Tunisia, liberata l’attivista Amina Sboui: era in carcere da maggio

Amina fuori dal carcereLa Femen era stata arrestata con l’accusa  di profanazione di tomba.

Roma, 2 agosto – E’ stata rilasciata dopo tre mesi di carcere, Amina Sboui, l’attivista Femen tunisina arrestato lo scorso maggio con l’accusa di profanazione di tomba. La 19enne aveva scritto la parola “Femen” sul muro di un cimitero per protestare contro una riunione del gruppo salafita Ansar al-Shariah. Diventata il simbolo della protesta contro l’integralismo islamico, Amina è stata liberata ieri dal penitenziario di Sousse, nel sud della Tunisia, dove era detenuta. I suoi sostenitori hanno diffuso sul we le sue foto all’uscita dal carcere mentre  fa il segno di vittoria. “Adesso è con la famiglia e spero che sia del tutto al sicuro”, ha detto il suo avvocato.

Kazakhstan, arrestato in Francia il marito di Alma Shalabayeva

99251270_ablyazov_352433c-400x266

 Mukhtar Ablyazov, oppositore del ex banchiere, era ricercato anche per bancarotta e riciclagggio. 

Roma, 31 luglio – Mukhtar Ablyazov, oppositore del governo, ex banchiere del Kazakhstan e  marito di Alma Shalabayeva, è stato arrestato a Cannes, nel sud della Francia.  A dare la notizia è stato il suo avvocato attraverso il Financial Times. Ablyazov è stato fermato dalla polizia francese su mandato d’arresto dell’Interpol richiesto dal governo russo.   Continue Reading

Unicef: 223 milioni di bambini vittime di abusi nel mondo

unicefL’organizzazione lancia la campagna #ENDviolence against children per  incitare i cittadini, i legislatori e i governi ad alzare la propria voce contro la violenza sui minori.

Roma, 31 luglio La violenza contro i bambini è fin troppo spesso  un fenomeno invisibile, non ascoltato e non denunciato. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), circa 150 milioni di bambine e 73 milioni di bambini sotto i 18 anni sono stati vittime di episodi di violenza e sfruttamento sessuale nel 2002. Circa il 20% delle donne, e tra il 5% e il 10% degli uomini, hanno subito abusi sessuali da bambini. Gli studi mostrano che per un terzo delle adolescenti la prima esperienza sessuale è stato un atto forzato. Proprio per questo Unicef ha lanciato la campagna  #ENDviolence against children volta ad incitare i cittadini, i legislatori e i governi ad alzare la propria voce contro la violenza sui bambini. Continue Reading

Tentano di entrare in Australia via mare: affondano al largo di Java

1_0_713678Tolleranza zero in Australia su entrata migranti : nel 2012 arrivati in 17mila via mare

 Roma, 31 luglioUn battello che trasportava 205 persone è affondato al largo della costa di Java, Indonesia. Il bilancio è di 9 morti e un numero imprecisato di feriti. Si tratta dell’ennesimo viaggio della speranza verso la costa australiana dove  solo nel 2012, sono arrivati più di 17.000 immigrati clandestini via mare. Sono individui che fuggono dai loro paesi con la speranza di un futuro migliore in Australia. Ma il premier australiano Kevin Rudd aveva qualche giorno fa  annunciato tolleranza zero verso i migranti che, grazie ad un accordo transnazionale, sono destinati ad essere trasferiti  in Papa Nuova Guinea appena sbarcati sulle coste australiane.   Continue Reading

Calabria . Continua sbarco immigrati : a Crotone nave carica di siriani

zcVYnplgPUyAT9gUK2Leld0D9G7BY6dlfKRs68bz9rs=--Sulle coste della  locride ed al largo di Crotone flussi di migranti di diverse nazionalità in cerca di una via di fuga

Roma, 31 luglio  – Al largo di Crotone una nave con 102 migranti di nazionalità siriana è stata intercettata dalla Guardia di Finanza due giorni fa. L’imbarcazione, un peschereccio di 17 metri, avvistato in un primo momento  dal Gruppo Aeronavale della Guardia di Finanza di Taranto a 170 miglia dalla costa ionica in acque internazionali, è stato poi agganciato alle 2.20 della notte da un guardacoste della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Crotone in acque territoriali. Continue Reading

E’ bufera sul decreto svuota carceri: niente carcere per gli stalker

Camera1Due emendamenti sul nuovo decreto potrebbero abolire custodia cautelare per reati di stalking e finanziamento illecito ai partiti

 Roma, 31 luglio – Due emendamenti del nuovo decreto svuota carceri, approvati a Palazzo Madama, potrebbero far decadere la custodia cautelare per il reato di finanziamento illecito ai partiti e per lo stalking. Ed è bufera bipartisan tra le parlamentari donne :  “Il decreto è finalizzato a introdurre pene alternative al carcere per ridurre la pressione insostenibile dell’affollamento nei penitenziari – protesta un gruppo di  senatrici Pd  tra cui Anna Finocchiaro, – “È evidente che si tratta di ricorrere di più per gli imputati in attesa di giudizio agli arresti domiciliari. Ma è chiaro che si deve discernere bene tra i diversi reati e in nessun caso può essere ammissibile che uno stalker attenda il giudizio agli arresti domiciliari, perché si tratta di una contraddizione in termini ed è assolutamente prioritario allontanare l’aggressore per proteggere la vittima. Nessuno ha mai pensato di favorire un reato così odioso. È necessario correggere la norma: le nostre deputate presenteranno alla Camera emendamenti”. Continue Reading

A Lampedusa non ci sono libri: si mobilita il popolo del web

Idk2tzyA4SEOiWCCH0gI84XXXL4j3HpexhjNOf_P3YmryPKwJ94QGRtDb3Sbc6KYlibriLampedusa. Da twitter lanciato un appello «Inviateci libri, qui non abbiamo neanche una biblioteca»

Roma, 30 luglio – «Lampedusa non ha una biblioteca e neppure un negozio dove potere acquistare libri. Voi ci vivreste mai in una città dove non è possibile comprare libri? Io non ci credo! Quindi se in giro per casa avete libri, di qualsiasi genere, che non leggete o avere già letto e di cui volete sbarazzarvi, aderite all’iniziativa». Ecco l’indirizzo: “Donazione dei libri per la prossima apertura della Biblioteca Ibby di Lampedusa Via Cameroni, 92010 Lampedusa (AG)”, è l’appello rivolto al popolo del web dal sindaco di Lampedusa Giusi Nicolini. E pensare che i lampedusani sono i più generosi e tolleranti tra gli italiani e di certo l’estate è il periodo in cui la loro pazienza è messa a più dura prova, per l’arrivo con maggior frequenza di barconi carichi di migranti, complice la bella stagione. Continue Reading

Kyenge: razzismo si combatte con nuova cultura della comunicazione

172750641-6685b910-0ab1-4bc3-bb09-efb6fc3f7784Nel 2012 in Italia aumentati del 61% episodi di razzismo. Ministro integrazione prevede un piano nazionale in Cdm per novembre

Roma, 30 luglioUn piano legislativo nazionale contro il razzismo la xenofobia e l’intolleranza è previsto per novembre prossimo all’approvazione in Consiglio dei Ministri: ”va affrontato il problema del razzismo via internet e bisogna agire sulla comunicazione e sui giovani: abbiamo il dovere di far crescere i nostri figli con una cultura diversa” ha riferito il ministro all’Integrazione Cecile Kyenge in conferenza stampa dove ha presentato la bozza di piano. Continue Reading

Padre Dall’Oglio forse rapito in Siria

dalloglioL’ombra di AlQaeda sulla sparizione del padre gesuita Paolo Dall’Oglio da trent’anni in Siria: da lunedì non è raggiungibile al telefono

Roma, 30 luglioPotrebbe essere stato rapito da islamisti di Al Qaeda il padre gesuita Paolo Dall’Oglio che da trent’anni svolge la sua opera di pace in Siria. Il gesuita, che ha 59 anni, sarebbe stato preso nella città di Raqqa da combattenti dello ‘Stato islamico dell’Iraq e del Levante’, affiliazione irachena di Al Qaeda. Già da lunedì sera risulta irraggiungibile sul telefono cellulare e in questo momento la Farnesina ha avviato indagini per verificare le reali condizioni del padre, che secondo alcune fonti  doveva incontrarsi con alcuni membri del gruppo affiliato ad al-Qaeda, per negoziare la liberazione di un componente di un gruppo dell’opposizione.Padre-dallOglio Continue Reading

Sicilia: a Favignana una Summer school contro l’esclusione sociale

logoUnipaScuola estiva di studi avanzati “Racism, Xenophobia, Social Exclusion” : un percorso formativo promosso dall’Università degli Studi di Palermo

 Roma, 30 luglio – Si terrà a Favignana, dal 9 al 14 settembre, la 7ª edizione della scuola estiva di studi avanzati “Racism, Xenophobia, Social Exclusion”, promossa dall’Università degli Studi di Palermo. Il Corso ha la durata di una settimana full-time. Possono partecipare i candidati in possesso almeno di una laurea triennale. Sono altresì ammessi coloro i quali siano in possesso di titolo di studio, anche conseguito presso università straniere, ritenuto equipollente. Bisognerà iscriversi entro il 2 settembre. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]