Kenya, trovata sorgente d’acqua.

kenya-lotikipiMiliardi di litri di acqua nella regione desertica. Gli scienziati sostengono che la falda acquifera scoperta può durare per i prossimi 70 anni

Roma, 29 settembre – Utilizzando la tecnologia sviluppata per la ricerca di petrolio un gruppo di scienziati ha scoperto un vasto serbatoio di acqua sotterranea in una delle regioni più aride del Kenya che, se gestita correttamente, potrebbe ‘dissetare’ ilpaese per più di 70 anni. Si tratta di un bacino con una superficie più grande di Suffolk, che contiene miliardi di litri di acqua. I ricercatori,  che lavorano per la  Radar Technologies International, azienda franco-americana, hanno lavorato per il governo del Kenya e l’Unesco e sono riusciti, con l’aiuto di tecniche sofisticate, a trovare nel nord-ovest estremo del Kenya, vicino ai suoi confini con il Sud Sudan, Etiopia e Uganda, una falda acquifera consistente. La zona del ritrovamento è scarsamente popolata e presenta notevoli difficoltà logistiche. Continue Reading

Puglia, 6milioni di euro per lo sviluppo del tessile sostenibile di SavetheWater- Kitotex

canepaAl via in Salento la produzione sperimentale di tessuti di qualità superiore ed ecocompatibili, con la tecnologia ideata dall’Azienda di San Fermo della Battaglia (Como)

Roma, 18 settembre – Il lusso sostenibile prende casa e laboratorio nel Salento. Con una delle iniziative più innovative dell’industria tessile italiana, Canepa Spa, una delle più importanti realtà tessili a livello internazionale e la Tessitura del Salento Srl hanno siglato il Contratto di Programma da 6,2 milioni di euro “SavetheWater-kitotex”, per lo studio e la realizzazione di nuovi formulati per l’imbozzimatura dei filati superfini di fibre pregiate di origine animale come cashmere, lane merinos, yak, cammello, seta ed eventualmente anche di origine vegetale, artificiale e sintetica. Continue Reading

Giappone, tifone violento: 300mila evacuati

slide_317119_2913872_freePiogge torrenziali e venti fino a 160 chilometri all’ora hanno investito il Giappone stamani, ma il peggio deve ancora venire. Paura per Fukushima

Roma, 16 settembre – Piogge torrenziali e venti fino a 160 chilometri all’ora hanno investito il sud del Giappone stamattina. Si tratta del tifone Man-yi ha che ha colpito diverse regioni. Le autorità hanno invitato 300mila persone ad abbandonare le loro  case, ma adesso il timore è per la sicurezza della centrale di Fukushima, che potrebbe essere colpita dalle intemperie già da questa notte. Secondo i media locali, 4 persone sono disperse, mentre almeno 65 sono rimaste ferite. I lavoratori dell’impianto si preparano da domenica per l’arrivo della tempesta tropicale, e hanno aumentato i controlli per evitare che l’acqua contaminata fuoriesca all’esterno.

Corea del Nord, il governo riaccende il reattore nucleare di Yongbyon

North+Korea+Nuclear+R-320x234Immagini satellitari svelano la fuoriscita di un denso fumo bianco dalle ciminiere del colosso nucleare. Pyongyang disattende ogni accordo sul disarmo.

Roma, 13 settembre – L’agenzia AsiaNews ha reso noto che il governo di Pyongyang, ha riacceso il reattore nucleare. Sembra però che per la fabbricazione di armi nucleari a Yongbyon dovranno passare almeno altri sei mesi, come riferisce il ricercatore presso l’Istituto coreano per la Riunificazione nazionale Choi Jin Wook al Daily Nk. Già lo scorso aprile Pyongyang aveva reso pubblica la volontà di riaccendere il reattore, con capacità di 5 megawatt, che nel 2007 era stato bloccato nell’ambito degli accordi raggiunti dai Colloqui a sei sul disarmo nucleare. Dal dicembre del 2008 Pyongyang ha abbandonato il tavolo – che comprende le due Coree, Usa, Cina, Russia e Giappone – e ha iniziato una politica aggressiva soprattutto nei confronti di Seoul. Continue Reading

Cina, presentato il nuovo piano salva ambiente

CinaAcqua, aria e suolo sono ormai compromessi dalla crescita economica incontrollata che sta causando in alcune città seri problemi alle vie respiratorie della popolazione.

Roma, 13 settembre – In Cina il problema dell’inquinamento dell’aria sta interessando da mesi le principali città, costrette a piani di gestione delle emergenze che implicano lo stop alle attività lavorative e vietano alla popolazione di uscire dalle case. Per far fronte in maniera risolutiva a quello che sembra essere un problema cronico, la Repubblica popolare ha deciso di organizzare un piano che nei punti principali include limiti alla combustione del carbone e divieto di circolazione delle auto inquinanti. Acqua, aria e suolo sono ormai compromessi dalla crescita economica incontrollata che sta causando in alcune città seri problemi alle vie respiratorie della popolazione, danneggiata da limiti di particolato nell’aria, che a gennaio superarono di 40 volte i limiti di sicurezza imposti dall’Organizzazione mondiale della sanità. Continue Reading

Australia, maratoneta fa il giro del mondo in 20 mesi

z487Dopo 17 paia di scarpe e in un tempo inferiore ai due anni Tom Denniss, 52 anni, ha percorso 26mila km ritornando al punto di partenza

 Roma, 13 settembre – Partito il 31 dicembre 2011 dalla Opera House di Sydney ha compiuto il giro del mondo in 622 giorni, coprendo 26mila chilometri e tornare al punto di partenza. Si tratta del maratoneta australiano Tom Denniss, 52 anni, che correndo per venti mesi ha distrutto 17 paia di scarpe, che di sicuro entrerà nel guinness dei primati. In precedenza Dane Jesper Olsen nel 2005 si era già cimentato in questa impresa, ma Dennis lo ha ‘staccato’ per 40 giorni in meno sul tempo di circumnavigazione del globo. L’impresa del maratoneta, terminata ieri, ha anche permesso di raccogliere 37.000 euro che verranno donati in beneficienza a Oxfam Australia, una Ong internazionale che si batte contro la poverta’. Nel suo viaggio Denniss ha attraversato sei continenti: tra i ricordi indelebili il maratoneta ha citato il passaggio sulle Ande, nel Gran Canyon, ma soprattutto la pianura australiana di Nullarbor, estesa 200.000 chilometri quadrati. Continue Reading

Croazia, ancora sei anni per bonificare dalle mine antiuomo

croazia_api_lp-300x186Tempo previsto, per pulire dagli ordigni disseminati in durante la guerra degli anni Novanta, il 2019 secondo una stima del Cromac, ente di sminamento croato.

 Roma, 8 settembre – Ci vorrà fino al 2019 per ripulire la Croazia dalle mine antiuomo, piazzate nel Paese balcanico durante il conflitto degli anni Novanta. Così secondo le stime del Croatian Mine Action Centre (Cromac), l’ente di sminamento croato. A diciassette anni dalla fine della guerra si continua a fare i conti con un’eredità di bombe inesplose che ha causato negli anni una strage di civili . Dal 1991, come riferisce il centro di sminamento croato, 1.960 persone hanno avuto incidenti per esplosione di ordigni. Tra queste, 506 sono rimaste uccise, 1.112 gravemente mutilate e 311 hanno subito lesioni considerate più lievi. A questi si aggiungono 60 morti tra gli addetti allo sminamento, per un totale di 202 incidenti avvenuti durante la “pulizia” del territorio. Sono centinaia gli sminatori al lavoro per la bonifica. Continue Reading

Australia, canoista ostaggio di un coccodrillo

n_05ab0c61a25bb76e0ae4837f70681c7e

Un alligatore di 6 metri assedia su isola per due settimane neozelandese 37enne con la passione da esploratore. Salvato da falò

 

Roma, 3 settembre – Brutta avventura in Australia per Ryan Blair, 37 anni, canoista neozelandese con la passione da esploratore. E’ rimasto ostaggio, con una limitata riserva di acqua e cibo, per due settimane su Governor Island, piccola isola al largo di Kalumburo. Il sequestratore un coccodrillo di 6 metri che lo aveva seguito probabilmente da quando si era fatto lasciare con il suo kayak sull’isoletta. Una volta che l’uomo, accampatosi in zona per effettuare le sue esplorazioni, aveva deciso di rientrare,  è apparso il voluminoso alligatore. Da quel momento ogni tentativo di fuga del malcapitato è andato a vuoto, ogni volta che tentava di allontanarsi riappariva il coccodrillo carceriere. Continue Reading

Aviaria, in Emilia primo caso di contagio umano

aviariaIl virus H7N7 con quattro focolai in atto tra Mordano e Ostellato, ha infettato un operaio che  manifesta sintomi di  congiuntivite

 Roma, 3 settembreE’ risultato positivo al virus H7N7 un uomo che manifestava sintomi da  congiuntivite, operante presso uno degli allevamenti di Mordano colpiti nei giorni scorsi da influenza aviaria. Lo rende noto l’Iss precisando che il virus non è facilmente trasmissibile all’uomo a meno che non ci sia stato un contatto diretto con un animale malato o morto. A differenza di altri virus aviari più aggressivi, come  H7N9 o H5N1, H7N7 tende a dare nell’uomo una patologia di lieve entita’, la congiuntivite in questo caso, come gia’ osservato in un focolaio umano verificatosi anni fa in Olanda. L’uomo lavora nell’azienda del gruppo Eurovo in cui il 21 agosto è stato individuato il primo focolaio di influenza aviaria in provincia di Bologna,  e nei giorni scorsi aveva partecipato all’abbattimento, disposto dalla Regione, delle 600 mila galline dell’allevamento colpito dal virus. Sembra che anche un altro operaio dello stesso stabilimento, abbia contratto il virus. Continue Reading

Roma, 70 tra anziani e disabili diplomati fioristi

germoglilUnitalsi  con il progetto“Germogli diversi” prepara disabili ed anziani  all’arte floreale e alla decorazione su ceramica.

Roma, 1 settembre – Inclusione sociale e nel mondo del lavoro sono gli obiettivi a cui punta  un progetto promosso da Unitalsi dal titolo ‘Germogli diversi’ rivolto a disabili ed anziani a Roma. Il progetto, che si è concluso con la consegna di attestati ai 70 partecipanti, ha avuto il finanziamento del ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Si tratta di un corso a tema sull’arte floreale e sulla decorazione su ceramica, attività che hanno una  spiccata valenza terapeutica con  notevoli recupero di abilità manuale e psichica . Continue Reading

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
redazione@thedailycases.com