La Spagna sorda alle proteste di Lidu ed Open Dialog Foundation rimpatria il kazako Pavlov

770_w267_h196Alexandr Pavlov sarà estradato da Madrid, ad attenderlo in Kazakisthan interrogatori e torture per ottenere informazioni su Mukhtar Ablyazov

Roma, 23 luglio – Ieri il giudice del tribunale di Madrid che doveva decidere sul caso di Alexandr Pavlov, il kazako ex security del dissidente e ricercato dal suo paese e dall’Interpol Mukhtar Ablyazov, ha dato l’ordine di procedere con l’estradizione. Si tratta della  sentenza successiva all’udienza dello scorso 18 luglio: in quella data il tribunale spagnolo ha ascoltato i testimoni, compreso un ex caporedattore di un giornale indipendente kazako “Vzglyad”, Igor Vinyavskiy e uno degli analisti della fondazione Open Dialog. download Continue Reading

Nasce la Lidu Sardegna

IMG-20130722-WA0000Inaugurata a Cagliari la Lega Italiana Diritti dell’Uomo con il benvenuto dei vertici regionali dell’isola

di Maria Vittoria Arpaia

Cagliari, 22 luglio – Stamattina alle 10.30 a Cagliari, nella bellissima sala del Convento di San Giuseppe, si è svolta la conferenza stampa di inaugurazione del Comitato della Lidu (Lega Italiana dei Diritti dell’Uomo) della Sardegna.

Erano presenti il vicepresidente del Consiglio Regionale della Sardegna Michele Cossa e l’assessore all’Igiene,  Sanità e Assistenza Sociale Simona De Francisci, insieme al presidente nazionale Lidu Alfredo Arpaia e alla neo presidente della sezione sarda Roberta Usai . Continue Reading

Unicef: 125 milioni di donne e bambine hanno subito mutilazioni genitali femminili.

unicefLanciato oggi il Rapporto ‘Female genital mutilation/cutting: a statistical overview and exploration of the dynamics of change’.

Roma, 22 luglio – Secondo un nuovo rapporto dell’Unicef, pubblicato oggi, più di 125 milioni di bambine e donne sono state sottoposte a mutilazioni genitali femminili/escissione. Una su cinque vive in Egitto. Nei prossimi dieci anni 30 milioni di bambine rischiano ancora di subire questa pratica.
Il rapporto ‘Female genital mutilation/cutting: a statistical overview and exploration of the dynamics of change’, elaborato sulla base di 70 indagini rappresentative a livello nazionale nell’arco di vent’anni, è ad oggi la raccolta più completa di dati e analisi sul tema. Continue Reading

Una legge per i diritti delle coppie omosessuali: la richiesta di Mara Carfagna

carfagna-mara-campagna-omofobia-infophoto--324x230La portavoce del gruppo Pdl alla Camera dei deputati prende così posizione nell’ultimo post del suo blog e si dice preoccupata per la tenuta del governo

Roma, 22 luglio – Mara Carfagna non ha dubbi: “Non stancherò mai di ribadirlo: sono a favore di una legge che riconosca i diritti delle coppie omosessuali, cosi’ come ritengo indispensabile dotare il nostro Paese di una normativa efficace che colpisca in maniera severa e certa i reati di omofobia”. La portavoce del gruppo Pdl alla Camera dei deputati prende così posizione nell’ultimo post del suo blog. “Su queste battaglie- prosegue l’esponente del Pdl- sono e sarò sempre in prima linea. Non ho cambiato, ne’, tanto meno, ho intenzione di cambiare idea. E proprio per questo voterò a favore della legge contro l’omofobia. Nel corso delle settimane mi sono fatta promotrice di un tentativo di mediazione per garantire che il testo potesse avere in Aula il maggior sostegno possibile. Continue Reading

Francia: incendio in sede Femen

Explosion in GennevilliersAl rogo sede a Parigi delle attiviste femministe, ma la polizia assicura ‘non doloso’

Roma, 21 luglio – Non ha fatto vittime il rogo che si è sviluppato questa mattina alle 5,30 nella sede delle Femen di Parigi. “Ci sembra una strana coincidenza che quest’incendio arrivi una settimana dopo la polemica sul timbro”, riferisce Inna Shevchenko alludendo all’uscita di un nuovo francobollo in cui i tratti della Marianne, simbolo della repubblica francese, sono ispirati a quelli della leader delle Femen. E’ proprio dalla sua stanza che si è propagato l’incendio che ha distrutto il secondo piano dello stabile, che secondo la polizia non è di natura dolosa ma causato da un incidente. Continue Reading

Cina : nuovo codice penale disattende diritti umani

25388Amnesty International monitora il nuovo codice penale cinese e denuncia: non tiene conto dei diritti umani

 Roma, 21 luglio – Il primo Gennaio 2013 sono entrati in vigore gli emendamenti al Codice di Procedura Penale apportati dall’undicesimo Congresso Nazionale del Popolo della Repubblica Popolare Cinese – quinta sessione. Si tratta del secondo cambiamento del Codice del 1979, dopo quello avvenuto nel 1996. In sostanza una modifica attesa da 15 anni. Amnesty International ne ha analizzato per sei mesi l’attuazione ed è arrivata alla conclusione che il nuovo codice di procedura penale cinese ha reso legali una serie di violazioni dei diritti umani mentre i pochi miglioramenti introdotti non vengono rispettati. Ma quali sono le modifiche che rappresentano un passo in avanti per il diritto procedurale penale cinese in tal senso? Continue Reading

Dubai, norvegese violentata e condannata per relazione extraconiugale

Polizia DubaiParadossale storia capitata ad una 24enne in viaggio di lavoro a Dubai.  
Roma, 21 luglio – Brutta avventura per una ragazza norvegese che ha denunciato di avere subito violenza sessuale mentre si trovava a Dubai per un viaggio di lavoro, ma  e’ stata condannata a 16 mesi di reclusione per aver fatto sesso fuori dal matrimonio, spergiuro e consumo di alcol. La paradossale storia è capitata a Marte Deborah Dalev di 24 anni ha presentato una denuncia per stupro nel marzo scorso, proprio quando si trovava negli Emirati Arabi Uniti. Continue Reading

Iraq, ondata di bombe contro sciiti a Baghdad: almeno 65 morti

Baghdad(AGI) – Baghdad, 20 luglio – Un’ondata di 12 tra autobombe e ordigni piazzati sul ciglio della strada sono esplosi in diversi quartieri sciiti di Baghdad ha causato almeno 65 morti e 190 feriti. Lo riferisce un colonnello della polizia e fonti mediche locali. Gli ordigni sono tutti esplosi al tramonto quando i mercati sono piu’ affollati per gli acquisti per la cena che chiude le giornate dopo il digiuno per il mese sacro del Ramadan.

Rio de Janeiro in attesa del Papa tra proteste e repressione della polizia

Brasile: il Papa atteso per lunedì ma la gente è esasperata e grida contro le troppe spese sostenute

BRASILE-PROTESTE-2Roma, 20 luglio – Il 21 luglio Papa Bergoglio toccherà il suolo brasiliano per la celebrazione della Giornata Mondiale della Gioventù,  che terminerà dopo 7 giorni di messe, visite a favelas, santuari, ospedali, e incontri con i giovani.

Ma dopo gli scontri delle scorse settimane, in seguito a manifestazioni di piazza della popolazione contro gli sprechi di denaro per i mondiali che si terranno in Brasile, contro la corruzione e per una distribuzione più equa del reddito, il clima è incandescente e la preoccupazione resta alta in attesa dell’evento: “il Papa è sereno — dice padre Federico Lombardi, direttore della Sala stampa vaticana —, sa che le manifestazioni non sono contro di lui o contro la Chiesa e ha la più totale fiducia nelle capacità delle autorità brasiliane nel fronteggiare la situazione”. Continue Reading

Cile: Amnesty International in difesa di una bimba di 11 anni incinta dopo stupro del patrigno

20130710_stuproAborto proibito in Cile, ma 38 minori al giorno subiscono violenza sessuale spesso con conseguenti gravidanze

Roma, 20 luglio – Uno studio realizzato dalla Unidad de delitos sexuales de la Fiscalia Nacional de Chile evidenzia una drammatica realtà: sono 38 al giorno i bimbi sottoposti a violenza sessuale in Cile, molto spesso in ambito familiare. Tra i casi più recenti quello di Belen, una bimba di 11 anni rimasta incinta dopo il reiterato stupro del patrigno. A quanto emerge dalla denuncia di Amnesty International si tratta di una bambina che viveva con la nonna e ogni fine settimana andava in visita dalla mamma. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]