Iran, riapre Casa del cinema a Teheran: fu chiusa da Ahmadinejad

Iran Per il vice ministro iraniano della Cultura, Hojjatollah Ayoubi , e’ un segnale che indica “il sostegno” dato dall’esecutivo del nuovo presidente, il moderato Hassan Rohani, all’industria cinematografica.

(Adnkronos Aki) Roma, 12 settembre – Le autorita’ iraniane hanno autorizzato la riapertura della Casa del cinema (Khaneye Sinama) a Teheran, luogo simbolo per gli artisti che si opponevano al precedente governo ultraconservatore di Mahmoud Ahmadinejad. Ad annunciare la notizia e’ stata l’agenzia d’informazione ufficiale ‘Irna’, citando il vice ministro iraniano della Cultura, Hojjatollah Ayoubi, secondo cui la riapertura della Casa del cinema, che era chiusa all’inizio del 2012, e’ un segnale che indica “il sostegno” dato dall’esecutivo del nuovo presidente, il moderato Hassan Rohani, all’industria cinematografica. Continue Reading

Salute, Lorenzin assicura 100milioni di euro per vittime di sangue infetto

corte-strasburgo-01-largeGli italiani infettati da trasfusioni di sangue o da emoderivati hanno vinto la loro battaglia a Strasburgo. Il ministro della salute promette indennizzi a seguito della sentenza della Corte Europea

Roma, 11 settembre – “È necessario reperire ulteriori risorse per garantire il pagamento degli arretrati agli aventi diritto. Il ministero della Salute ha stimato in circa 100 milioni di euro tale nuova esigenza finanziaria e intende avviare un’iniziativa necessaria affinché in tale legge sia introdotta una specifica disposizione idonea a garantire l’esecuzione della sentenza della Corte europea”, così Beatrice Lorenzin a seguito della sentenza emessa pochi giorni fa dalla Corte Europea di Strasburgo che stabiliva  una indennità integrativa speciale a favore delle vittime da trasfusioni di sangue e da emoderivati infetti. Una “importante vittoria per tutti i 60mila cittadini italiani infettati da trasfusioni di sangue” questo il commento del  presidente dell’Associazione politrasfusi italiani, Angelo Magrini dopo la sentenza. Le vittime contagiate si erano ammalate  di epatite o Aids in seguito a trasfusioni di sangue o emoderivati infetti, non controllati dal Servizio sanitario nazionale. Continue Reading

Milano, sabato 14 Giusy Versace testimonial dello sport per i disabili

image.4Lo sport per migliorare la qualità della vita:parte da Piazza Argentina il tour di promozione sportiva e tecnologica ‘Insieme nello Sport’. Domani sera a Vigevano Giusy Versace correrà al Mennea Day

Roma, 11 settembre – Giusy Versace non corre solo per vincere medaglie e battere nuovi record nell’atletica leggera, ma per lanciare messaggi e incentivare i giovani disabili a fare sport e migliorare la qualità della vita.
Questo è l’obiettivo del tour di promozione sportiva e tecnologica ‘Insieme nello sport’ da lei voluto e organizzato, che sabato 14 settembre prenderà il via da Piazza Argentina a Milano, per poi proseguire il 28 settembre a Bologna in Piazza Galvani, il 5 ottobre a Udine in piazza Duomo, il 12 ottobre a Lecce in piazzetta Gaetano Quarta Porta Rudiae, il 19 ottobre a Catania in Piazza Università, ed infine il 26 ottobre a Roma, in una piazza ancora da definire. Al termine del tour e dopo attente valutazioni, saranno individuati 4 giovani disabili a cui destinare protesi e sedie a ruote sportive. Al fianco della Versace in questa nuova e bella avventura ci sarà SKY, televisione da sempre molto attenta al sociale e Össur, marchio leader mondiale nel campo della tecnologia protesica. Continue Reading

Gb, studio universitario svela mappa zone erogene di maschi e femmine

zone erogeneLa sessualità umana ha ‘centraline’ disseminate sul corpo uguali per uomini e donne. Le femmine riconoscono il maschio dall’odore.

Roma, 9 settembre  – Due lavori di ricerca britannici effettuati rispettivamente dalle Università di Bangor e di Stirling, svelano i segreti della sessualità di uomini e donne, sfatando una volta per tutte alcuni luoghi comuni. Il primo studio, effettuato da ricercatori di Bangor e pubblicato sulla rivista ‘Cortex’, riferisce che le zone altamente erogene non sono poi così dissimili tra i due sessi, con un numero più alto di esse a vantaggio delle femmine. L’indagine inoltre ha dimostrato che le differenze tra uomini e donne sono eccessivamente enfatizzate dalla cultura, ma non trovano riscontro nelle risposte del cervello alle stimolazioni. In questa mappatura così speciale il primo posto in classifica per entrambi i sessi è ovviamente andato  ai genitali, seguiti da labbra, orecchie, interno cosce e scapole.  Se per le donne la parte posteriore della gamba è a malapena considerata, gli uomini la valutano come importante quanto le orecchie, mentre le mani risultano più erotiche per gli uomini di quanto non lo siano per le donne. Couple hugging on the bed in bedroom, in passion Continue Reading

Petizione di Change.org : anche le persone sorde hanno diritto di accesso alla televisione di Stato

change_org_logoLa Rai non offre il servizio di sottotitolazione per tutte le trasmissioni nonostante ha ratificato la Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità.

 Roma, 9 settembre – “Mi chiamo Gabriele Gianfreda, sono uno psicologo sordo, Dottore di ricerca in psicologia della comunicazione, e lavoro come consulente e formatore presso l’Istituto Statale per Sordi di Roma”, così l’inizio del testo della petizione e raccolta firme su Chenge.org, a proposito del diritto delle persone sorde ad accedere a tutti i contenuti Rai. “Quando ero piccolo, diversi anni fa,- continua la lettera-  non ho potuto accedere ai sottotitoli per la maggior parte dei cartoni animati, fatta eccezione per Tom & Jerry o Beep Beep & Willy Coyote, in cui veniva dato largo spazio all’azione e alle espressioni facciali. Ho dovuto utilizzare una massiccia dose di inventiva per immaginare i dialoghi dei personaggi, che per me corrispondevano solo ad un aprirsi e chiudersi delle loro bocche”. Continue Reading

Cécile Kyenge a Mantova: lo status del migrante non è solo un problema di sicurezza

Maka e Ministro Kyenge KashetuStanding  ovation per il ministro. Testimonial dell’incontro Lilian Thuram e Fred Kiwornu.

di  Geneviève Makaping

Mantova, 9 settembre – Dieci  minuti di applausi per Cécile Kyenge Kashetu, ministro per l’Integrazione. E’ accaduto ieri nel Salone Mategnesco presso la Fondazione Università di Mantova. Un’accoglienza densa e calorosa per la ministra “colorata d’Italia”, nel corso di un incontro dal titolo “Cittadinanza umana e italianità” organizzato da  ‘Articolo 3 Osservatorio sulle discriminazioni’. Due i testimonial dell’evento: Lilian Thuram, già calciatore di Parma, Juventus e Barcellona, campione del mondo e presidente della Fondazione per l’Educazione contro il razzismo nonché autore del libro “Le mie stelle nere” per Add Editore; Fred Kiwornu, regista e autore del pluripremiato lungometraggio “18 Ius Soli”. “Io non ho imposto nessun modello di cittadinanza ma certo è che ‘Ius Soli’ sono due parole che stanno portando un intero paese alla presa di coscienza rispetto ai suoi cittadini ‘altri’ “. Lo ha detto tra gli applausi Kyenge sottolineando che “nel momento della crisi la condivisione è fondamentale”. Continue Reading

Istruzione, 17 milioni per borse di mobilità degli studenti meritevoli

istruzioneDecreto del fare: ministro Carrozza firma Dm

Roma, 9 settembre – Il ministro dell’Istruzione, dell’Università e Ricerca, Maria Chiara Carrozza, ha firmato il Decreto ministeriale che prevede, per l’anno accademico 2013/2014, l’attribuzione di borse per la mobilità, pari a 5.000 euro annui, agli studenti meritevoli che si immatricolano in un corso di laurea triennale o magistrale a ciclo unico in una Regione diversa dalla propria, così come stabilito dal cosiddetto ‘Decreto del Fare’. Continue Reading

La Francia trionfa alla finale mondiale della Danone Nations Cup

GetAttachment25.000 gli spettatori a Wembley per il più importante torneo internazionale di calcio Under 12. Più di 400 ragazzi hanno calcato il mitico prato per contendersi l’ambito trofeo. L’Italia si piazza al 15° posto.

Roma, 9 settembre – Davanti al testimonial ufficiale del torneo Zinedine Zidane e a grandi campioni del presente e del passato, come il nuovo fenomeno dell’Inghilterra Tom Ince (figlio del ‘Governor’ Paul) e l’indimenticato Georghe Hagi, la Francia ha vinto la 14a edizione della Danone Nations Cup in una finale tiratissima contro il Brasile conclusasi 3-1 ai rigori dopo che i supplementari erano finiti a reti bianche.  Il terzo gradino del podio è andato al Giappone, 15° posto per i nostri azzurrini.
Sono inoltre stati assegnati alcuni premi speciali, come “Miglior giocatore” al giapponese Hiro Sato, che con i suoi 5 gol e le sue caratteristiche di uomo squadra ha contribuito a portare il Giappone al terzo posto. “Goleador” si è rivelato l’inglese Bobby Frederick Duncan con 9 gol, mentre il portiere del Messico Alonso Rangel si è dimostrato un autentico baluardo con solo 1 gol subito.  Continue Reading

Ue, età per la pensione potrebbe salire a 70 anni

pensionato-lavoratore-638x425Ilc (International longevity centre), centro ricerche britannico, lancia allarme: mercato del lavoro in Europa a rischio. Troppi pensionati e pochi giovani al lavoro. I motivi? Calo delle nascite ed aumento in anni di vita.

 Roma, 9 settembre – La maggioranza dei paesi in ambito Ue è entrata in sofferenza economica per quanto riguarda le pensioni e il mercato del lavoro.   Uno studio dell’International Longevity Centre, centro di ricerca britannico specializzato in demografia, evidenzia infatti che a fronte dell’aumentata aspettativa di vita media, è aumentato anche il numero di anni per i quali gli Stati corrisponderanno pagamenti di pensioni. Il dato non va di pari passo con l’entrata nel mercato del lavoro di giovani, ragione per cui molti equilibri economici potrebbero andare al collasso. La soluzione individuata dall’Ilc è una sola: elevare il limite per l’età pensionabile a 70 anni. Presto i contributi pagati dai lavoratori non basteranno più a pagare le pensioni di chi ha smesso di lavorare. Continue Reading

Al via nuovo anno scolastico: attenzione allo zaino

zaino_pesante_3Il peso della ‘cultura’ mette a rischio la salute degli studenti: trasportare libri pesanti sulla schiena provoca lombalgia e alla lunga rovina la postura.

 Roma, 9 settembre – Da oggi riaprono le scuole e, come di consueto, si ripresenta il problema della cartella carica di libri troppo pesanti per schiene ancora giovani. Gli esperti sostengono che il peso dello zaino non deve superare il 10% di quello corporeo. Per  un bambino  di 6-8 anni dunque  non può superare i tre chilogrammi. Inoltre va portato su entrambe le spalle, in modo da bilanciare il peso. Ma le maestre incalzano e nel giro di una settimana a partire dalle scuole elementari, gli studenti saranno carichi di libri e quaderni. Quale soluzione per evitare traumi alla schiena e scoliosi future, ma allo stesso tempo rispettare le volontà dei docenti? La più consigliata è l’uso di un trolley per trasportare il peso della ‘cultura’, ovvero l’intero zainetto, non più sulla schiena ma su rotelle, come una valigia. “Non è detto –  spiega il professor Guido La Rosa,  responsabile dell’Unità operativa di Ortopedia del Bambino Gesù di Roma – che uno zainetto troppo pesante sia l’indiziato principale dello sviluppo della scoliosi, che colpisce sette bambini su mille ogni anno, tuttavia è un fattore non trascurabile, perché portare tutti i giorni un peso eccessivo può portare a sviluppare, se non questa malattia delle vertebre, atteggiamenti posturali scorretti che devono essere curati”. Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com