La Lidu sul caso Shalabayeva: disattesi i diritti umani per interessi economici di lobby contrapposte

liduUna lettera ad Emma Bonino a firma dell’Associazione denuncia: lo Stato in crisi di sovranità mette a rischio i diritti umani a favore di potentati economici transnazionali.

Roma, 18 luglio – Mentre la mozione di sfiducia presentata dal M5S al Senato contro l’operato di Angelino Alfano sul caso di espulsione a danno di Alma Shalabanieva, la kazaka moglie del dissidente Mukhtar Ablyazov rimpatriata il 30 maggio scorso con la figlia Alua di soli sei anni, mette a rischio l’attuale Governo, la Lidu (Lega italiana diritti dell’uomo) solleva una questione di principio legata al significato più profondo della tutela dei diritti umani, intesi come cardine portante delle odierne democrazie. Non ci sta la Lidu e lo fa con una lettera rivolta ad Emma Bonino, ministro degli Esteri, e a Giorgio Napolitano, presidente della Repubblica. “La Lidu rileva quanto, nell’attuale età globale, gli Stati nazionali non siano più in grado di garantire i diritti fondamentali che li connotano quali Stati liberi quando siano in gioco gli interessi d’assetti imprenditoriali transnazionali che dominano scenari più estesi dei territori sottoposti alla loro sovranità”, si legge nella lettera . Continue Reading

Sudafrica, per Mandela compleanno in ospedale: ma le condizioni migliorano

MandelaFesteggiamenti in tutto il Paese per Madiba.  Per l’occasione è stato organizzato un dibattito dell’Assemblea Generale dell’Onu a New York.

Pretoria, 18 luglio – Le condizioni di Nelson Mandela, nel giorno del suo 95esimo compleanno, “migliorano a vista d’occhio”. Ricoverato nell’ospedale di Pretoria dall’8 giugno scorso a causa dell’infezione polmonare che lo perseguita da anni, il premio Nobel per la Pace festeggia anche il quindicesimo anniversario di matrimonio con Graca Machel. . “Madiba – si legge in una nota diramata dal governo del Sudafrica – rimane in ospedale a Pretoria, ma i medici hanno confermato che il suo stato di salute migliora costantemente”.  Continue Reading

Egitto, sostenitori e oppositori di Morsi domani di nuovo in piazza

EgittoOggi gli appelli arrivati da entrambi gli schieramenti. 

(Adnkronos – Aki) – Roma, 18 luglio – Nuove manifestazioni di sostenitori e oppositori del presidente egiziano deposto Mohamed Morsi sono previste per domani in Egitto dopo gli appelli odierni a scendere in piazza arrivati da entrambi gli schieramenti. L’Alleanza nazionale per il sostegno alla legittimita’, guidata dai Fratelli Musulmani, ha fatto sapere che le manifestazioni di domani ”manderanno al mondo il messaggio che la maggior parte degli egiziani” contesta l’intervento dei militari che il 3 luglio hanno deposto Morsi, primo presidente eletto del Paese. ”Il golpe conferma la fine della sovranita’ del popolo”, hanno aggiunto. Continue Reading

Kazakistan, la Procura di Roma acquisisce la relazione di Pansa

++ Caso Ablyazov: Farnesina, da questura no indicazioni ++Nel dossier si ipotizzano i reati di ricettazione e di possesso di documenti falsi da parte della Shalabayeva. I pm vogliono sentire la moglie del dissidente. 

Roma, 17 luglio – Il pasticcio kazako si sposta nei palazzi della giustizia. Mentre la politica prova a trovare il bandolo della matassa sull’estradizione di Alma Shalabayeva, moglie del dissidente Mukhtar Ablyazov, la Procura di Roma oggi ha acquisito  la relazione del capo della Polizia, Alessandro Pansa. Continue Reading

Egitto, non vuole portare il velo: 15enne si uccide

velo donne islamiche 2Amira si toglie la vita con la pistola del padre: non voleva cedere alle pressioni della sua famiglia.

Il Cairo, 17 luglio – (Adnkronos/Aki) – Non voleva indossare il velo e per questo si e’ uccisa. E’ la storia di Amira, una ragazzina egiziana di 15 anni, che non voleva cedere alle pressioni della sua famiglia. La giovane, riportano i media locali, aveva deciso di dire addio allo hijab, ma dopo questa scelta era stata vittima di ”violenze” da parte della sua famiglia. E alla fine, stando a quanto emerso dalle indagini, si e’ uccisa con la pistola di suo padre. La tragedia e’ avvenuta la scorsa settimana nella provincia di Giza, ma la notizia e’ stata diffusa solo oggi.

Gran Bretagna, ok della Camera dei Comuni alle nozze gay: manca il sì della Regina

nozze gayL’ok di Buckingham Palace potrebbe arrivare già in settimana.

Roma, 17 luglio – La Gran Bretagna a un passo dall’introduzione del matrimonio gay. La legge, infatti, ha concluso il suo iter alla Camera dei Comuni e adesso manca solo l’autorizzazione della regina Elisabetta. Lunedì scorso la Camera dei Lord aveva dato il via libera e in settimana potrebbe arrivare anche il sigillo reale.  Continue Reading

Kazakistan, Alfano alle Camere: io e nessun altro ministro era informato

Alfano“Non è mai stata presentata domanda d’asilo da parte della Shalabayeva”.  Di seguito il link del ministero dell’Interno con la relazione integrale del capo della Polizia.   http://www.interno.gov.it/mininterno/export/sites/default/it/assets/files/26/2013_07_16_relazione_sul_caso_Shalabayeva.pdf

Roma, 16 luglio – Alla fine l’unica testa a cadere, almeno per il momento, e’ quella di Giuseppe Procaccini, il capo gabinetto del ministro dell’Interno Angelino Alfano, che si è dimesso dopo le polemiche che hanno investito il suo ruolo nella gestione del caso Shalabayeva, la moglie del dissidente kazako Mukhtar Ablyazov, espulsa dal nostro Paese insieme alla figlia. Oggi, sul tavolo di Alfano e’ arrivata la relazione sulla vicenda del capo della Polizia, Alessandro Pansa. In seguito, il ministro ha riferito alla Camere. Continue Reading

Siria, è strage di bambini: uno è stato giustiziato a un checkpoint di Damasco

siriaAltri sei sono morti durante un bombardamento da parte delle forze fedeli al  presidente Bashar al Assad. 

Roma, 16 luglio – Strage di bambini in Siria nelle ultime ore dalle forze fedeli al presidente Bashar al Assad . Nove persone, tra cui un bambino, sarebbero stati giustiziati a un checkpoint nella provincia di Damasco. A darne notizia sulla loro pagina facebook, gli attivisti dell’Osservatorio siriano per i diritti umani, Osdh. L’episodio, spiegano, e’ avvenuto ieri sera a Qara, nei pressi della citta’ di Qalamun. Continue Reading

India, gruppo rapisce e stupra suora per una settiamana: arrestato un cugino

stupro indiaLa vittima ha 28 anni. All’origine della violenza potrebbero esserci motivi familiari. 

Roma, 16 luglio – Rapita e stuprata da un gruppo di uomini per un’intera settimana. La vittima è una suora di 28 anni e il posto in cui è accaduto è ancora una volta l’India,  nell’area di Bamunigam, nel distretto di Kandhamal (Orissa). L’aggressione si è consumata dal 5 all’11 luglio, ma la notizia è stata data solo ieri.  La religiosa, originaria del distretto di Kandhamal, vive a Chennai (Tamil Nadu), dove sta finendo gli studi del college. Continue Reading

Kazakistan, il Cir chiede risposte su rispetto normativa italiana e internazionale

99251270_ablyazov_352433c-400x266“Nell’indagine siano chiariti sei aspetti fondamentali”. 

Roma, 15 luglio – “In previsione della relazione del ministero dell’Interno al Parlamento e dell’indagine che Pansa si appresta a fare, il Consiglio italiano per i rifugiati (Cir), che ha saputo dell’espulsione della signora Shalabayeva e della figlia il 31 maggio scorso – purtroppo a danno già avvenuto – e che l’ha resa pubblica già dal 4 giugno scorso indirizzando lo stesso giorno anche una lettera al ministro degli Esteri, Emma Bonino, richiede che siano chiariti nell’indagine 6 aspetti fondamentali. Tutti aspetti legati alla violazione di norme nazionali e internazionali”. E’ quanto si legge in una nota del Consiglio italiano per i rifugiati (Cir).  Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]