Romantik, mille idee per amare il trekking

[AdSense-A]

Un fuoco nel bosco, sulle tracce di un Re, brindando in malga: sono alcune delle proposte dei Romantik Hotels & Restaurants per camminare nella natura. Nei più bei posti d’Italia

Senza-titolo-19

Una vacanza nella natura, durante la quale prendersi tempo per camminare, vivere in silenzio luoghi bellissimi, e al rientro in hotel trovare un’area benessere pronta ad accoglierci. Ai Romantik Hotels & Restaurants il trekking è una fatica piacevole e ripagata, con spunti e idee originali per un soggiorno diverso. Ce n’è per ogni tipo di camminatore, e, soprattutto, spettatore: l’alba sulle Dolomiti, la pace dell’Umbria, i grandi Parchi Naturali. Perché l’occhio vuole sempre – e giustamente – la sua parte.

 Avventure nel bosco, anche per bambini

Un luogo in cui si uniscono la pace del Parco Naturale del Monte Subasio e gli orizzonti delle valli di Assisi e Perugia. Al Romantik Hotel Le Silve di Armenzano (PG), un relais di charme di 19 camere incastonato nel passato e tre casali con appartamenti circondati da sola natura, le attività sportive sono un ingrediente quotidiano. E il pacchetto “Natura e avventura nel bosco” è adatto a grandi e bambini. Comprende tre pernottamenti in doppia con prima colazione, lunch box, e due attività a persona a scelta tra: una lezione di Nordic Walking con la guida Biagio, una lezione di Vita da Trapper per bambini, dove sarà sempre Biagio ad insegnare a costruire un ponte tibetano, ad accendere il fuoco, a costruire una capanna e a fabbricare un arco di fortuna, oppure un Percorso canyoning con guida alle Forre del Marchetto, tra le gole scavate dal torrente. È inoltre incluso il 10% di sconto sui trattamenti di benessere.

Per informazioni: Romantik Hotel Le Silve

Seguendo le tracce di un antico Re

Tra le Dolomiti del Latemar e del Catinaccio a Nova Levante in Val d’Ega (BZ), accanto alle acque multicolore del Lago di Carezza: è benessere alpino quello che propone il Romantik Hotel Post Cavallino Bianco, una struttura tuffata in 45mila metri quadrati di parco naturale. Che porta i propri ospiti alla ricerca dei luoghi di Laurino, personaggio mitico delle leggende ladine, re di un popolo di nani e padre della bellissima Similda, che con lui custodiva il giardino di rose sul Catinaccio. È possibile ripercorrerne le tracce perdute in 4 giornate in compagnia di una guida diplomata. Si parte dall’hotel, punto privilegiato per salire in vetta, sino a Latemar e Catinaccio, e si attraversano scenari davvero degni di una leggenda: è il pacchetto “Escursioni nel regno di re Laurino”, 7 notti in mezza pensione con massaggi compresi (uno rilassante detox e l’altro tonificante alle gambe).

Per informazioni: Romantik Hotel Post Cavallino Bianco

Trekking e trattamenti tibetani

Un mondo di tranquillità e natura, gelosamente protetto dal Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino: il Romantik Hotel Regina di San Martino di Castrozza (TN), lussuosa residenza di montagna a 4 stelle dagli esterni decorati in legno e arredata con oggetti d’antiquariato e magiche collezioni di giocattoli antichi, sorge in una posizione fortunata per chi è alla ricerca di totale relax e per chi voglia camminare tra scenari mozzafiato. L’offerta “Montagna classica” prevede tre notti in junior suite panoramica, una cucina che porta in tavola le migliori specialità della tradizione trentina ed internazionale, un’escursione con Guida Alpina nei luoghi più emozionanti del Parco, e al rientro dalla camminata, un piacevole rituale tibetano pacificatore ed armonizzante per lui, un trattamento speciale al viso per lei e l’ingresso gratuito all’area wellness.

Per informazioni: Romantik Hotel Regina

Quattro giorni al prezzo di tre

Il simbolo delle Dolomiti, le Tre Cime di Lavaredo: un’escursione che è un must per gli appassionati di altezze, dove il cielo sembra fermarsi a guardare la terra, mai così bella. Il Romantik Hotel Santer di Dobbiaco (BZ) sorge proprio in mezzo a questa meraviglia naturale: le tre Cime di Lavaredo, il Plan de Corones eCortina d’Ampezzo. Un paradiso che dal 3 al 7 luglio 2016 e dal 10 al 14 luglio 2016 si può abitare a un piccolo prezzo, con quattro giorni di vacanza benessere da domenica a giovedì pagandone soltanto tre. L’offerta include escursioni guidate in mountain bike con l’esperto Matthias Rehmann ed escursioni a piedi con una guida Globo Alpin. Al rientro, c’è un ampio centro benessere panoramico con piscina interna ed esterna e saune. E la Private Spa realizzata in legno di cembro, noto per le sue proprietà calmanti, dove recuperare l’energia persa e vivere l’emozione di immergersi in perle d’acqua o godersi un profumato bagno di fieno alle erbe alpine.

Per informazioni: Romantik Hotel Santer 

Di malga in malga

Camminare dove è più bello, tra i prati che colorano le Dolomiti, di malga in malga. È un’offerta dedicata agli amanti del trekking quella pensata dal Romantik Hotel Turm di Fiè allo Sciliar (BZ), perla dell’ospitalità nell’universo escursionistico dell’Alpe di Siusi, rinomato per la cucina, le antiche torri che ospitano camere arredate in legno di larice e di cirmolo, il centro benessere a base di trattamenti naturali, la cantina scavata nella roccia. Dal 16 al 31 luglio 2016 c’è la“Settimana delle camminate e delle escursioni” che include 7 notti, 6 giorni con trattamento mezza pensione, una passeggiata con guida all’Alpe di Siusi fino alla piccola malga Mortl, con accoglienza di canederli e vino, un’altra alla malga Tschafondove si può ammirare l’orto di erbe e primizie più alto dell’Alto Adige e godere di una vista panoramica spettacolare, pranzando con i piatti forti del luogo, l’omelette alle erbe e la torta al formaggio. Ma l’offerta non finisce qui: sono inclusi tre bagni nella tinozza di legno, uno al fieno raccolto alla malga Mortl, un bagno all’abete e olio di pino mugo e un bagno al cirmolo e alla menta. E per chiudere, una cena romantica: un menu di degustazione di 5 portate con vini abbinati ad hoc.

Per informazioni: Romantik Hotel Turm

Sui pascoli dell’Ortles

Il Monte Watles, con l’impareggiabile vista sul Gruppo dell’Ortles, oppure la valle di Slingia, poco distante dal confine svizzero, una distesa di pascoli color smeraldo. Sono questi i vicini di casa del Romantik Hotel Weisses Kreuz a Burgusio in Val Venosta (BZ), miscela perfetta che unisce confort moderni e lusso del passato, gestito da 5 generazioni dalla stessa famiglia. L’hotel ha preparato il pacchetto “Settimana attiva” valido dal 24 al 31 luglio 2016, ma anche dal 4 all’11 settembre e dal 2 al 9 ottobre. Incluse tre escursioni con guida alpina, un’imperdibile escursione all’alba per vedere sorgere il sole che nasce dai monti dell’Ortles con prima colazione in malga, un tour in mountain bike per principianti con istruttrice, e al rientro esercizi di rilassamento, sauna e aquagym tonificante nei 1300 metri di area benessere. Ogni giorno è incluso il buffet di prima colazione.

Per informazioni: Romantik Hotel Weisses Kreuz

Profondamente radicata nella rispettiva regione e plasmata dalla tradizione e dalla consapevolezza della qualità – questo è il senso dell’accoglienza per gli oltre 200 Romantik Hotels & Restaurants in 10 Paesi europei, che danno il benvenuto ai loro ospiti provenienti da vicino e da lontano. Individualità che sorprende, genuinità che delizia, genialità che cattura – in breve: un atteggiamento molto speciale verso la vita.

Maggiori informazioni su www.romantikhotels.com.

“Malga che vai, formaggio che trovi…”

[AdSense-A]

 

Negli alpeggi della Carnia per scoprire un mondo di genuinità e di sapori dimenticati. Escursioni, trekking, feste

di Kat

Senza-titolo-15

“In Carnia malga che vai, formaggio che trovi…” Ogni alpeggio, infatti, esprime nei propri latticini molteplici note di gusto e aroma. La variabilità di terreni, vegetazione e microclima che caratterizza ogni singola malga e l’assoluta naturalità dell’alimentazione delle mandrie al pascolo rendono il latte ricco di fermenti e microrganismi assolutamente tipici e unici. Non solo prodotti diversi per gusto, e a volte anche per lavorazione, da malga a malga: negli alpeggi carnici si trovano anche persone autentiche e fiere del loro lavoro, un mondo miracolosamente sopravvissuto all’industrializzazione e all’omologazione, paesaggi intatti di rara bellezza. Sono una cinquantina le casere ancora attive fra queste selvagge montagne del Friuli: dalla fine di giugno a metà settembre i malghesi – seguendo i tradizionali riti della monticazione – vi portano le mandrie a pascolare nei prati in quota, ricchi di erbe e fiori che conferiscono al latte (e quindi a burro e formaggi) profumi e sapori unici.  La maggior parte delle malghe vende direttamente i prodotti. In molte è anche possibile degustarli o assaporare i piatti della tradizione preparati con semplicità e sapienza e serviti su rustici tavoli in legno all’aperto o in piccoli ambienti riscaldati dal fogolâr. In alcune, infine, si può anche dormire, magari con il sacco a pelo e godere così dell’incanto della volta stellata e dei suoni della notte. Vale la pena di salire in malga di prima mattina, in modo da poter osservare il bestiame al pascolo e assistere alla lavorazione del latte per la produzione del burro, del tradizionale formaggio di malga in forme di buona pezzatura (fra i 4 e i 6 kg) e della ricotta (che si usa anche affumicare). Fra i formaggi tradizionali, si producono anche Formadi salât a pasta dura, la Scuete frante (ricotta appena pressata e frantumata che, con aggiunta di panna, sale, pepe ed eventuali semi di finocchio selvatico, acidifica e matura in appositi contenitori per 40-50 giorni) e il Formadi frant leggermente piccante, ottenuto reimpastando con sale, pepe, panna e latte le scaglie di formaggi che presentano piccoli difetti. Chi volesse andare alla scoperta di questo mondo fatto di antiche usanze, genuinità, semplicità, può partecipare alle Giornate in malga, escursioni guidate organizzate questa estate da PromoTurismoFVG.  Oppure trascorrere qualche giorno en plein air, facendo il Trekking della Via delle malghe. Una quindicina i percorsi fra cui poter scegliere, con partenza da vari paesi della Carnia: dedicati ciascuno ad un tema (storia, natura, arte&fede, gastronomia…) portano anche oltralpe, in Carinzia. Dalla fine di giugno alla fine di settembre, la Carnia dedica alle sue malghe una serie di gustose e autentiche manifestazioni. DenominateMondo delle malghe, si tengono in Val Lumiei, in Val Degano e in Val Pesarina: la Sagra del Malgaro ad Ovaro (2-3 luglio), la Festa del Formaggio Salato a Sauris (13-15 agosto), la Festa della demonticazione e Arlois e Fasois a Prato Carnico (11 settembre), la Mostra mercato del formaggio e della ricotta di malga a Enemonzo (10-11, 17-18 settembre).

Praga, patrimonio culturale, vacanze attive, Salute & Benessere

[AdSense-A]

 

Che cosa vedere

Senza-titolo-8

Bohemia Jazz Fest

lug 11, 2016lug 19, 2016

D’estate in Repubblica Ceca risuonerà uno dei più grandi festival di musica jazz d’Europa! Il Festival Bohemia Jazz Fest, indicato dalla rivista Downbeat come uno degli eventi culturali mondiali più importanti, venne fondato nel 2005 dal riconosciuto chitarrista jazz Rudy Linka. Grazie agli sponsor e ai mecenati il Bohemia Jazz Fest è diventato un rituale estivo durante il quale sulle piazze delle città storiche ceche si incontrano gli amanti del jazz di tutta l’Europa centrale per vedere e sentire i più grandi mondiali di musica jazz – e completamente gratis! Oltre al jazz si potrà sentire anche un’ottima miscela di blues, funk e world music.

La festa storica di Zaccaria di Hradec e di Caterina di Vallenstein Telč – ago 19, 2016ago 20, 2016

La festa storica a Telč, la città iscritta tra i monumenti UNESCO!

Accettate l’invito di Zaccaria di Hradec e di Caterina di Vallenstein e insieme ad essi provate l’atmosfera irripetibile della Telč rinascimentale! Dal 2004 ogni anno Zaccaria insieme a Caterina tornano nella loro signoria per salutare il sindaco e i cittadini, per accogliere la grandiosa processione e per ammirare insieme ai visitatori della città l’arte dei cavalieri, i saltimbanco, i ballerini e gli attori teatrali. Per alcuni giorni la vita di Telč viene riempita di musica d’epoca, balli, brevi rappresentazioni teatrali, tornei cavaliereschi e mercati artigianali, non mancherà nemmeno la notte mistica di fuoco. Ai bambini piacerà sicuramente il Giorno delle favole quando potranno ammirare i teatri di strada, i laboratori creativi, l’amata Signora bianca che distribuirà la pappa oppure il gran ballo dei principi e delle principesse.

bohemia-jazzfest

Sole, musica, festival: il cocktail giusto per una splendida estate in Repubblica Ceca. L’estate si avvicina e con lei anche le manifestazioni musicali a lungo attese. Ci sarà di che scegliere in Boemia e anche in Moravia.

Gli intrattenimenti estivi in Repubblica Ceca comprendono anche rinomati festival musicali. A Praga si sta svolgendo proprio adesso la celebre rassegna musicale Primavera di Praga (Pražské jaro), a cui partecipano ogni anno (ormai da più di 70 anni) i migliori artisti di tutto il mondo. Ma gli appassionati di musica rock o di altri generi musicali aspettano l’inizio di luglio per recarsi a Hradec Králové o a Ostrava, dove per esempio anche il quotidiano britannico The Guardian consiglia di andare. Leggete che cosa si sta preparando…

Colours-of-Ostrava-2015_foto_Matyas_Theuer-(46)

Colours of Ostrava tra i migliori

Un po’ di tempo fa il quotidiano britannico The Guardian ha raccomandato il festival Colours of Ostrava(14-17.7.2016) come uno dei dieci migliori eventi musicali in Europa. Il festival non ha una tradizione particolarmente lunga, la prima edizione si è svolta nel 2002, ma anche in così poco tempo è riuscito a farsi conoscere come uno degli eventi musicali e culturali più popolari della Repubblica Ceca. Come mai? In passato sono venuti a Ostrava star come Björk, Bobby McFerrin, Alanis Morissette, John Newman, Sigur Rós oppure la cantante francese ZAZ. Quest’anno verranno gli Underworld, gli M83, ma anche lo scrittore Robert Fulghum. Colours of Ostrava si svolge nello straordinario complesso architettonico di Dolní Vítkovice, che è registrato nella lista delPatrimonio culturale europeo. È in costante miglioramento, come dimostra una costruzione nuova di zecca, la Bolt Tower, chiamata come il corridore Usain Bolt, che è venuto ad Ostrava per partecipare alla gara Golden Spike. Anche questo lo avrete letto di sicuro sul nostro sito web. Ma torniamo al complesso di Dolní Vítkovice. Il complesso industriale formato dalla Miniera Hlubina e da altri edifici sta gradualmente diventando ilfocolaio culturale di Ostrava e in luglio, quando si svolgeColours of Ostrava, anche dell’intera Repubblica Ceca. Venite e capirete da soli perché il festival sia uno dei dieci migliori in Europa!

Rock for People è uno dei classici

L’evento per cui i dintorni dell’aeroporto di Hradec Králové si trasformano in un mare di tende piene di appassionati di buona musica si chiama Rock for People (3-5.7.2016)! Il titolo del festival potrebbe trarre in inganno, non vi si suonerà solo musica rock. Anche se questa continua ad avere il ruolo principale. Quest’anno a luglio ci saranno a Hradec Králové i Massive Attack, The Offspring, i Five Finger Death Punch oppure il gruppo di rock elettronico The Quemists. I visitatori esigono un standard di alta qualità e al festival vogliono ascoltare solo il meglio. Negli ultimi anni si sono abituati ai Limp Bizkit, ai Motörhead, aManu Chao, a Tom Odell oppure ai 30 Seconds to Mars. A Hradec Králové in Boemia orientale potrete quindi verificare se Rock for People è degno della sua fama.I festival di Praga

Musica di vario genere risuonerà in estate anche a Praga. E potrete convincervene già alla fine di giugno, quando inizia il festival United Islands of Prague (23-26.6.2016). Oltre al vasto programma i visitatori apprezzano il fatto che si svolge sulle bellissime isole di Praga, dove pur essendo in Europa centrale vi sentirete come se foste in vacanza nel Mediterraneo. Ma con lo splendido scenario di Praga intorno! Un nuovo arrivato sulla scena dei festival praghesi è Metronom (25-26.6.2016), che vi invita per esempio all’esibizione di Iggy Pop o di The Prostitutes. I concerti di Metronom si terranno nel parco praghese di Stromovka. Se sarete a Praga alla metà di agosto e se vi piace il genereelectro-swing, allora recatevi a Swing Me Prague(13.8.2016). Vi si esibirà ad esempio una star francese di questo genere, il gruppo Caravan Palace. Il festival si svolgerà all’ippodromo di Velká Chuchle, il che gli conferisce un’ulteriore dimensione culturale dato che l’ippodromo ha recentemente festeggiato il suo anniversario dei 100 anni.  Le vacanze estive si concluderanno a Praga con il festival Prague Sounds Good (23-24.8.2016), che si svolgerà in pieno centro, al Forum Karlín. Potrete godervi l’esibizione di gruppi quali i Millencolin o iNOFX.Altri eventi musicali

Per tutto il corso dell’estate si svolgerà il festival musicale Castelli della Boemia e della Moravia, che punta sull’ambientazione e che per le esibizioni musicali sceglie castelli e ville di tutta la Repubblica Ceca. Molto popolari sono anche altri eventi come per esempio Benátská! (28-31.7.2016), che ha luogo aLiberec. Se vi piacciono il punk e il punkrock, il rock’n’roll, l’hardcore, il reggae, lo ska, ilrockabilly o l’indie rock, recatevi a Tábor alla fine di luglio per il festival Mighty Sounds (22-24.7.2016), dove si esibiranno per l’80% gruppi stranieri. Ai visitatori stranieri della Repubblica Ceca interessa anche lo straordinario festival metal Brutal Assault (10-13.8.2016), che si svolge nella storica fortezza di Josefov. Già la fortezza di per sé è piuttosto interessante e al festival potete poi unire anche altre attività, per esempio una gita a Opočno oppure a Nové Město nad Metují. Un fine settimana estivo in Repubblica Ceca sarà nel segno dell’hip-hop. Se ne siete appassionati, annotatevi nell’agenda il nome Hip Hop Kemp (18-20.8.2016) e segnate con un cerchio sulla mappa l’aeroporto di Hradec Králové.

Il giorno di Brno

[AdSense-A]

Venite in Moravia a festeggiare il giorno di Brno!

Senza-titolo-12

La festa cittadina estiva ricorda un importante evento storico: la difesa della città di Brno dall’esercito svedese durante la Guerra dei trent’anni. All’epoca la città si difese con fierezza nonostante lo svantaggio numerico e gli svedesi dovettero battere in ritirata. La festa del Giorno di Brno non può fare a meno delle processioni in costume e della ricostruzione delle scene e delle battaglie per la conquista della fortezza di Spielberg. La città rimbomba delle salve di cannone, potrete vedere le armi storiche, in via Radnická potrete visitare il mercato dell’artigianato dell’epoca e potrete essere addirittura testimoni della forgiatura delle palle magiche nere per il generale svedese Torstenson.

Sette luoghi fantastici dove i bambini possono sfogarsi all’aria aperta

[AdSense-A]

Chi altro riesce a godersi il bel tempo più dei bambini? Venite in Repubblica Ceca a godervelo con loro.

Senza-titolo-10
Che cosa hanno fatto i parchi di divertimento in Repubblica Ceca prima dell’inizio della stagione? Di certo non hanno dormito, hanno invece preparato le novità per quest’anno. Venite a vedere con noi i posti migliori del paese dove recarvi con i bambini.  Anche se finora avessero esitato, vedrete che a Dolní Morava o a Lipno si convinceranno di avere i genitori migliori del mondo.

Le novità a Dolní Morava: tra le nuvole e sotto terra

  1. Al Relax & sport resortu Dolní Morava il letargo invernale non sanno cosa sia: gli ultimi sciatori se ne sono andati da poche settimane e la località si è subito lanciata nei preparativi delle novità per la primavera e per l’estate.  Si sta ampliando quella che è l’attrazione più popolare per i bambini, il parco avventura con le casette, il labirinto nel bosco e i tunnel di alberi, e sul nuovo Sentiero tra le nuvole si stanno preparando molti eventi interessanti. Novità vi attendono anche nel parco acquatico dei Mammut, e presso la pista ciclabile vicino al parco di funi troverete in Mondo di sabbia nuovo di zecca, un parco davvero unico che ricorda un gigantesco recinto per giocare con la sabbia.   Ad attendere i bambini ci sono per esempio corridoi sotterranei, siti archeologici con scheletri di mammut, un giacimento d’oro, un treno che trasporta la sabbia oppure una giostra. Quest’anno per la prima volta potrete affittare un monopattinopresso la stazione superiore della funivia Sněžník, e al cottage Marcelka vi offriranno addirittura un monopattino elettrico che ha un’autonomia di ben 85 km. E non dobbiamo dimenticare il sentiero di Stamichmann, che vi farà conoscere uno spirito della montagna quasi sconosciuto che abita intorno aKrálický Sněžník e ai maestosi monti Jeseníky.
  2. Da qui ci vuole poco per raggiungere Velké Losiny. Mentre gli adulti apprezzeranno la tradizione termale del luogo, i bambini saranno magari interessati a sapere come si fa la carta a mano. A Velké Losiny c’è infatti la più antica (e ancora oggi funzionante) manifattura di carta a mano in Repubblica Ceca.

Una piccola città nel bosco a un’ora da Praga nel parco Mirakulum

  1. Il parco dei divertimento Mirakulum in Repubblica Ceca è una delle mete più frequenti delle famiglie con bambini. Ogni anno ha in serbo delle novità. Si ingrandisce di continuo, si arricchisce di nuove attrazioni e migliora anche i servizi offerti ai visitatori.  Anche quest’anno potete perciò contare su varie novità. Già a partire da maggio apre per la prima volta le porte la nuova città nel bosco con torri mozzafiato e con un sacco di corridoi e passaggi sotterranei.  Nel corso della stagione si aggiungeranno via via il centro a funi sospese, un nuovo tappeto elastico gigante e una pista da tubing naturale. Ulteriormente ampliati saranno anche il mondo d’acqua e i punti di ristoro. Nei mesi estivi Mirakulum sarà aperto tutti i giorni, quando ad ottobre il tempo si farà più freddo potrete invece visitare il parco dei divertimenti durante i fine settimana. Del parco Mirakulum apprezzerete sicuramente anche il fatto che si trovi a solo un’ora di macchina da Praga.
  2. Non lontano dal parco Mirakulum c’è il castello di Loučeň, che dovrebbe essere la meta di tutti gli amanti dell’avventura, piccoli e grandi. Nel giardino del castello di Loučeň c’è un labirinto reale nuovo di zecca. E non è un caso. Nel 2016 la Repubblica Ceca commemora i 700 anni dalla nascita del sovrano più popolare della sua storia, Carlo IV, e il labirinto è stato creato in suo onore. A Loučeň potrete quindi vivere la storia in un modo un po’ più divertente.

 

Fare sport a Lipno

  1. Se è il sud a interessarvi di più sulla mappa della Repubblica Ceca e se i vostri bambini amano le attività sportive di tutti i tipi, recatevi con loro Lipno. Oltre a varie pensioni, pensioncine, alberghi e campeggi troverete anche un parco acquatico, una pista da bob e un bike park. Molto popolare è anche ilSentiero tra le cime degli alberi, che offre assolutamente a tutti un’esperienza da ricordare! Un sentiero privo di barriere architettoniche porta infatti dalle radici fino alle cime degli alberi. La passerella termina con una torre panoramica da cui potete tornare giù a terra magari con lo scivolo. E ancora un’altra cosa! La specialità del 2016 sono, non solo a Lipno, le Olimpiadi. Ma proprio a Lipno nascerà il parco olimpico, dove grazie ai maxischermi giganti vi avvicinerete a Rio de Janeiro, distante migliaia di chilometri, e alla sua atmosfera.

Giochi, rompicapo, animali, labirinto

  1. Compiti pieni di avventura, giochi, rompicapo e programmi interattivi in un villaggio che sembra uscito dal medioevo è quello che potete godervi a Zeměráj, un parco avventura naturale che si trova non lontano dai castelli di Orlík e di Zvíkov. Il parco è accessibile nei fine settimana, durante le vacanze d’estate è invece aperto tutti i giorni.
  2. Potete trovare percorsi naturalistici adatti ai bambini anche in Moravia, per esempio a Uherské Hradiště, nel complesso storico-culturale Park Rochus. Sui mistici monti Beschidi sarete ancora più vicini alla natura, che avrete modo di scoprire percorrendo il sentiero didattico Il cielo dei Beschidi.

A Borgomarina una serata dedicata a “Cervia Città Giardino – Maggio in Fiore”

[AdSense-A]

Videoproiezioni commentate, musica e laboratori.

Senza-titolo-30

E’ in programma per giovedì 30 giugno 2016, alle ore 21, a Cervia, nel Piazzale Maffei, antistante la Torre San Michele. un nuovo appuntamento culturale di Borgomarina Vetrina di Romagna. Il tema della prima parte della serata sarà “Cervia Città Giardino – Maggio in fiore. Gli allestimenti floreali del 2016” con proiezione di suggestive immagini. Presenterà Riccardo Todoli Delegato al Verde Pubblico  del Comune di Cervia.  Nella seconda parte della serata verrà illustrato il tema:“l’Orto Botanico dei Frutti dimenticati” della Casa delle Aie”. La presentazione sarà a cura di Renato Lombardi con proiezione di immagini Sono in programma anche Intermezzi musicali ispirati ai fiori e a tematiche ambientali a cura di Gastone Guerrini ed Eugenio Fantini. Sono previste anche attività di Laboratori per i bambini. L’iniziativa si avvale, per le videopriezioni, dell’apporto tecnico di Massimo Evangelisti ed è promossa con la collaborazione dell’Associazione Culturale Casa delle Aie Cervia. La manifestazione Maggio in fiore è nata a Cervia nel 1972, per iniziativa del Comune di Cervia e dell’Azienda di Cura, Soggiorno e Turismo, con un ruolo di rilievo di Germano Todoli. È nata con l’obiettivo di diffondere la cultura ambientale, degli allestimenti floreali, di avviare un interscambio di esperienze con altre città italiane e straniere, con i maestri giardinieri ed operatori del verde pubblico. Dal 1996 l’iniziativa è stata ulteriormente qualificata dal Comune di Cervia e da allora ha avuto in Riccardo Todoli il proprio attivo e dinamico referente amminstrativo. Accanto alla denominazione originaria dell’iniziativa si è affiancata quella di “Città giardino”, collocandola nell’alveo di una tradizione storica che risale al progetto di piano regolatore disegnato da Giuseppe Palanti e che a partire dal 1912 ha visto nascere la “città giardino” di Milano Marittima, ispirata all’idea avveniristica, per i tempi, di uno sviluppo turistico compatibile con l’ambiente. La scelta di collegare la manifestazione alle radici storiche della nascita del turismo nella realtà cervese dava anche la possibilità di sviluppare le potenzialità turistiche e promozionali della manifestazione, non solo per il mese di maggio, ma per tutta la stagione turistica. Oggi l’iniziativa coinvolge una cinquantina di città italiane e straniere.  Università ed altri enti ed associazioni che si occupano di tematiche floreali e ambientali. “I fiori che uniscono” è il messaggio di un evento che si configura come la mostra d’arte floreale più grande d’Europa, allestita da maggio a settembre  in parchi, giardini, rotonde e spazi di verde pubblico del territorio cervese. La manifestazione ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali, tra i quali, la Medaglia d’oro al concorso europeo “Entente Florale Europe”,  il primo premio cat. “Large” al concorso mondiale International Challenge of Communities in Bloom, con una menzione speciale per i “Giardini internazionali”,  il primo premio concorso Comuni Fioriti  e la Medaglia del Presidente Sergio Mattarella, quale suo premio di rappresentanza. “Cervia Città Giardino – Maggio in Fiore” è un evento straordinario e costituisce anche un grande volano di relazioni turistiche.

PRIMAVERA_FioriGiardino2

L’Orto Botanico dei Frutti Dimenticati  stato inaugurato nel maggio del 2013 ed oggi costituisce un’importante risorsa culturale, didattica e turistica: L’Orto è stato realizzato dall’Associazione Culturale Casa delle Aie con la collaborazione del Comune di Cervia. In un’area di 1200 metri quadrati in prossimità delle Aie, concessa dal Comune,  sono state messe a dimora alcune decine di “piante dimenticate”, presentate con cartellini che riproducono la denominazione in italiano ed anche in dialetto. L’idea di allestire un Orto Botanico dei Frutti Dimenticati a Cervia era stata rilanciata nel 2012 da Renato Lombardi, , riprendendo un’intuizione che aveva avuto Umberto Foschi negli anni Sessanta, ancor prima delle realizzazioni di analoghe idee in altre città della Romagna e dei territori limitrofi. Dall’idea si è passati alla concreta realizzazione grazie all’impegno di Mario Stella e di Gianfranco Zavalloni e alla collaborazione dell’Amministrazione comunale di Cervia ed altri enti.. L’iniziativa ha  finalità culturali, didattiche, ma anche promozionali e turistiche. Seguendo a distanza di molti anni il suggerimento di Umberto Foschi e integrandolo con nuove proposte,  sono state messe a dimora le seguenti piante: azzeruolo, noce, mirabolano, prugno, giuggiolo, alcune varietà di melo a cominciare dal melo cotogno, corbezzolo, fico nero, uva fragola, gelso bianco. pero volpino, ribes nero, ribes rosso, sorbo, melo cotogno, pero lauro, melograno, nespolo, ulivo, mandorlo, pero volpino e pero broccolino. Si tratta una varietà di frutti che erano una volta diffusi nelle nostre campagne e che costituiscono un patrimonio di biodiversità da conservare e valorizzare. Di Umberto Foschi ricorre quest’anno il centenario della nasciata (16 dicembre 1916) che verrà ricordato con numerose manifestazioni rievocative.

Cervia – Sport turismo e stile di vita

[AdSense-A]

Un ricco calendario di attività sportive sulla  costa cervese

offerta20

Questa mattina a Cervia è stato presentato il ricco calendario di eventi sportivi realizzato  in collaborazione con le Federazioni nazionali: incontri di Beach Tennis, Beach Volley,  Foot Volley,  Beach Soccer, Football Americano e Premio in Rosa. Presenti il Sindaco di Cervia Luca Coffari l’Assessore allo Sport Gianni Grandu e Claudio Fantini della società di Eventi Sportur Travel. Hanno preso parte alla conferenza stampa importanti personaggi del mondo dello sport: Paola Paggi campionessa di Volley e Beach volley, Serena Ortolani campionessa di Pallavolo di Ravenna con all’attivo 4 scudetti e che parteciperà alle olimpiadi di Rio, insieme al suo allenatore nonché consorte Davide Mazzanti ( 3 scudetti in tre città diverse, l’ultimo con Imoco Volley – Conegliano), Beppe Patriarca allenatore del Ravenna Volley. Presente anche Paolo Caponigri organizzatore della BTWC il campionato mondiale di Beach Tennis che si terrà  sulla spiaggia di a Cervia dal 2 al 7 agosto. “Il pubblico e il privato fanno squadra per Cervia città dello Sport anche sulla spiaggia  hanno dichiarato il Sindaco Luca Coffari e l’Assessore allo Sport Gianni Grandu -Non solo una località balneare, di cultura e di svago, ma anche ambiente, natura e cultura sportiva, ogni anno meta di migliaia di persone che vogliono unire la vacanza all’attività fisica all’insegna del wellness. Chi pratica sport a livello agonistico, chi a livello dilettantistico, chi semplicemente per mantenersi in forma. Una opportunità che invita ad uno stile di vita sano, alla coesione, al gioco di squadra e una realtà che diventa anche motore propulsivo in ambito turistico.

conferenza-stampa-sport-turismo-e-stile-di-vita

Le attività sportive  cervesi si integrano nel calendario Beach Games attivo su tutta la costa che include gare ippiche, sport spettacolo quale il VIP Master,  ma anche tornei di bridge, oltre alle numerosissime attività sportive che si svolgono sulla spiaggia. Un mese di eventi importanti  dedicati in particolare agli sport di spiaggia ”. Claudio Fantini della Società di Eventi Sportur Travel ha dichiarato: “Oggi sono sempre maggiori le persone che praticano lo sport, questo perché apporta benefici a livello fisico e a livello psicologico. Sia lo sport che il turismo sono due fattori che hanno un grande impatto sociale e uniti tra loro possono offrire un prodotto di alta qualità e apportare vantaggi economici, culturali, sociali e ambientali a quelle località come la nostra che ne fanno tesoro. L’ intenso programma che si terrà nell’estate 2016si ispira proprio a questi valori e per realizzare un sistema di eventi sportivi ben strutturato è stata necessaria la collaborazione tra strutture private, enti pubblici e associazioni sportive. E’ su questa strada che continueremo a lavorare anche in futuro”.

 

Gli eventi sportivi continueranno per tutta la stagione estiva a partire dall’importante evento BTWC ovvero il Beach Tennis World Championship che si terrà dal 2 al 7 agosto sempre sulla spiaggia al Bagno  Delfino.

Montebelli, Tuscan Escape

[AdSense-A]

L’Agriturismo e Country Hotel di Caldana (GR) fa vivere lo spirito autentico della vacanza in una regione straordinari

di Kat

Senza-titolo-12

Una vacanza come la si immagina: piena di tempo per fare le cose che piacciono di più! Quindi, considerando le esigenze di tutti, fondamentalmente spazio per relax, sport, benessere, buona tavola, divertimento e scoperta di nuovi luoghi. Ecco che Montebelli Agriturismo e Country Hotel di Caldana (GR) offre un assaggio speciale di tutti questi elementi, combinandoli in una formula perfetta che diventa l’essenza di quello che si può chiamare il Tuscan Escape. Quasi intraducibile nella sua musicalità poetica, l’idea del Tuscan Escape evoca campi al tramonto e casali in pietra, distese di vigne e olivi secolari, profumi intensi e aria trasparente, il tutto ammantato di una rinascimentale eleganza.  A Montebelli vive questo spirito, profondamente autentico, che mira a donare agli ospiti un’esperienza di vacanza che si fa tesoro, da portare con sé come un souvenir, nel cuore. Si, perché qui è possibile cavalcare liberamente all’interno della grande tenuta, inforcare una mountain bike e pedalare fino al mare (quello da Bandiera Blu della Costa degli Etruschi), prendere il sole a bordo piscina, farsi coccolare con un massaggio o un trattamento benessere all’interno della Spa. Il tutto lasciandosi inebriare dal profumo della campagna maremmana più autentica, e viziare dai piatti dello chef Clarence, che utilizza ingredienti freschissimi a km 0, in gran parte provenienti dall’interno della tenuta Montebelli. Una vera esperienza toscana a 360 gradi, per una vacanza speciale! Senza dimenticare che gioielli come Massa Marittima, Montepulciano e San Gimignano. Volterra e Siena si trovano in un raggio da 20 a 50 km di distanza! Il soggiorno a Montebelli è ricco di piacevoli sorprese, ed è proposto a partire da 110 euro per due persone a notte, con servizio di bed and breakfast.

L’isola che non c’è

[AdSense-A]

In barca o in canoa: scoprire il Parco del Delta del Po, Riserva della Biosfera Unesco, con le escursioni di Barricata Holiday Village.

di Kat

Senza-titolo-9

Una giornata al mare, in un’isola deserta. Lontani dalle spiagge rumorose e affollate. Il paradiso sempre sognato è ora a portata di mano con Barricata Holiday Village, nel cuore del Parco del Delta del Po, riserva della Biosfera Unesco. Tra le novità della nuova stagione estiva, infatti, Barricata Diving organizza, per gli ospiti del Villaggio, un’escursione esclusiva in un’isola del Delta del Po, immersa in un paesaggio integro e selvaggio.  I più romantici non si lasceranno sfuggire l’aperitivo al tramonto all’Isola dell’amore, mentre i più sportivi potranno farsi guidare, in canoa, tra anse e canneti alla scoperta del grande fiume in itinerari poco battuti, che sanno regalare scorci indimenticabili. Vacanze nella natura incontaminata del Parco del Delta del Po, Riserva della Biosfera Unesco da provare con le proposte glamping di Barricata Holidays Village.

Un’isola tutta per te!

Si parte al mattino e si arriva all’Isola che non c’è, luogo magico e selvaggio, immerso in un paesaggio naturale ancora intatto. Ad accompagnare gli ospiti di Barricata Holiday Village in questo sogno le guide di Barricata Diving, impegnate a trovare per la nuova stagione estiva tante suggestive escursioni alla scoperta del territorio. Quando la barca lascia il porto si ha già la certezza che sarà una giornata indimenticabile. Un ultimo sguardo al Villaggio e si risale il Po di Tolle fino al Porto dei Pescatori di Scardovari, dove si trova una delle sette bocche del Po che porta al mare, chiamata Po di Bastimento. Risalendo questo ramo si arriva all’ “Isola che non c’è”: la laguna che la circonda si chiama Busa di Bastimento. L’isola divide il mare dalla Sacca del Canarin. Selvaggia, con una lunga spiaggia soffice e dorata che si stende fino al mare, è il rifugio preferito dei gabbiani che si fermano per crogiolarsi al sole. Sul fronte opposto alla spiaggia la laguna si riempie di canneti e di vegetazione bassa e fitta. Qui si nascondono diverse specie di volatili: gli aironi, la garzetta, il martin pescatore e il cavaliere d’Italia, eletto simbolo del Parco Naturale; ma anche numerose specie di anatre, oche e cigni, tra cui il germano reale, il mestolone, l’alzavola, il codone, l’oca selvatica e il cigno reale. Un asciugamano, box lunch e dell’acqua sono tutto quello di cui si ha bisogno per trascorrere una giornata unica, circondati solo dalla natura, rilassandosi al sole, lasciandosi cullare dal mare e dai melodiosi richiami degli uccelli marini. Verso sera il rientro in barca, al tramonto… via mare, sperando di incontrare le tartarughe caretta caretta, che qui in questo tratto e in questa stagione, sono di casa.

Aperitivo al tramonto all’Isola dell’amore

Cosa c’è di più romantico di un tramonto al mare? Barricata Diving Center organizza un aperitivo in spiaggia in uno scenario unico. Si parte in barca da porto Barricata, si fiancheggia la Sacca degli Scardovari e l’Isola dei Gabbiani fino ad arrivare al Faro di Goro, all’Isola dell’amore, così chiamata perché un tempo rifugio degli innamorati. Una volta arrivati c’è tutto il tempo per godersi una rilassante passeggiata in riva al mare, camminando a piedi nudi sul bagnasciuga, magari raccogliendo qualche conchiglia, da portare a casa come ricordo. E infine, per chiudere la giornata, un gustoso aperitivo: spritz, prosecco e succhi di frutta per i più piccoli da assaporare con deliziosi stuzzichini tipici da assaporare mentre il sole scende e incontra il mare. Si riparte quindi per tornare al Villaggio, con una breve sosta alla Sacca di Scardovari, per ammirare un tramonto unico e suggestivo, dove tutto si tinge di rosso e se si è fortunati spunterà almeno una tartaruga marina: la Sacca è rinomata per le gustosissime vongole, di cui le tartarughe vanno ghiotte!

In canoa tra fiume e mare

Qui, dove il grande fiume incontra il mare, la canoa diventa il modo migliore per conoscere angoli nascosti.Barricata Diving Center consiglia una visita alla Sacca degli Scardovari. È la laguna più ampia del Delta, uno specchio d’acqua famoso per le cozze, chiamate l’oro nero di Scardovari e le vongole, particolarmente buone e gustose. È collegata con il mare e ha una profondità medio-bassa, con canali per la navigazione. L’escursione in canoa parte dalla spiaggia delle conchiglie, ci si addentra nella Sacca degli Scardovari e si prosegue verso l’Isola dei gabbiani e l’Isola dell’amore. Si scivola con la canoa tra i canneti, campi di riso e erba medica per passare alla laguna con le infilate di palafitte, le barche colorate legate ai pali di sostegno, immergendosi in un paesaggio fiabesco, tra rapaci, gabbiani, sterne, passeriformi, ibis, gru e anatre. Un altro scorcio impedibile si può ammirare attraversando l’allagamento di Bonelli. Si parte dal porto di Barricata e si risale la foce del Po di Tolle, entrando in canali d’acqua molto stretti con una profondità che consente la navigazione solo in canoa. Tra vecchie case di pescatori e cannetti si raggiunge il porto dei pescatori di Scardovari. In questo punto il fiume si divide formando l’Isola di Bonelli, un tempo terra fertile e coltivata, oggi laguna del Parco, dove è ancora visibile il borgo agricolo immerso nel canneto. Scendendo verso la foce della Busa di Bastimento si arriva al canneto che divide la zona dalla Sacca del Canarin, una delle lagune più produttive per la coltivazione delle vongole. Costeggiando gli scanni di Bastimento e Barricata si rientra quindi in villaggio.

Glamping, il must dell’estate

Una vacanza al 100% natura? Barricata Holiday Village propone la formula Glamping, una sorta di campeggio dal risvolto glam, per chi cerca una vacanza in mezzo alla natura, ma senza rinunciare alle comodità. Non semplici tende, ma lodge tent, con veri e propri letti con materasso e lenzuola, armadi, cucina, bagno privato e terrazza in legno rialzata. E per chi vuole il top ci sono le lodge tent suite, con romantico letto matrimoniale a baldacchino, vasca da bagno relax e arredi in legno che danno all’ambiente un’eleganza particolare.

Mountain bike in Carinzia: flow e adrenalina

[AdSense-A]

La stagione per tutti gli appassionati di mountain bike e soprattutto della downhill non poteva iniziare al meglio: sarà infatti inaugurato a fine mese il nuovo MTB Trail Weissensee, sviluppato su un percorso di 3,3 chilometri tra le montagne della meravigliosa Valle Gailtal.

Senza-titolo-5

Emozioni sui pedali: si inaugura a fine giugno il MTB Trail Weissensee 

È la nuova proposta per chi cerca emozioni forti in mountain bike: è il MTB Trail Weissensee, un tracciato di downhill che verrà inaugurato a fine giugno dopo quasi un anno di lavoro. Un impianto studiato per poter proporre agli ospiti di questa splendida zona della Carinzia la possibilità di vivere esperienze nuove e indimenticabili. Il MTB Trail Weissensee si snoda su un percorso di circa 3 chilometri e 300 metri tra le montagne della Valle Gailtal, e prevede tratti adatti a principianti e altri per i biker più avanzati. Questi ultimi potranno mettersi alla prova lungo la discesa con dislivello di 370 metri, tra tornanti, sentieri, curve e installazioni artificiali che richiedono massima attenzione. Il MTB Trail Weissensee si fonde letteralmente con la natura che lo circonda e si apre su splendidi panorami del lago Weissensee. E per riprendere fiato tra una discesa e l’altra, immancabile una sosta sulla terrazza panoramica della baita Naggleralm, oppure al Bergbahnstüberl nella stazione a valle. La partenza si raggiunge facilmente tramite la seggiovia Weissensee Bergbahn che propone anche la possibilità di acquistare biglietti giornalieri o di singole salite. Dopo la adrenalinica discesa a valle le MTB possono essere pulite nel apposito sistema di lavaggio a disposizione dei biker.
Per informazioni: [email protected]

Emozioni in vetta e training tecnico MTB nella zona turistica “Nockbike”

Nei monti Nockberge, intorno a Bad Kleinkirchheim e al lago Millstätter See, una rete di percorsi ben segnalati estesa per centinaia di chilometri consente ai bikers di pedalare lungo impegnativi percorsi alpini, divertenti discese single trail e tranquille pedalate attraverso villaggi di montagna e boschi rigogliosi. I percorsi di single trail sono in continuo ampliamento e raccolgono a ogni stagione grandi consensi. Alcuni tracciati arrivano a ben 1.100 metri di dislivello, e sono stati collaudati durante il “Bike Four Peaks”, una delle più importanti gare a tappe di mountain bike in Europa. Nei monti Nockberge, intorno a Bad Kleinkirchheim e al lago Millstätter See, una rete di percorsi ben segnalati estesa per centinaia di chilometri consente ai bikers di pedalare lungo impegnativi percorsi alpini, divertenti discese single trail e tranquille pedalate attraverso villaggi di montagna e boschi rigogliosi. I percorsi di single trail sono in continuo ampliamento e raccolgono a ogni stagione grandi consensi. Alcuni tracciati arrivano a ben 1.100 metri di dislivello, e sono stati collaudati durante il “Bike Four Peaks”, una delle più importanti gare a tappe di mountain bike in Europa. Per chi ama le scalate è disponibile il pacchetto “The Nock Five”: con un’esperta guida di mountain bike, in soli quattro giorni si conquistano cinque delle più belle vette dei Nockberge. Ugualmente emozionante è il cosiddetto “Franz-Klammer-Tour”, che segue il tracciato della famosa pista da sci su cui si svolgono gare di Coppa del Mondo di sci alpino. Spettacolari panorami sul lago e sulle montagne circostanti si possono invece ammirare pedalando attorno al “Panorama-Tour” intorno Millstätter See.  Infine, al centro tecnico Nockbike della scuola sportiva Krainer ai biker è riservata un’assistenza eccellente: oltre al classico servizio noleggio bike, si organizzano tutti i giorni escursioni guidate in mountain bike, divisi in due gruppi secondo il livello di preparazione. Si può anche partecipare a un corso di tecnica di guida o semplicemente partire per un tranquillo giro di prova.
Per informazioni: www.nockbike.at

copyright_Karnten-Werbung_Gert-Steinthaler_Weissensee-0189

Il “Flow Country Trail” in Carinzia del sud

Sul Monte Petzen, inaugurato nella primavera del 2015, i biker si potranno divertire lungo il tracciato del primo “Flow Country Trail” d’Austria, che con il suo percorso di 12 chilometri è il più lungo d’Europa.  Il trail non solo è adatto a biker evoluti che vogliono allenarsi, ma può essere praticato anche dai principianti, perché non richiede particolari conoscenze tecniche. Con la mountain bike al seguito si sale comodamente in funivia fino alla partenza del trail e da qui si scende a valle mettendo alla prova le proprie capacità, divertendosi a ogni curva. Davvero irrinunciabile di tanto in tanto una sosta per fermarsi ad ammirare gli splendidi panorami sulle vicine valli laterali della Carinzia del sud. Un emozionante percorso con un Dirt & Pump-Park e un percorso training per bambini sono stati realizzati presso la stazione di partenza della funivia, per consentire anche ai biker più piccoli di verificare le proprie capacità prima di avventurarsi sul trail. L’offerta viene ampliata ogni anno, ottenendo sempre più consensi e apprezzamenti.
Per informazioni:
http://www.klopeinersee.at/de/articles/detail/flow-country-trail-petzen-mountainbike-urlaub-feistritz/

 

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]