“Camminare è bene, in montagna è meglio”

By 13 giugno 2015Salute & Benessere

Il consiglio arriva dal cardiolgo Massimo Gualerzi che raccomanda lunghe passeggiate in quota. In i  Walking Hotel sono specializzati nelle escursioni nella natura e tra le vette


image006Trento 13 giugno – «Camminare genera evidenti benefici a livello metabolico. E soprattutto, farlo in montagna, dove l’ossigenazione è più facile, aiuta a attivare la catena respiratoria cellulare. Questo ottimizza il metabolismo degli zuccheri e sensibilizza l’azione dell’insulina. Anche a livello psicologico l’attività fisica svolta in un contesto ambientale piacevole stimola la produzione delle endorfine, che contribuiscono a migliorare lo stato di benessere cardiometabolico e a ridurre l’infiammazione». Parola del dottor Massimo Gualerzi (www.massimogualerzi.com), autore del libro “”, cardiologo, dirigente medico dell’Unità di prevenzione e riabilitazione cardiovascolare di Parma oltre che docente dell’Università degli Studi di Parma. Da anni ha affiancato all’attività clinica quella divulgativa e si occupa in particolare di prevenzione: spesso è stato invitato come opinionista in trasmissioni televisive sportive ed è ospite fisso come su Radio 24 e come consulente sul sito della salute del Sole 24 ore. Gualerzi è un convinto sostenitore della somministrazione dei cosiddetti “”: attività sportiva, corretta alimentazione e pensiero positivo, fondamentali per prevenire le malattie cardiovascolari e non solo. E’ lui stesso a consigliare di svolgere attività fisica in montagna: un’abitudine che ha sull’organismo innumerevoli benefici. Lo sanno bene anche in Trentino, tra le catene delle Dolomiti, (Patrimonio Mondiale UNESCO), dove gli albergatori di 18 hotels con una passione comune per la montagnahanno scelto di mettere insieme competenze e amore per il trekking creando un’associazione specializzata in escursioni e camminate ad alta quota. DolomitiWalking Hotel raggruppa le migliori strutture che si distinguono per servizi ad hoc dedicati agli escursionisti nell’area che si estende tra il Parco Adamello Brenta, il Parco Nazionale dello Stelvio, Madonna di Campiglio e le Dolomiti del Brenta, fino alla Val di Fassa, Moena e Canazei, San Martino di Castrozza e le sue splendide Pale, toccando i confini con l’Alto Adige con i leggendari monti del Latemar, Catinaccio, Sassolungo e Sella. Organizzanotour escursionistici di ogni livello, con guide esperte: passeggiate con i bastoncini di nordic walking, camminate sui sentieri di montagna, e trekking dolomitici. Ogni albergatore organizza l’escursione di gruppo del giorno ma, per chi preferisce un’esperienze in solitaria, gli hotels sono a disposizione con consigli personalizzati, mappe e guide naturalistiche. Sono inoltre previsti speciali pacchetti-vacanza nei diversi periodo dell’anno. Il club di prodotto Dolomiti Walking Hotel è stato riconosciuto dalla Provincia Autonoma di Trento come l’eccellenza per gli ospiti camminatori in Trentino, è inoltre patrocinato dalla Fondazione UNESCO – Dolomiti e dal marchio Dolomiti-Patrimonio dell’Umanità, premiato per la valorizzazione dell’ambiente e lo sviluppo ecosostenibile dell’area dolomitica.

Lascia un commento