetiche. Polemiche sulla squadra di governo che su 20 ministri vede una sola donna, Julie Bishop, numero due del Partito liberale, nominata alla guida degli Affari Esteri. Continue Reading

Siria, via armi chimiche entro primi mesi del 2014: intervento Russia determinante

ObamaBritainNorthernIrelandG-8SummitJPEG-07b66_1371498720-1496--330x185Vladimir Putin, in trattativa con Assad per il disarmo,  scongiura l’attacco Usa. La Cina, alleata della Russia nel consiglio di sicurezza Onu, plaude  l’intesa raggiunta.

 Roma, 15 settembre – Il pericolo guerra in Siria per ora è scongiurato. In meno di tre giorni di negoziati a Ginevra, tra Stati Uniti e Russia, si è definito un accordo di massima sul disarmo chimico della Siria. La comune volontà politica sarà tradotta in una risoluzione, che Washington e Mosca si impegnano a proporre al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite in breve tempo. L’accordo prevede in primis una verifica ispettiva già dal mese di novembre. Successivamente gli arsenali di armi che contengono gas verranno trasferiti in luoghi sicuri e distrutti entro la metà del 2014. Determinante l’impegno di Putin che nei giorni scorsi, a causa dell’imminente pericolo di intervento armato da parte degli Usa a Damasco, era intervenuto in maniera diplomatica spiegando come fossero stati i ribelli a usare armi chimiche “Non c’è alcun dubbio che il gas è stato usato in Siria – aveva detto in una lettera al New York Times –  ma ci sono ragioni per ritenere che non sia stato l’esercito ma le forze di opposizione”, un escamotage dei ribelli,  secondo la teoria del premier russo , per “provocare un intervento” di forza straniere.660-0-20130604_142724_33E2E235 Continue Reading

Ue, Parlamento: ok a un testo per abbattere disparità di compenso lavorativo tra uomini e donne

pay gapLa differenza retributiva di genere, a parità di lavoro e capacità professionali, ha vita breve: la commissione europea dovrà prendere atto dei suggerimenti approvati in sede parlamentare

Roma, 13 settembre – In tutto l’ambito comunitario Ue le donne, con pari mansioni e capacità professionali, vengono pagate meno dei colleghi uomini. Il termine usato per definire questo stato di fatto è ‘pay gap’ e il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione per spingere la Commissione, vero e proprio esecutivo comunitario, a far in modo di garantire il pari trattamento sul lavoro tra uomini e donne, anche in busta paga. Gli ultimi dati disponibili risalgono al 2011 e registrano un pay gap in Europa di circa il 16,2 per cento in media, ma entrando nel dettaglio dei  singoli Paesi la situazione è ancor più allarmante. In Italia la differenza è di “solo” il 5 per cento. Enorme invece il divario nei Paesi del nord Europa: 27,3% in Estonia, 22,2% in Germania, 23,7% in Austria, 20,1% in Gran Bretagna e così via. Secondo gli eurodeputati è necessario mettere mano alla direttiva Ue 2006/54/CE del 5 luglio 2006, “riguardante l’attuazione del principio delle pari opportunità e della parità di trattamento fra uomini e donne in materia di occupazione e impiego”. Continue Reading

Cécile Kyenge a Mantova: lo status del migrante non è solo un problema di sicurezza

Maka e Ministro Kyenge KashetuStanding  ovation per il ministro. Testimonial dell’incontro Lilian Thuram e Fred Kiwornu.

di  Geneviève Makaping

Mantova, 9 settembre – Dieci  minuti di applausi per Cécile Kyenge Kashetu, ministro per l’Integrazione. E’ accaduto ieri nel Salone Mategnesco presso la Fondazione Università di Mantova. Un’accoglienza densa e calorosa per la ministra “colorata d’Italia”, nel corso di un incontro dal titolo “Cittadinanza umana e italianità” organizzato da  ‘Articolo 3 Osservatorio sulle discriminazioni’. Due i testimonial dell’evento: Lilian Thuram, già calciatore di Parma, Juventus e Barcellona, campione del mondo e presidente della Fondazione per l’Educazione contro il razzismo nonché autore del libro “Le mie stelle nere” per Add Editore; Fred Kiwornu, regista e autore del pluripremiato lungometraggio “18 Ius Soli”. “Io non ho imposto nessun modello di cittadinanza ma certo è che ‘Ius Soli’ sono due parole che stanno portando un intero paese alla presa di coscienza rispetto ai suoi cittadini ‘altri’ “. Lo ha detto tra gli applausi Kyenge sottolineando che “nel momento della crisi la condivisione è fondamentale”. Continue Reading

Istruzione, 17 milioni per borse di mobilità degli studenti meritevoli

istruzioneDecreto del fare: ministro Carrozza firma Dm

Roma, 9 settembre – Il ministro dell’Istruzione, dell’Università e Ricerca, Maria Chiara Carrozza, ha firmato il Decreto ministeriale che prevede, per l’anno accademico 2013/2014, l’attribuzione di borse per la mobilità, pari a 5.000 euro annui, agli studenti meritevoli che si immatricolano in un corso di laurea triennale o magistrale a ciclo unico in una Regione diversa dalla propria, così come stabilito dal cosiddetto ‘Decreto del Fare’. Continue Reading

Ue, età per la pensione potrebbe salire a 70 anni

pensionato-lavoratore-638x425Ilc (International longevity centre), centro ricerche britannico, lancia allarme: mercato del lavoro in Europa a rischio. Troppi pensionati e pochi giovani al lavoro. I motivi? Calo delle nascite ed aumento in anni di vita.

 Roma, 9 settembre – La maggioranza dei paesi in ambito Ue è entrata in sofferenza economica per quanto riguarda le pensioni e il mercato del lavoro.   Uno studio dell’International Longevity Centre, centro di ricerca britannico specializzato in demografia, evidenzia infatti che a fronte dell’aumentata aspettativa di vita media, è aumentato anche il numero di anni per i quali gli Stati corrisponderanno pagamenti di pensioni. Il dato non va di pari passo con l’entrata nel mercato del lavoro di giovani, ragione per cui molti equilibri economici potrebbero andare al collasso. La soluzione individuata dall’Ilc è una sola: elevare il limite per l’età pensionabile a 70 anni. Presto i contributi pagati dai lavoratori non basteranno più a pagare le pensioni di chi ha smesso di lavorare. Continue Reading

Australia, Tony Abbot è il nuovo premier

tony_abbottCattolico conservatore e leader del Partito Liberale, Abbott vince la competizione politica per la conquista del governo australiano contro lo sfidante laburista e primo ministro uscente Kevin Rudd.

 Roma, 7 settembre – “Per la settima volta in 60 anni vi informo che il governo dell’Australia e’ cambiato”, così oggi da Sidney il nuovo premier australiano Tony Abbott, candidato per il Partito Liberale, non appena quasi il 90% dei voti scrutinati avevano già decretato un largo margine di preferenze a suo favore. Abbott, 55 anni sposato ed padre di tre figlie, subentra al laburista Kevin Rudd ed in  campagna elettorale aveva promesso tagli alle spese per 42 miliardi di dollari australiani, tagli alle tasse e in particolare la soppressione della carbon tax, introdotta dai laburisti, da sostituire con uno schema di mercato delle emissioni a partire da luglio 2014. Nel programma presentato all’elettorato anche  l’adozione di una linea ancora più dura nei confronti dell’immigrazione clandestina. L’Australia è l’unico stato al mondo ad avere una legge che impone la detenzione degli immigrati irregolari. Abbott, che ha definito la questione dei richiedenti asilo un’emergenza nazionale, è per una risposta ancor più dura, la Operation sovereign borders, che prevede azioni di tipo militare coordinate da un’unica struttura di comando. Continue Reading

Lovegiver, il progetto per una legge sull’assistenza sessuale ai disabili

assistenza sessualeTra le discriminazioni peggiori c’è la convinzione che non provino emozioni ‘sessuali’. Lovegiver ha già raccolto 5mila firme per regolamentare anche in Italia la figura dell’assistente sessuale già legale in Olanda, Germania e Danimarca, Svezia e Svizzera.

 Roma 31 agosto – Si chiama ‘Lovegiver’ il progetto che prevede una nuova figura professionale a supporto della disabilità nel nostro Paese. Ha già raccolto più di 5mila firme in pochi mesi e ha come obiettivo la legalizzazione dell’assistente sessuale per disabili fisici o psichici, professione già regolamentata in Olanda, Svizzera, Svezia, Danimarca e Germania. “Il sesso, che piaccia o meno, è un’energia insopprimibile nell’essere umano” – spiega Debora De Angelis, testimonial di Lovegiver – “ Laddove i primi impulsi si risvegliano, quasi ogni essere umano riesce in un qualche modo a provvedere autonomamente e per un certo tempo alla gestione di questa energia. Masturbazione. Ovvero si impara da soli a capire come funziona il proprio corpo, quali fantasie lo eccitano, come liberare un’energia che se trattenuta all’interno senza essere in un qualche modo sfogata o fatta circolare, provoca una pressione insopportabile”. Kaori Kawai in ‘Sex Volunteer’ sostiene che, oltre a mangiare e dormire, l’appagamento sessuale è uno dei tre bisogni fondamentali dell’uomo, senza differenze fra abili e disabili. Continue Reading

Roma, Al via i lavori per la metro C

marinoIl sindaco Ignazio Marino comunica la riapertura cantieri per il 10 settembre. Dal 2015 i cittadini potranno usufruire della la tratta fino a San Giovanni.

Roma, 31 agosto –  “Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo: con tempi certi e trasparenza nelle responsabilità riaprono i cantieri della Metro C. Abbiamo chiesto a Roma Metropolitane e Metro C di tornare al lavoro, lo formalizzeremo all’inizio della prossima settimana al ministero. È una vittoria per Roma e per i romani”. Così dalle pagine di facebook Ignazio Marino, sindaco di Roma, nel dare l’annuncio della riapertura dei cantieri per la costruzione della linea C della metropolitana capitolina. L’inizio lavori è fissato al 10 settembre e la linea sarà operativa ‘fino alla stazione Lodi a partire da ottobre 2014 e fino a San Giovanni dall’autunno-inverno 2015’. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]