Kyenge, giudizio immediato per Calderoli, aveva paragonato il ministro ad un orango

calderoliLa Procura di Bergamo interviene per le offese contro Cècile Kyenge durante un comizio tenuto dal politico leghista a Treviglio: il ministro non aveva sporto querela ma i magistrati hanno individuato l’aggravante della discriminazione razziale

 Roma, 7 novembre – Anche se il ministro all’Integrazione non aveva presentato querela per le offese ricevute da Roberto Calderoli durante un comizio leghista a Treviglio (Bg), la magistratura locale ha ritenuto di dover procedere d’ufficio per l’aggravante rappresentata in quell’occasione dalla discriminazione razziale. L’episodio risale alla scorsa estate quando il 12 luglio, parlando dal podio, Calderoli aveva paragonato Cecilie Kyenge ad un orango,”Quando vedo la Kyenge non posso non pensare a un orango”, aveva affermato. Calderoli è indagato per diffamazione aggravata dalla discriminazione razziale e i due pm della Procura di Bergamo che si occupano del caso, hanno scelto di non passare attraverso il gup, chiedendo un giudizio immediato, un iter che viene consentito se c’è l’evidenza della prova, nel caso specifico le registrazioni del comizio.

Usa, approvata in Senato legge contro discriminazione gay sul lavoro

C_4_articolo_2008260_upiImageppCon 64 voti a favore, tra cui 10 senatori repubblicani,  e 32 contrari passa l’Employment non discrimination Act (Enda) : coronato il sogno di Ted Kennedy di quasi 10 anni fa. La decisione finale passa alla Camera, in prevalenza conservatrice

 

Roma, 7 novembre – “E’ una decisione che spinge l’America verso la realizzazione dei nostri ideali di libertà e giustizia. Chiedo alla Camera di votare quel testo e inviarlo alla mia scrivania in modo da trasformarlo in legge”. Ha dichiarato  Obama dopo l’approvazione da parte del Senato americano dell’Employment non discrimination Act (Enda), la legge contro ogni tipo di disparità di trattamento ai danni di lavoratori gay, lesbiche, bisessuali e trans. I voti favorevoli sono stati 64, mentre 32 sono stati i contrari, e ben 10 senatori repubblicani si sono uniti alla maggioranza democratica, un dato che fa ben sperare per la votazione finale alla Camera, in prevalenza conservatrice. Lo stesso Barack Obama si era già espresso in favore della proposta di legge sul sito americano dell’Huffington Post sostenendo che  “Negli Stati Uniti, chi sei e chi ami non potranno mai essere due elementi per poter licenziare qualcuno”. Continue Reading

Kyenge, vittoria De Blasio è bella notizia per democratici e per integrazione

Bill de Blasio celebrates with his familyMinistro Integrazione considera elezione nuovo sindaco New York di origini italiane, un messaggio forte che unisce i grandi Paesi

Roma, 6 novembre – «L’elezione di Bill de Blasio a nuovo sindaco di New York è una gran bella notizia per tutti i democratici che hanno a cuore i valori della libertà e dell’uguaglianza», lo ha dichiarato la ministra per l’Integrazione Cécile Kyenge. «La figura di de Blasio, che anche in queste ore ha sottolineato con orgoglio le sue origini italiane, è un messaggio che arriva forte e chiaro e che rafforza l’idea di integrazione come opportunità per i grandi Paesi».

Lidu, solidarietà a Giachetti, vicepresidente Camera

giachettiLettera della Lega italiana dei diritti dell’uomo a Roberto Giachetti, in sciopero della fame da 25 giorni per abolizione Porcellum

 

Roma, 1 novembre – “La L.I.D.U. , Lega Italiana per i Diritti dell’Uomo, intende esprimere all’On. Giachetti vivo apprezzamento e solidarietà per la sua battaglia condotta con metodi non-violenti, e unire la sua voce a quanti sollecitano la rapida adozione di una legge elettorale che garantisca ai cittadini, al cui complesso appartiene la sovranità come afferma la Costituzione, il diritto di eleggere deputati e senatori che realmente li rappresentino, ed a loro rispondano.

Il Deputato Giachetti sta facendo da giorni lo sciopero della fame per attirare l’attenzione su questa che, oltre agli aspetti politici ed istituzionali, si configura come una violazione dei Diritti Umani. Continue Reading

Kyenge, immigrato che lavora è risorsa, il nemico è l’evasore

2013-10-30 09.44.50Ministro all’Integrazione interviene al convegno‘Cittadinanza e integrazione: esperienze a confronto’ , organizzato dall’Ambasciata Britannica in Italia in collaborazione con l’American University of Rome

Roma, 30 ottobre – “Il nostro nemico è chi non rispetta i diritti delle persone, chi non rispetta le regole e questo non c’entra nulla con il colore e l’etnia delle persone” così il ministro Kyenge intervenendo stamane al convegno ‘Cittadinanza e integrazione: esperienze a confronto’, organizzato dall’ambasciata britannica di Roma in collaborazione con The American University of Rome . «Bisogna spiegare alla gente che chi ‘ruba’ un posto all’asilo non è l’immigrato che paga le tasse ma l’evasore» ha spiegato il ministro all’Integrazione ai presenti ponendo l’accento sulla centralità  del ruolo italiano in Ue in tema di immigrazione. In Italia sono 900mila i giovani costretti a vivere con il permesso di soggiorno, il 12,6% sul totale, pur essendo immigrati di seconda generazione, “non a caso” dice Kyenge – “ per la prima volta è nato un vero ministero all’Integrazione”. Continue Reading

Kyenge, al via campagna su lavoro immigrati

kyenge 4Il ministro al’Integrazione  ha presentato alla stampa il progetto “ Il lavoro è cittadinanza”, nato grazie alla collaborazione con Inps

Roma, 30 ottobre – Sono circa 2milioni i lavoratori immigrati contribuenti in Italia. Lo ha reso noto  il ministro all’Integrazione Cecilie Kyenge durante la conferenza stampa di presentazione della campagna dal titolo ‘Il lavoro è cittadinanza’, che si è svolta oggi presso la sala Monumentale di largo Chigi 19 – Roma. Il dato, attestato al dicembre 2012 dall’Istituto Nazionale Previdenza  Sociale,  distingue in macrosettori  gli extracomunitari che svolgono un lavoro regolare nel nostro Paese: 883mila sono  contratti a tempo indeterminato, 270mila hanno in essere contratti a tempo determinato, seguono i lavoratori domestici con 467mila unità,   159mila sono esercenti commercianti  e 120mila sono le attività artigianali. Continue Reading

Kyenge: al via oggi a Roma i lavori della sesta conferenza Cahrom del Consiglio di Europa

kyenge 3A Roma i rappresentanti dei 47 paesi membri, oltre a Ong europeee organismi internazionali: il focus è sulle comunità rom in Ue, dall’educazione alle discriminazioni, al diritto al lavoro e alla salute.

Roma, 28 ottobre- La ministra per l’Integrazione, Cecile Kyenge, ha aperto oggi i lavori della Sesta Conferenza Cahrom che riunisce il gruppo di esperti del Consiglio d’Europa specializzati sulla problematica della inclusione sociale dei rom. La Conferenza di carattere internazionale vede, da oggi, presenti a Roma i rappresentanti dei 47 paesi membri del Consiglio d’Europa, oltre ai principali organismi internazionali e non governativi europei, i quali si confronteranno su tutti gli aspetti più rilevanti della condizione in cui versano le comunità rom in Europa e in Italia, dall’educazione alle discriminazioni, al diritto al lavoro e alla salute. Per la Kyenge: «Ospitare per la prima volta in Italia una conferenza di così alto livello sulla tematica dei diritti umani dei rom, è il segnale di una rinnovata attenzione del Governo italiano ad un problema tanto scottante, come quello della inclusione dei Rom nel tessuto socio-economico del Paese, che richiede oggi risposte urgenti che si possono dare solo con la collaborazione di tutte le istituzioni a livello europeo, nazionale e territoriale». Continue Reading

Confsal – Snals, cambiamo la legge di stabilità

confsal snalsNo alla doppia penalizzazione: blocco del contratto, blocco delle progressioni economiche di anzianità

Roma, 28 ottobre – “Esprimiamo netto dissenso sui provvedimenti che prevedono il blocco del contratto, degli scatti di anzianità e dell’indennità di vacanza contrattuale. Ancora una volta si è voluto infliggere a chi lavora nella scuola un’intollerabile penalizzazione, che non si spiega né si giustifica con le difficoltà finanziarie del paese” così Confsal Snals  che preannuncia una manifestazione nazionale a Roma per il giorno 30 novembre in accordo con Flc-CGIL, CISL-Scuola, UIL-Scuola, SNALS-Confsal e Gilda-Unams.  Qui di seguito il testo del comunicato:

“È inaccettabile che si prelevino dalle tasche dei lavoratori ulteriori risorse, come avviene rastrellando la quota di economie da reinvestire sulla scuola per la valorizzazione della professionalità; così facendo si indebolisce ancor di più il potere d’acquisto delle retribuzioni, peraltro già basso, mentre mancano per i lavoratori pubblici gli annunciati interventi di riduzione della pressione fiscale”. Continue Reading

Cécile Kyenge incontra Aung San Suu Kyi

 aungIl ministro all’Integrazione accoglie il premio Nobel per la pace e la definisce donna ‘simbolo’

Roma, 28 ottobre – “Una donna tenace, simbolo di forza, di pace e di umanità”, lo ha detto la ministra per l’Integrazione, Cécile Kyenge, al termine dell’incontro con il premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi. “Sono felice di aver avuto l’opportunità di conoscere una donna che, con il proprio impegno, sta influenzando il percorso democratico di una nazione”. “Per sostenere le proprie idee – ha concluso la ministra – Aung San Suu Kyi ha pagato un prezzo personale altissimo e, con la sua presenza in Italia, non può che rafforzare quello che ci ha trasmesso in tutti questi anni di lotta pacifica: la certezza che anche una sola persona può cambiare i destini delle persone, con la potenza dei propri valori”.

Camera, in commissione Giustizia passa testo su custodia cautelare

carcere_h_partbIl nuovo testo modifica i termini di applicabilità della misura del carcere preventivo: al giudice una più rigorosa e concreta valutazione caso per caso

Roma, 24 ottobre –  In commissione Giustizia alla Camera, su proposta dei relatori Anna Rossomando (Pd) e Carlo Sarro (Pdl), è stata adottata come testo base la proposta a prima firma Donatella Ferranti sulla riforma della custodia cautelare. L’11 novembre è stato fissato come  termine per la presentazione di emendamenti. Il provvedimento, che rientra tra le misure strutturali segnalate dal capo dello Stato nel suo messaggio alle Camere sul sovraffollamento carcerario, punta a ridimensionare l’utilizzo della  carcerazione preventiva restituendole natura di ‘extrema ratio’, da applicare soltanto qualora altre misure coercitive o interdittive risultino inadeguate. Il testo introduce il requisito dell’attualità’ nel pericolo di fuga o di reiterazione del reato e richiede al giudice una più rigorosa e concreta valutazione. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com