Connect with us

Ambiente & Turismo

Calabria. Briatico alla riscoperta delle radici storiche

Published

on

Tempo di lettura: 2 minuti

Briatico è un piccolo comune con una posizione invidiabile a picco sul mare, sulla Costa degli Dei. L’Università degli Studi di Siena, della Basilicata, della Calabria, il Comune di Briatico e la Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio della Calabria siglano un’intesa per le ricerche sul castello di Briatico vecchio e sul territorio circostante

“Chiedo di rinascere” così scriveva Pablo Neruda in una delle sue meravigliose poesie. E così, in un periodo non proprio ottimale, tra pandemia, situazione politica incerta e Regione Calabria in attesa di elezioni, ci si aspetterebbe che questa terra martoriata dormisse. Del resto è così che viene dipinta, o mafiosa o dormiente. Invece proprio in questo difficile periodo ho potuto scorgere fermento in piccoli paesi e piccoli comuni.

Briatico è un piccolo comune con una posizione invidiabile a picco sul mare, su quella parte di costa che per ricchezza di colori e di flora viene definita Costa degli Dei. Paese di pescatori, di barche e reti sempre da riparare, di urla quando la ricchezza del pescato va all’asta. Ma anche un paese che ha saputo nel tempo realizzare strutture turistiche e piccoli servizi. Lo abitano persone che durante l’estate prendono il colore del cuoio ed esibiscono sorrisi anche sotto il peso della fatica. Lo si è osservato in tempi trascorsi e lo si scorge ora dagli occhi. La mascherina non copre il sorriso di chi, in primis proprio gli amministratori che hanno coinvolto la popolazione, ha ripulito, piantumato, ridipinto e sistemato gran parte del territorio, ritenendo fosse la prima azione da compiere ancor prima di occupare le poltrone.

Ma oltre alle ricchezze visibili, Briatico, possiede anche quelle (per ora e ci auguriamo solo per ora) invisibili contenute nella città vecchia, ubicata su una collina alle spalle dell’attuale. È infatti del 26 gennaio la comunicazione, unitamente alla deliberazione di giunta comunale, della prossima sottoscrizione del Protocollo di intesa tra l’Università degli Studi di Siena, della Basilicata, della Calabria, il Comune di Briatico e la Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio della Calabria per effettuare ricerche sul castello di Briatico vecchio e sul territorio circostante in cui ci siano aree di interesse storico ed archeologico. I risultati della ricerca, è indicato nel protocollo, reso già pubblico, saranno divulgati.

Attendiamo l’avvio delle attività, previste per il triennio 2021-2023, augurandoci di poter dare nuove ed importanti informazioni. Dal canto mio, mi auguro di riuscire a farvi conoscere l’altra Calabria, quella reale.

Print Friendly, PDF & Email