Connect with us

Attualità

Candidati “fuori dal comune”: Gianluca Perla (Forza Italia) in lista per il Consiglio comunale di Roma Capitale 

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 3 minuti

Candidati “fuori dal comune”: Gianluca Perla (Forza Italia) in lista per il Consiglio comunale di Roma Capitale 

Daily Cases dà il via ad uno spazio aperto ai candidati della Capitale nelle amministrative del 3/4 di ottobre, un’opportunità per conoscerli e conoscere i loro programmi. In questo articolo tutto su Gianluca Perla (Forza Italia) in lista per il Consiglio comunale di Roma  

di Alessandro Coccia 

Gianluca Perla 50 anni, una figlia, a 20 anni ha prestato il servizio militare come Ufficiale di cavalleria  con note caratteristiche Eccellenti, Laureato in Economia e Commercio alla Sapienza di Roma ha poi conseguito un Master Universitario II livello in “Governance e Management della Pa” con valutazione 108/110. 

Lavora da Oltre 20 anni nella Pubblica Amministrazione, in particolare Roma Capitale, occupandomi come Funzionario di Contabilità Pubblica, Trasparenza e Anticorruzione, Verde , Decoro e Tutela e Benessere Animale. 

 

A ROMA CI VUOLE COMPETENZA e CREDIBILITA’ 

L’ondata di rabbia e protesta ha voluto punire la così detta politica tradizionale peggiorando la situazione socio economica e di vivibilità della Capitale. 

Il centro destra con il Prof. Michetti sta componendo una squadra di alto profilo basata sul coraggio di cambiare, la competenza per fare un programma, e la credibilità per renderlo effettivo e concreto. Sarà necessario coinvolgere le Forze Economiche Primarie ed Istituzionali della città in Progetti e Programmi Moderni che proiettino Roma nel futuro, recuperando Ritardi, in particolare nel Decoro e la gestione dei Rifiuti e del trasporto pubblico e con un’offerta Turistica variegata e adeguata ai tempi, digitalizzando la città valorizzando al meglio questo Museo a cielo aperto che si chiama ROMA. 

Con i Romani si dovrà condividere un progetto rivoluzionario di far crescere, una cultura civica nel solco del glorioso Impero Romano inteso come modello di sviluppo ed innovazione. 

 

RIFIUT

L’unico TMB ( trattamento meccanico biologico) funzionante a Roma è quello di Rocca Cencia che in breve tempo può essere alleggerito , potenziando o istituendo nei primi 6 mesi del mandato almeno 2 isole ecologiche in ogni municipio , con il fine di raccogliere anche conferimento di imprese ( renderebbe più pulita la città sotto l’aspetto del DECORO ) e chiusura del ciclo di rifiuti su carta plastica e vetro con notevole risparmio per AMA che oggi esternalizza il servizio e darebbe un notevole impulso alla differenziata alleggerendo la lavorazione dei quantitativi di indifferenziata. 

Nel medio periodo costruire, con una procedura amministrativa d’urgenza, un Termovalorizzatore moderno che diventi anche attrattività turistico sportiva sul modello di Copenaghen Hill in modo di funzionare dopo 3/4 anni , individuando un area nella provincia di Roma nei primi trenta giorni del mandato, oppure potenziando quelli già esistenti nel territorio laziale. 

 

MACCHINA AMMINISTRATIVA 

Per recuperare la città è fondamentale coinvolgere i dipendenti capitolini, perché molte volte si dimentica che le più belle parole o i progetti più ambiziosi passano per atti amministrativi e buone procedure. 

Innanzitutto si deve dare serenità alla azione amministrativa “che scelte giuste per la cittadinanza” non comportino interventi spesso ostruzionistici con ricorsi di tipo amministrativo o contabile. 

Ed in seconda battuta che le buone procedure di tipo organizzativo semplifichino e non complichino la vita al cittadino. 

 

PRIVATI E VERDE 

Coinvolgere i Privati con le Sponsorizzazione delle Ville Storiche, dove in cambio della manutenzione del verde, si dà la possibilità di poterle utilizzare come strumenti di Marketing. Sviluppare i punti verdi Ristoro per aree verdi medio piccole in modo di dare servizi di tipo ludico ristorativo alla cittadinanza, in cambio della manutenzione e creare altri punti verdi qualità con la modifica delle garanzie fideiussorie sulle strutture costruite e non con garanzie date dal Comune. 

Ci sarebbe un verde ben manutenuto con sgravi di diversi milioni di euro annui per l’amministrazione capitolina. 

Incentivare la costituzione di Orti Urbani, che stanno diventando luogo di aggregazione, trasferimento di esperienze tra generazioni e soprattutto cura del territorio. 

 

TRASPORTO PUBBLICO LOCALE 

Roma è la capitale che per estensione e’ seconda in Europa con solo TRE linee metropolitane più una in costruzione. 

Interessante sarebbe partire dal Progetto metrovia da uno studio dell’architetto Paolo Arsena che è parte integrante del programma politico amministrativo di Forza Italia della Capitale. 

Nell’immediato una razionalizzazione che permetta di aggiungere 50 fermate e aumentare i nodi di scambio da 7 a 26 con 6 metro di superficie e una Ferrovia Urbana Circolare. 

I vantaggi sarebbero sia economici, la metro sotterranea costa 300 milioni a km contro i 30 di superficie, è più capiente inquina meno e non segue il traffico avendo linee predefinite, inoltre avrebbe tempi brevi per la realizzazione costerebbe quasi 5 miliardi e ne servirebbero da stanziare 3,7 miliardi. 

 

CANILI DI ROMA 

Dare amore ai nostri amici a 4 zampe facendoli sostare il meno possibile nei canili comunali attraverso incentivi come ad esempio cura sanitarie gratis per un anno o sgravi fiscali.

 

IMPIANTISTICA SPORTIVA E PALESTRE 

Procedure snelle per l’assegnazione delle decine di impianti sportivi di pregio ormai abbandonati e allungamento di almeno 2 anni delle concessioni con congelamento dei pagamenti visto il periodo di pandemia per gli aggiudicatari.