Pena morte: Napolitano, Italia strenuo sostenitore dei diritti umani

4napolitano_230Messaggio di plauso del Presidente a ‘Nessuno tocchi Caino’

Roma, 26 luglio  – Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in occasione della presentazione del Rapporto 2013 di ‘Nessuno tocchi Caino’ su ‘La pena di morte nel mondo’ ha inviato, per il tramite del Segretario generale Donato Marra, un messaggio in cui esprime apprezzamento per la ”tenacia con la quale l’Organizzazione continua ad adoperarsi per il conseguimento di un obiettivo di grande valore etico e civilta’ giuridica. L’Italia e’ uno strenuo sostenitore dei diritti umani e delle liberta’ civili. Continue Reading

Nasce sodalizio tra Rete Fattorie Sociali e Comitato giovani Lidu

fattorie socialiAccordo Lidu e Fattorie sociali per il recupero delle categorie svantaggiate

di Maria Vittoria Arpaia

Roma, 25 luglio  – “Lo scopo che vogliamo raggiungere mediante l’accordo con Lidu giovani è quello di non lasciare indietro nessuno. Il nostro sodalizio nasce per dare luce a tutte quelle categorie sociali che vivono in disagio e di cui da tempo ci occupiamo con eccellenti risultati”  lo afferma Marco Berardo Di Stefano presidente nazionale della Rete Fattorie Sociali  a margine di un incontro con Comitato giovani Lidu,  che si è svolto oggi nella sede della Lidu in Piazza d’Ara Coeli 12 – Roma. Continue Reading

Tunisia, assassinato Mohamed Brahmi membro dell’opposizione

Mohamed BrahmiLa famiglia accusa  Hennahda, il partito al governo. Manifestazioni di protesta nel Paese. Per  domani proclamato il lutto nazionale e lo sciopero da parte del sindacato Uggt.  

Tunisi, 25 luglio – Sale la tensione in Tunisia. Oggi è stato assassinato a colpi d’arma da fuoco a Tunisi, mentre usciva di casa, Mohamed Brahmi, membro dell’opposizione tunisina. Brahmi, ex segretario generale del Movimento del Popolo e deputato dell’Assemblea costituente tunisina, e’ stato raggiunto da dodici pallottole in un agguato nella sua abitazione dell’Ariana, nella zona nord della Grande Tunisi. Alla notizia dell’uccisione di Mohamed Brahmi, centinaia di persone sono scese in piazza per manifestare davanti al ministero dell’Interno. Per disperderle, riferiscono alcune radio locali, la polizia ha lanciato granate lacrimogene. Nella cittadina di Sidi Bouzid è stato data alle fiamme la sede del partito islamico Ennahda, attualmente al governo. ”Condanniamo con forza questo crimine atroce che ha colpito il politico Brahmi e la transizione democratica in Tunisia”, si legge in una nota pubblicata sulla pagina facebook di Ennahda. Continue Reading

Giustizia, Lidu: sistema cinese rischia di contagiare occidente

scarpaScarpa, segretario dell’associazione umanitaria, lancia allarme: diritti umani chimera in qualsiasi paese che come la Cina non mette al centro dell’attenzione i diritti fondamentali della persona

Roma, 25 luglio – “Il nuovo codice di procedura penale approvato dall’undicesimo Congresso Nazionale del Popolo della Repubblica Popolare Cinese , rileva la natura meramente illusoria dei miglioramenti, in termini di diritti umani, che le autorità cinesi presentano con questo nuovo apparato legislativo” ne è convinto Riccardo Scarpa, docente di diritto Costituzionale e segretario nazionale di Lidu onlus ( Lega Italiana Diritti dell’Uomo). Continue Reading

Yemen, scappa di casa a 11 anni per evitare il matrimonio combinato dai genitori

nada yemen 2“Molte bambine hanno deciso di gettarsi in mare e ora sono morte. Ho cercato di risolvere il mio problema”.

Roma, 25 luglio – Scappa di casa a 11 anni per evitare il matrimonio combinato dai genitori. E’ la storia di Nada, una ragazzina yemenita, che ha preferito lasciare la sua casa e denunciare il comportamento della sua famiglia piuttosto che essere costretta a sposarsi ancora bambina e con un uomo che non desiderava. “Non potevo più vivere con la mia famiglia e ora vivrò con mio zio- racconta Nada in un video che circola in rete- La mia famiglia ha minacciato di uccidermi se fossi andata da mio zio”. Continue Reading

Staminali, terzo giorno di protesta sotto Montecitorio per i fratelli Biviano


staminali montecitorio3“E’ dura ma andiamo avanti ad oltranza.  I nostri politici sappiano che solo la morte ci fermerà”. 

Roma, 25 luglio – Dopo la sosta di una notte per far fronte ai problemi di salute causati dai due precedenti giorni di protesta, e soprattutto dalla notte trascorsa a dormire per strada davanti a Montecitorio, i due fratelli disabili Sandro e Marco Biviano, che stanno protestando dai giorni scorsi davanti a Montecitorio per rivendicare il diritto alla cura con Stamina, sono tornati davanti al palazzo del Governo per incatenarsi. Continue Reading

Diritto allo studio a rischio: l’allarme della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

universitàPresentato al Governo un documento che evidenzia i problemi relativi all’emendamento approvato dalla Camera dei Deputati. Il nuovo testo introduce nuove norme in materia di diritto allo studio universitario e crea le condizioni per una confusione normativa e di gestione, tale da mettere a rischio le attuali garanzie che gli studenti hanno finora riconosciute.

Roma, 24 luglio – Il diritto allo studio è a rischio. A lanciare l’allarme è la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e lo fa in un documento consegnato al Governo in sede di Conferenza Stato-Regioni. Il testo evidenzia i problemi relativi all’emendamento approvato dalla Camera dei Deputati che introduce nuove norme in materia di diritto allo studio universitario. Per la Conferenza, l’emendamento è da ritirare in quanto crea le condizioni per una confusione normativa e di gestione, tale da mettere a rischio le attuali garanzie che gli studenti hanno finora riconosciute. Continue Reading

Asp sempre più nel mirino: ma chi paga è sempre il cittadino

DSCF4227-1024x824Mentre la Corte dei Conti cita in giudizio il San Raffaele di Cassino per l’ennesimo caso di presunta malasanità, un po’ di chiarezza su chi a vario titolo è responsabile in casi di questo tipo.
Roma, 23 luglio – L’ultimo caso di presunta malasanità pubblicato su ‘Corriere della Sera’ sabato 20 luglio, riguardante la citazione in giudizio da parte della Corte dei Conti ai danni del San Raffaele di Cassino per danno erariale pari a 87milioni di euro, evidenzia la necessità di comprendere tecnicamente le modalità con cui i piani sanitari sono gestiti a livello regionale. Ma soprattutto, in un clima di tagli esasperati nel settore sanità e a seguito dei numerosi scandali che hanno investito gran parte delle regioni italiane negli ultimi tempi, è importante comprendere chi decide, chi controlla e chi pianifica spese che dovrebbero essere messe in campo a vantaggio della salute dei cittadini, ma che troppo spesso diventano un utile occulto per le tasche di pochi “privilegiati”. Continue Reading

Australia, coste vietate per i richiedenti asilo: accordo con Papua Nuova Guinea

immigrati

Il premier australiano stoppa l’entrata di profughi via mare.

 Roma, 23 luglio – “D’ora in poi i richiedenti asilo che arrivano in Australia via mare non avranno alcuna possibilità di stabilirsi nel nostro Paese come profughi. Se saranno riconosciuti come profughi genuini, saranno reinsediati in Papua Nuova Guinea”, così Kevin Rudd premier australiano in merito all’arrivo di nuovi barconi con a bordo immigrati. Un accordo definitivo firmato a Brisbane con Peter O’Neil, premier di Papua Nuova Guinea, sancisce  il dirottamento dei richiedenti asilo nel vicino stato-arcipelago, etichettato come uno dei luoghi più violenti del mondo. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]