Romantico Foliage

[AdSense-A]

 

Alto Adige. I colori dell’autunno fanno dello Sport & Kurhotel Bad Moos****S di Sesto un nido romantico per innamorati.

Senza-titolo-15

Oltre il fresco ruscello di Sesto, sotto la Cima Scarperi, si trova un prato con alti e maestosi larici, che raggiungono anche i 40 metri di altezza, con radici profonde e forti e un legno ricco di resina. In autunno il paesaggio è da fiaba, grazie ai colori di questi alberi che presentano tutte le sfumature dal giallo al rosso, dall’oro al bronzo. Tra i larici si trovano i vecchi fienili di legno dove i contadini conservano il fieno profumato. Una pennellata di lilla qua e là completa la scena: sono i crochi autunnali che fioriscono col finire dell’estate ricoprendo i prati della Val Fiscalina. È il panorama romantico e suggestivo che si vive allo Sport & Kurhotel Bad Moos****S, ideale per gli innamoratiche qui possono godersi il foliage autunnale con passo lento, mano nella mano.

Romanticismo per la coppia

Gli ambienti romantici di certo non mancano allo Sport & Kurhotel Bad Moos. Dalla lounge alla sala ristorante, dalle suite alle Stube antiche, ogni dettaglio è curato fin nei minimi particolari, nulla è lasciato al caso e l’ospite trova nell’arredo tipico e tradizionale altoatesino, design e charme, accoglienza ed eleganza. La coppia si trova a suo agio in particolare negli ambienti suggestivi della SPA Bad Moos, dove il benessere è pensato per essere condiviso. Nella grotta Vulcania il mix di tre elementi benefici naturali: fango, acqua sulfurea e erbe aromatiche crea una speciale argilla che viene massaggiata dolcemente nel viso e nel corpo, segue il relax abbandonati nei sedili di pietra, nella sala che sembra scavata direttamente nella roccia, con la luce soffusa e una leggera musica di sottofondo. Il pacchetto Vulcania per coppie comprende peeling e massaggio, dura ca. 90 minuti. Altro ambiente nato per la coppia è la Rustically Balneo Suite. Due tinozze di legno, un letto matrimoniale con rossi cuscini, il caminetto con il pentolone in rame, creano un’atmosfera rustica d’altri tempi con pannocchie e sacchettini alle erbe che sprigionano un aroma tutto particolare. A lume di candela, avvolti dal calore del fuoco, la coppia si gode un fantastico bagno profumato, per poi spostarsi nel comodo lettone per il relax, accompagnato da un buon bicchiere di prosecco e da qualche stuzzichino. Il Bagno romantico per due dura ca. 60 minuti, accompagnato da massaggio ca. 120 minuti.

 

Giornate di coccole

Amore fa rima con coccole. Trattamenti che fanno bene al corpo e allo spirito, benessere da condividere con il partner per un piacere completo. Sono le “Giornate di coccole”, il pacchetto wellness tutto dedicato agli innamorati. Si inizia con un purificante Peeling corpo alle erbe personalizzato per lui e per lei (ca. 25 min), poi insieme ci si rilassa in un Bagno per due nella tinozza (ca. 20 min). Si prosegue con un Trattamento viso De Luxe Maria Galland con oro e caviale (ca. 70 min) per lei per una pelle elastica e vitale e un Trattamento viso MEN con trattamento occhi per lui per un’idratazione profonda (ca. 50 min). Altro momento da vivere insieme: il Bagno Alpino o Romantico per due (ca. 50 min), un’esperienza unica, un vero e proprio rituale da assaporare con calma nella SPA-Suite Rustically Balneo con due tinozze di legno, un letto matrimoniale ad acqua con rossi cuscini, e poi ancora il caminetto con il pentolone in rame, le pannocchie appese e i sacchettini alle erbe che sprigionano un aroma tutto particolare. Si conclude con un Massaggio Hot Stone con le pietre basaltiche calde e preziosi oli essenziali, da vivere individualmente (ca. 75 min) e con un Solarium corpo ciascuno (ca. 10 min).

Solo per eventi speciali

Chi vuole trascorrere una serata speciale all’insegna del romanticismo in una cornice spettacolare ha una nuova opportunità! Il pacchetto “Esclusive Night Spa” permette di prenotare dalle ore 20 alle 23 la Panoramic Sauna St. Valentin “Cembra”, ledocce a cascata sulfurea e la Sala relax Old Stube in esclusiva. La coppia potrà rilassarsi in sauna e nella Stube, degustando stuzzichini e frutta fresca. Chi lo vorrà potrà chiedere lapresenza del maestro di sauna per una danza aromatica o l’aromaterapia. La sauna in legno di cirmolo offre una vista incantevole sulle montagne e sulla chiesetta St. Valentin, mentre la Sala relax Old Stube mette a disposizione una location esclusiva e preziosa, arredata con legno di cirmolo e di design, ricavata in un’antica Stube gotica del 13esimo secolo.

Ti regalo il Bad Moos!

Per festeggiare un momento particolare o sorprendere il proprio partner. Le occasioni di certo non mancheranno per utilizzare il buono regalo personalizzato del Bad Moos! Il servizio è disponibile nel sito dell’hotel, all’indirizzowww.badmoos.it. Basta scegliere nel menu di sinistra la voce “Buono regalo”, si aprirà una schermata che permette di scegliere l’immagine più adatta alla propria esigenza, il valore del buono e il messaggio. A questo punto si potrà visionare l’anteprima e procedere con l’ordine, il buono sarà inviato via mail pronto per la stampa. Un gesto semplice per unregalo davvero indimenticabile! Dal 18 settembre al 3 novembre 2016, un pernottamento in camera matrimoniale standard “Cima Uno” con trattamento di mezza pensione e libero accesso alla SPA Bad Moos con la nuova area saune.

Tra paguri e anemoni

[AdSense-A]

Estate sportiva: SUP, nuoto, tennis, calcio, tiro con l’arco, canoa, equitazione, bicicletta.

Senza-titolo-60

I fondali dell’Adriatico nascondono un mondo sommerso ancora tutto da scoprire. Isamar Holiday Village di Isolaverde di Chioggia (Ve) riserva agli appassionati del mare e delle sue profondità una sorpresa speciale: un diving center che organizza immersioni in mare aperto, per conoscere da vicino un’area naturalistica di grande fascino, lo splendido parco marino delle Tegnùe di Chioggia. Da questa stagione con una postazione privilegiata, una boa dedicata, la Tegnùa Serenissima e Isamar Diving, da dove parte l’immersione più bella e avvincente. E’ una delle tante avventure pensate da Isamar Holiday Village per i più sportivi. Ognuno troverà la sua attività preferita, dal nuoto al tennis al più rilassante yoga, fino alle indimenticabili passeggiate a cavallo in riva al mare.

 Le Tegnùe, reef dell’Adriatico

Spugne, anemoni, ascidie coloniali, ofiure e crostacei, piccoli paguri e grandi astici. Ma anche gronghi, corvine bavose, castagnole, sacchetti e scorfani. Sono le straordinarie forme di vita che animano e colorano il Parco marino dell’Adriatico. Una zona che i pescatori hanno sempre chiamate Tegnùe per la loro capacità di trattenere e rompere le reti. Sono le rocce sommerse del nord Adriatico, dei veri e propri reef naturali, che si differenziano da quelli tropicali perché qui, nel mare di Chioggia gli organismi costruttori non sono i coralli, ma le alghe rosse calcaree corallinacee. Negli ultimi anni è stata avvistata in questi fondali anche una rarissima spugna, la Calyx nicaeensis. E’ un porifero molto particolare, dall’inconfondibile forma a coppa. Un tempo era molto comune nel Mediterraneo, ma era sparita nell’ultimo secolo a causa dei cambiamenti climatici e dell’impatto antropico. Le Tegnùe di Chioggia occupano un’area di circa 35 km e stanno diventando un punto di riferimento per i sub più appassionati per le forme di vita che si possono ammirare immergendosi in questi fondali. Un’area ad alto valore naturalistico, che nel 2002 è stata dichiarata Zona di tutela biologica, con divieto di pesca. Dodici boe segnalano l’esistenza della riserva: i sub ormeggiano vicino alle boe e si immergono lungo i percorsi guidati predisposti, in questo modo possono raggiungere i punti di maggiore interesse con un’immersione in sicurezza. Da quest’anno, per scoprire questo tesoro ancora poco conosciuto e per questo ancora più sorprendente, gli ospiti di Isaholidays, che parteciperanno alle immersioni organizzate da Isamar Diving Center, avranno a disposizione una postazione privilegiata, una boa dedicata, la Tegnùa Serenissima e Isamar Diving. Da qui parte una delle immersioni più belle per conoscere le tegnùe.

 

Isamar Diving Center

Isamar Diving Center, affiliato Padi, oltre ad accompagnare gli ospiti di Isaholidays alla scoperta delle Tegnùe, organizza corsi di immersione subacqua per adulti e bambini, per principianti desiderosi di lanciarsi in una nuova avventura, ma anche per chi ha già l’abilitazione e vuole prendere il brevetto. Vengono organizzateescursioni in mare aperto per scoprire gli affascinanti fondali del Parco marino delle Tegnùe di Chioggia e spettacolari immersioni alla ricerca dei numerosi relitti adagiati sui fondali marini, tra cui il mercantile Eudokia II, una nave da carico che, in seguito alla collisione con un altro cargo è affondata nel marzo 1991, a sei miglia dalla costa in perfetto assetto da navigazione. Lunga 100 metri e alta dal fondo circa 12 metri è ormai interamente ricoperta dalla flora marina e ospita moltissime specie di pesci, crostacei e molluschi di tutte le forme e colori.

I Delfini di Isamar

I loro salti e guizzi nell’acqua del mare sono inconfondibili. Dalla spiaggia di Isamar Holiday Village, a Isolaverde di Chioggia, non è raro avvistare piccoli gruppi di delfini, che regalano uno spettacolo indimenticabile a chi ha la fortuna di accorgersi di loro. Il fenomeno si ripete sempre più spesso e ormai è quasi un saluto all’arrivo dell’estate. Si avvicinano a circa 150 metri dalla costa, probabilmente attirati dalle reti poste dai pescatori dedicate alla pesca delle seppie. Le acque dell’Adriatico sono migliorate tanto che Isolaverde, con Chioggia e Sottomarina, negli ultimi anni ha acquisito la bandiera blu, garanzia di una vacanza in una mare pulito per gli ospiti di Isamar Holiday Village. Un villaggio resort che da sempre ha a cuore il bene e la salvaguardia di questa spiaggia e del mare su cui si affaccia il suo immenso parco. Ne è prova l’attività di Isamar Diving Center, chiamato a partecipare a un progetto europeo per la tutela dell’ambiente marino.

 

A tutto sport: bici, cavallo, SUP, diving…

E’ impossibile dire “oggi non so cosa fare”! Nei villaggi Isaholidays la noia è bandita e le occasioni per divertirsi non mancano mai. Per chi anche in vacanza vuole mantenersi in forma ci sono tante opportunità: calcio, calcetto, tennis, beach volley, nuoto, acqua gym, tiro con l’arco e una palestra aperta a tutti e a ingresso gratuito, con personale specializzato per allenamenti su misura. Chi ama lo sport all’aria aperta può partire alla scoperta del meraviglioso territorio che circonda i villaggi a cavallo, in bicicletta o in canoa. Senza dimenticare uno degli sport più amati dell’estate, il SUP: tavola da surf, pagaia e tanto equilibrio per non cadere a avanzare tra le onde. Gli appassionati di equitazione, in vacanza a Isamar Holiday Village hanno a disposizione uno dei migliori centri ippici a livello nazionale: Tenuta Santa Grazia, scuola di equitazione e rinomata sede di eventi e concorsi durante tutto l’anno. Gli ospiti possono avvicinarsi all’equitazione partecipando a lezioni per principianti, essere affiancati negli allenamenti in preparazione di gare agonistiche o sperimentare l’ippoterapia.

 

Cortina 2016: un’estate “biker friendly” tra maratone sulle Dolomiti, pedalate per le famiglie ed e – bike

[AdSense-A]

 

La conca ampezzana crede fortemente nel turismo su due ruote: l’estate 2016 consacra Cortina capitale delle mountain bike, abbracciando un trend che conta migliaia di estimatori.

Senza-titolo-18

La vertigine, l’ebbrezza, l’emozione da vivere sui sentieri in saliscendi di Cortina, spingendo sui pedali e poi piegandosi per offrire poca resistenza all’aria, con le dita strette al manubrio di una mountain bike, mentre intorno scorre un panorama ineguagliabile. La Regina delle Dolomiti si appresta a conquistare il cuore dei biker: circa 800 di loro hanno già cerchiato sul calendario il 16 luglio, data di esordio del Wilier Trophy, competizione internazionale che porterà a Cortina gli appassionati di MTB. Due i percorsi, rigorosamente off-road: marathon di 70 km e 2.900 metri di dislivello e granfondo di 50 km e 1.400 metri di dislivello. Non solo, per tutto il fine settimana Cortina si trasformerà in un villaggio sportivo dove sperimentare varie specialità su due ruote e non – downhill, bmx, bike cross, slackline e yoga – ma anche dove entrare nel vivo della festa, tra musica e proposte gastronomiche. Un evento non strettamente agonistico, ma trasversale, che impegna in prima linea le numerose realtà locali, coinvolgendo accompagnatori, famiglie, bambini e in generale tutti i visitatori. In estate Cortina abbraccia una concezione dello sport e della montagna sempre più “trendy”: abbandonati gli sci, è ora di indossare il casco e inforcare la bicicletta.  Più di 500 i km percorribili, dai tracciati panoramici in alta quota, tra alpeggi e baite, alle discese sfreccianti nei boschi per gli amanti del freeride, senza dimenticare ipercorsi più rilassanti e adatti alle famiglie, con tappa – consigliatissima – nei tanti rifugi dove assaporare i piatti tipici della conca. Un territorio “biker friendly”, dove trovare un bike park attrezzato, noleggi, strutturericettive con offerte dedicate, il servizio di bike’n bus per spostarsi comodamente con la bicicletta al seguito e, ovviamente, cartine dettagliate e dati gps per orientarsi con facilità. Esperti istruttori e accompagnatori qualificati sono a disposizione di chi vuole avvicinarsi per la prima volta a questa attività o vuole perfezionarsi. Chi invece non ama la fatica, ma vuole affrontare ugualmente i percorsi più impegnativi e le quote più panoramiche, può approfittare dell’ultimo trend della stagione: l’e-bike. Cortina sposa appieno la filosofia green, e offre la possibilità di immergersi nella natura incontaminata delle Dolomiti in sella alle biciclette con pedalata assistita, che si adattano perfettamente ai sentieri. I noleggi propongono una “flotta” di biciclette di ultima generazione, con 100 km di autonomia e batteria di scorta e, a richiesta, i seggiolini per i bambini. Tra i percorsi consigliati, adatti anche ai meno allenati, quelli che partono da Malga Ra Stua, raggiungibile da Cortina con una navetta: da qui si dipartono numerosi sentieri tra i più suggestivi della zona, che si affacciano sull’Altopiano di Sennes, la Croda del Bèco e la Forcella Le Rosa.

Sapori, culture e atmosfere da street food nella nuova edizione di Stragusto, a Trapani dal 27 al 31 luglio 2016

[AdSense-A]

Manca meno pochissimo al Festival del cibo da strada e dei mercati

Senza-titolo-24

Nella suggestiva piazza Mercato del Pesce nel cuore di Trapani, torna Stragusto, la festa del cibo da strada e dei mercati, giunta alla sua ottava edizione. Cinque intensi giorni, dal 27 al 31 luglio 2016, in cui si potrà percorrere un’ideale giro del mondo attraverso il cibo da strada, conoscendo diverse culture e tradizioni regionali in un’atmosfera unica, tipica degli antichi mercati. Un evento imperdibile, che accoglie i sapori del mondo dello street food, con le sue tradizioni ma anche con le sue innovazioni, perché il cibo di strada si evolve insieme alle abitudini e ai gusti dei popoli.

Sapori-trapanesi,-la-caponata

Ancora una volta si potrà percorrere un viaggio ideale tra i sapori nazionali e internazionali: non mancheranno alcune fra le tipicità più richieste dagli appassionati, come il panino al lampredotto dello street chef fiorentino Luca Cai e le tante eccellenze siciliane, fra cui le panelle, le arancine, lo sfincione, la frittura di pesce, il cùscusu, il polpo bollito. Si potranno gustare i “quagghi”, ovvero le melanzane fritte alla palermitana a cura dello chef Francesco Pinello, i sapori friulani, e lo street food umbro, direttamente da “Porchettiamo”, il festival delle porchette d’Italia. Il giro del mondo continua con il cibo da strada palestinese, quello delle Madoniee un particolarissimo Street food d’autore a cura dello chef Marcello Valentino. Un grande ritorno quest’anno è quello della granita artigianale della Nivarata, il Festival che ogni anno si svolge ad Acireale. Fra i dolci quelli del Torronificio delle Madonie e quelli artigianali, realizzati a mano e con cura dalle signore di Calatafimi. Oltre ai prodotti in degustazione, rigorosamente preparati dal vivo, diversi saranno i momenti di intrattenimento e didattici all’interno dell’evento perché lo street food è un’eredità culturale da tutelare e valorizzare. Ad accompagnare il meglio del cibo da strada, cooking show e laboratori di cucina.

Dolci-tipici

L’obiettivo di “Stragusto”, iniziativa organizzata da Trapani Welcome in collaborazione con Ps Advert e con il patrocinio del Comune di Trapani è quello di recuperare e valorizzare il grande patrimonio offerto dai produttori del cibo da strada, veri e propri artigiani del gusto, che tramandano di generazione in generazione la tradizione culinaria della propria zona. Il cibo, specie quello da strada è espressione di una comunità, è storia, ma anche evoluzione delle abitudini e dei gusti, da qui nasce “Stragusto”, ed è in questo contesto che la diversità diviene ricchezza, in un luogo perfetto per questo evento, come la Sicilia, che da secoli accoglie numerosi popoli e tradizioni. Ulteriori informazioni sulla manifestazione si potranno trovare sul sito: www.stragusto.it o sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/Stragusto . E’ inoltre disponibile l’applicazione gratuita con tutte le informazioni sull’evento, scaricabile sull’Apple Store o su Google Play.

Video: https://youtu.be/mH8dvHc1SRo

I Love IT – Galleria San Federico

[AdSense-A]

Dal 14 luglio al 31 agosto, dal martedì alla domenica, ore 11-18. Il taglio del nastro giovedì 14 luglio ore 18. In presenza dell’assessore regionale Giuseppina De Santis e dell’assessore alle Attività produttive di Torino Alberto Sacco

Senza-titolo-26

Il progetto “In viaggio tra mestieri e territorio – Alla scoperta dell’artigianato di Eccellenza Piemontese”, iniziativa cofinanziata con fondo di sviluppo e coesione, diventa una mostra dedicata all’artigianato nella Città metropolitana di Torino, allestita nel cuore di Torino, in Galleria San Federico, sotto l’insegna I Love IT nata nel 2011 per la promozione della manifattura italiana indipendente. Il progetto, a regia CNA Torino, avviato grazie a un contributo della Regione Piemonte, è strutturato in cinque percorsi ragionati per la promozione del made in Italy che nasce a Torino e provincia, ad opera di piccoli produttori di qualità, spesso insigniti dal marchio regionale dell’Eccellenza Artigiana:

  • Torino e il cioccolato

  • Lanzo e le sue Valli

  • Il Pinerolese

  • La Valle di Susa (dove è già attivo Laboratorio Valsusa, progetto ideato da CNA Torino)

  • Il Canavese

Per tutto il mese di luglio e fino al 31 agosto, grazie al supporto del Gruppo Unipol e di UnipolSai, proprietari di Galleria San Federico, sarà possibile scoprire le produzioni delle 30 botteghe artigiane coinvolte nel progetto e prenotare le visite in azienda (per piccole comitive) che si svolgeranno a partire da settembre a prezzi popolari. I visitatori saranno accolti con un kit di benvenuto che racconta il territorio in cui le aziende operano e dei depliant informativi dedicati alle singole aziende nei cinque contesti territoriali L’inaugurazione si terrà giovedì 14 luglio alle ore 18 in presenza dell’assessore regionale alle Attività produttive Giuseppina De Santis e il presidente della CNA Torino Nicola Scarlatelli.

Abruzzo da scoprire

[AdSense-A]

 

Arte, tradizioni, fede e folklore dai Monti della Majella al mare.  Sabato 24-domenica 25 settembre 2016 con Angela Scilimati

Senza-titolo-13

PROGRAMMA: Sabato 24 settembre: Mattina: Partenza in pullman GT CALABRESI ore 7.45 Piazza S. Costanza (Ist. S. Leone Magno); ore 8.00 Stazione Termini (via Marsala, fronte Hotel Royal Santina). Prima tappa del viaggio sarà l’Abbazia di S. Clemente a Casauria e, a seguire, si visiterà la Chiesa di Santa Maria Arabona a Manoppello, celebri gioielli medioevali nel Parco Nazionale della Majella. Pranzo presso Ristorante “Villa Maiella” a Guardiagrele. Pomeriggio: Visita di Guardiagrele, antico centro ai piedi della Majella dove da secoli prosperano le botteghe artigiane dei maestri dell’arte orafa e del ferro battuto. Sistemazione, cena e pernottamento presso Hotel Castello di Septe**** a Mozzagrogna (CH). Domenica 25 settembre: Mattina: prima colazione in hotel. Visita di Lanciano, città del Miracolo eucaristico, e del suo centro storico, che, con gli antichi edifici religiosi e le magnifiche Torri Montanare testimonia un passato ricco di arte, tradizione e cultura. Pranzo presso il caratteristico Trabocco Pesce Palombo, vecchia “macchina da pesca” su palafitta sospesa sul mare, caratteristica del litorale della provincia di Chieti. Visita dell’Abbazia di San Giovanni in Venere a Fossacesia, tra i più grandiosi complessi abbaziali d’Abruzzo e del suggestivo Castello di Roccascalegna. Rientro a Roma in serata.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: € 320 Supplemento doppia uso singola: € 30 ACCONTO € 150 + SUPPL.DOPPIA USO SINGOLA ENTRO E NON OLTRE IL 22 LUGLIO SALDO ENTRO E NON OLTRE IL 2 SETTEMBRE. MINIMO 30 PARTECIPANTI

13559_141_PNGSL

LA QUOTA COMPRENDE: – Viaggio A/R in pullman GT CALABRESI – Un pernottamento con prima colazione presso Hotel Castello di Septe**** – Mozzagrogna (CH) (segnalato guida Michelin) www.castellodisepte.com – Pranzo 24/09 presso Ristorante Villa Maiella a Guardiagrele (CH) www.villamaiella.it – Cena del 24/09 presso Ristorante Castello di Septe – Pranzo del 25/09 presso Trabocco “Pesce Palombo” a Fossacesia (CH) – www.traboccopescepalombo.it – Bevande ai pasti – Biglietto ingresso a tutti i siti indicati in programma – Offerte e mance – Visite guidate a cura della Prof. A. Scilimati o di guide interne ai siti indicati – Assicurazione medico-bagaglio

LA QUOTA NON COMPRENDE – Assicurazione rischio annullamento facoltativa (da versare al momento della prenotazione del viaggio): € 25 a persona in camera doppia e € 40 in camera doppia uso singola. – Quanto non indicato alla voce “La quota comprende”.

Le Notti dei Montanari nel paese dolomitico degli alpinisti!

[AdSense-A]

A Tires al Catinaccio, nell’area vacanze Alpe di Siusi (Seiser Alm/Südtirol), il 15, il 29 luglio e il 12 agosto 2016, vengono allestiti banchetti gastronomici tra concerti e danze popolari.                                                                    

Senza-titolo-61

Nel paese dolomitico degli alpinisti, Tires al Catinaccio, che si erge davanti allo spettacolo delle altezzose cime Patrimonio Mondiale UNESCO dell’area vacanze Alpe di Siusi (Seiser Alm/Südtirol), nel cuore dell’estate vanno in scena le Notti dei Montanari. Il paese, che ha il privilegio di essere immerso nel Parco Naturale dello Sciliar-Catinaccio, viene imbandito per 3 serate con le più prelibate specialità gastronomiche della tradizione locale, tra spettacoli musicali e danze popolari. Le Notti dei Montanari saranno il 15 e il 29 luglio e il 12 agosto 2016, dalle 19.00 alle 24.00. Nei suggestivi scorci del paese di Tires al Catinaccio, grazie alle associazioni locali, si potranno degustare ricette a base di selvaggina, di pesce, e poi canederli e piatti tipici, ascoltando i ritmi jazz e rock, blues e country, dei vari gruppi che si alterneranno per allietare la festa. Per ballare e divertirsi ancora di più, non mancheranno le danze al chiaro di luna degli Schuhplattler di Collepietra e delle Alpler Plattlergitschen. Il 21 luglio, invece, torna l’appuntamento del Berglertafel, l’esclusiva Cena del Montanaro, che il terzo giovedì del mese di luglio, secondo tradizione, viene allestita sul balcone naturale che si affaccia sul leggendario alpeggio di Proa, davanti alla magia dell”enrosadira”, quando al tramonto le Dolomiti si dipingono di sfumature rosate, dal viola al rosso. La tavolata, lunga oltre 100 metri per accogliere 170 buongustai, segue le linee della montagna, per permettere ai commensali di cenare godendosi lo spettacolo della natura. Il Berglertafel 2016 è già al completo, ma per partecipare alla Cena del montanaro 2017, il 15 gennaio 2017 si aprono le prenotazioni, chiamando al 0471 642127 o scrivendo a: [email protected]

Potenza Picena: spettacoli, gusto e green style sulla Riviera del Conero

[AdSense-A]

Entra nel vivo l’estate della deliziosa località marchigiana Bandiera Blu: qualità delle spiagge, attenzione all’ambiente e tanti eventi in agenda.

Senza-titolo-63

Tanti eventi tra spettacoli e gusto, dove qualità delle spiagge e rispetto dell’ambiente sono di casa. Entra nel vivo l’estate di Potenza Picena (Mc), comune Bandiera Blu sempre più apprezzato da chi ama la qualità della vita e quello stile ‘slow life’ che le Marche sanno custodire. Elegante terrazza sull’Adriatico tra ulivi e vigneti, Potenza Picena invoglia a godersi la tranquillità e la frescura delle colline, per scivolare fino al mare, dove si trova la località balneare di Porto Potenza Picena. Qui accolgono il turista un mare pulito, una spiaggia sabbiosa finissima con tanti servizi, un lungomare pedonale arredato e attrezzato esteso lungo tutto il centro abitato. Una località conosciuta anche per la sensibilità ambientale: ne è testimonianza il quartiere Ecocittà, progetto innovativo che ha fatto rinascere un’area in abbandono a pochi passi dal mare applicando su larga scala i principi della sostenibilità: abitazioni a risparmio energetico, impianti ad energia rinnovabile, illuminazione a basso consumo, sistemi di recupero dell’acqua piovana e ampie aree verdi. La località spicca inoltre per l’alto tasso di raccolta differenziata dei rifiuti, sviluppa un’attività costante di educazione ambientale e dimostra particolare attenzione per la mobilità sostenibile: il soggiorno offre lunghi percorsi pedonali e ciclabili che collegano il centro con il Parco Oasi dei laghetti e il porticciolo turistico, oltre al servizio di bike sharing. Gli amanti della natura e della mobilità dolce avranno da scegliere tra percorsi in bici, walking ed escursioni sulla Riviera del Conero. Fitto il programma degli eventi, tra musica e spettacoli, rievocazioni e feste della tradizione, visite guidate e momenti dedicati alle prelibatezze gastronomiche del luogo. Ecco i principali appuntamenti in agenda: la Sagra del Brodetto dal 12 al 14 luglio per gustare la squisita specialità del posto, il Rock-a-Beach Festival il 16 luglio per un tuffo negli anni ’50, il 23 luglio costumi e atmosfere del primo Novecento, la tradizionale Festa di Sant’Anna dal 26 luglio al primo agosto, la Sagra delle vongole dal 4 al 7 agosto, il Festival nazionale del Teatro brillante “La Torre che ride” dal 9 al 14 agosto, il Piccolo Festival della Paura dal 17 al 20 agosto con incontri con gli autori, letture sceniche e  animazione per bambini; la Notte magica della fotografia il 3 e 4 settembre; dal 16 al 25 settembre il Grappolo d’oro, storica manifestazione enologica con convegni, cultura, gare culinarie e stand gastronomici (facebook Potenza Picena eventi). La posizione baricentrica di Potenza Picena consente poi di visitare comodamente le bellezze della regione e di raggiungere i luoghi dei grandi eventi dell’estate 2016, tra i quali: la mostra “Lotto Artemisia Guercino. Le stanze segrete di Vittorio Sgarbi” ad Osimo, Tau – Teatri Antichi Uniti con rappresentazioni di teatro classico fino al 10 agosto in affascinanti luoghi di interesse archeologico, Civitanova Danza con appuntamenti fino al 6 Agosto, il Macerata Opera Festival all’Arena Sferisterio tra il 22 luglio e il 14 agosto, il Futura Festival a Civitanova dal 22 al 31 luglio, il Summer Jamboree di Senigallia dal 30 luglio al 7 agosto, il Festival Nazionale dell’Umorismo – Cabaret Amore Mio! a Grottammare il 5 e 6 agosto, il Rossini Opera Festival di Pesaro tra l’8 e il 20 agosto, il Festival Adriatico Mediterraneo  ad Ancona dal 27 agosto al 3 settembre (www.turismo.marche.it).

Un viaggio nei sentieri del profumo

[AdSense-A]

 

Al Villa Cheta Elite di Maratea (PZ) nascono le preziose fragranze della linea MARA’TÌA. Con il perfume designer Michele Marin ora è possibile conoscere come si crea una fragranza esclusiva

Senza-titolo-6

Si chiamava Maestro profumiere chi, come un alchimista di fragranze, mescolava l’oro racchiuso da fiori, spezie, natura, per imprigionarlo in una graziosa boccetta. Oggi si chiamaPerfume designer, ma oggi come allora distilla aromi, li sposa in un matrimonio felice e da lì crea momenti di estasi. Sensoriale prima di tutto. È con lui che si può percorrere un viaggio odoroso, in cui si respirano rose, mirti, ginepri. Si può fare all’Hotel Villa Cheta Elite di Maratea (Pz) dove il profumo è, come l’ospitalità, un’arte serissima e gentile, che la famiglia Aquadro proprietaria del resort esercita da anni. Tanto che Stefania omaggia in questo modo mirto, limoni, buganvillee e rose colte dal giardino che protegge l’hotel, e ferma la loro fragranza destinata a perdersi con il mutar delle stagioni nella sua linea MARA’TÌA. Perché anche gli ospiti possano praticare quest’arte delicata e finissima, al Villa Cheta Elite si può percorrere il sentiero che dalla natura porta al profumo distillato insieme con Michele Marin di Infragranti Parfumeur. Dal suo incontro con Stefania è nato l’aromatico progetto Mara’tìa, una linea che include diverse fragranze nate da aromi locali. Prima “Elìte Rose” poi “Arbusto Maris”, che imprigionano, per poi donarlo di nuovo, il mondo della macchia mediterranea che abbraccia la Villa liberty in una stretta odorosa e viva. ElìteRose è un’unione di Rosa Damascena, così nota agli ospiti della Villa e al suo giardino, e poi Bergamotto, Frutti Rossi, Legno di Sandalo e Muschi. Arbusto Maris è invece la sintesi olfattiva dei doni selvaggi della natura tutta intorno al resort: Bacche di Ginepro, Mirto, Legno di Cedro, Mandorla amara e Vaniglia. Nel giardino di piante aromatiche del Villa Cheta è poi spuntato anche un rigoglioso Basilicus, l’erba degna di un Re, dal greco Basilikos. E da qui l’idea della nuova fragranza “Blue Basilikos”, l’ultima arrivata, fresca ed estiva, un’altra tessera di un mondo dedicato ai sensi, all’olfatto, alla felicità. Che ora è possibile percorrere con un esperto. Il sentiero di profumo è su richiesta. Prezzo del soggiorno a partire da euro 146 a persona per due pernottamenti con prima colazione in camera Classic.

Emozioni d’estate a Limone Piemonte

[AdSense-A]

 

Limone Piemonte è la più meridionale tra le località che aderiscono al network Alpine Pearls

Senza-titolo-1

Limone Piemonte è la più meridionale tra le località che aderiscono al network Alpine Pearls, una collana di incantevoli Perle distribuite lungo l’intero arco alpino la cui la ricca offerta turistica si sposa con il rispetto dell’ambiente e la filosofia “slow” della mobilità dolce in vacanza. Seppur distante solo una sessantina di chilometri dal mare, Limone è una cittadina montana a tutti gli effetti, con il suo centro storico pedonale impreziosito dalle caratteristiche architetture alpine e una vocazione sciistica ed escursionistica di antica tradizione. Con l’arrivo dell’estate, Limone si trasforma in un’animata meta di villeggiatura in grado di soddisfare i gusti di tutti, dagli sportivi ai contemplativi, con un ricco calendario di iniziative da gustare nella cornice unica delle Alpi Marittime.

Pedalare a un passo dal cielo

Limone Piemonte sorge nel cuore di una regione storicamente interessata da intensi traffici militari e commerciali. La vicinanza della Liguria ha fatto sì che su queste montagne transitassero i preziosi carichi di sale destinati alle città francesi e italiane, lungo la millenaria Via del Sale. In quanto terre di confine, Limone e i suoi dintorni ospitano inoltre numerose postazioni e opere militari a testimonianza dei conflitti che hanno opposto l’Italia alla Francia negli ultimi due secoli. Questo ricco passato ha lasciato in eredità una fittissima rete di strade e mulattiere che si snodano in alta quota attraverso paesaggi incontaminati e quasi lunari, tra ponti, gallerie e ricoveri abbandonati i cui profili si fondono con la roccia delle montagne. I fondi ben mantenuti, le pendenze dolci e le lunghe distanze si prestano ottimamente ad essere affrontati in mountain bike, con numerosissime possibilità e varianti adatte a tutti i livelli di preparazione, e dislivelli che in poche decine di chilometri spaziano dai 2500 metri degli ultimi rifugi al mare. Da quest’anno è inoltre riaperta al pubblico la strada militare Limone-Monesi: 40 km di pura estasi a un passo dal cielo, completamente chiusi al traffico veicolare ogni lunedì e martedì della settimana. Presso l’attrezzato Bike Park gestito dalla Riserva Bianca alcuni dei numerosi impianti di risalita del comprensorio sciistico resteranno aperti anche in estate per gli amanti del downhill e del freeride.

Una palestra all’aria aperta

In estate i dintorni di Limone Piemonte e il vasto territorio tutelato del Parco naturale delle Alpi Marittime si trasformano in un’immensa palestra naturale all’aria aperta dove ritemprare i muscoli e lo spirito. I sentieri intorno al paese si sviluppano lungo i pendii erbosi con dislivelli dolci e panorami sempre differenti. Adatti a tutte le tipologie di escursionista – dalla famiglia con bambini al trekker piu’ avventuroso – sono curati, ben segnalati e si percorrono in assoluta sicurezza dalla primavera all’autunno inoltrato. Anche gli amanti degli sport più “estremi” troveranno soddisfazione nel variegato e maestoso ambiente alpino che circonda la Perla piemontese: dalle vie ferrate all’arrampicata su roccia, dal canyoning alla canoa fino all’hydrospeed, le possibilità per gli appassionati sono innumerevoli e segnalate da apposite pubblicazioni. Numerose associazioni sportive operano a Limone e nei comuni limitrofi per accompagnare neofiti ed esperti alla scoperta delle opportunità offerte dal territorio.

Il treno delle meraviglie

Limone Piemonte è una delle pochissime località alpine italiane direttamente raggiunte dalla ferrovia. La linea Ventimiglia-Limone, il cui progetto fu avviato per volontà del conte Camillo Benso di Cavour a metà del XIX sec., è un tracciato di poco meno di 100 km che dal mare sale velocemente agli oltre 1.000 m del Col di Tenda, sul confine italo-francese, per poi entrare nel paese di Limone e da lì proseguire fino a Cuneo. Oltre a essere un’opera di rara perizia tecnica, il “treno delle meraviglie” percorre una delle valli più suggestive, selvagge e ricche di storia in Europa: la Val Roia, che per millenni ha rappresentato lo sbocco naturale tra il Piemonte e il mare. Raggiungere Limone in treno significa immergersi in un paesaggio incantato in modo sostenibile e rispettandone i delicati equilibri.

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]