Bruxelles : Allarme bomba rientrato

By 2 febbraio 2015Primo piano

Sono stati tre in una sola giornata gli episodi di antiterrorismo a


Di Cap

 

img1024-700_dettaglio2_europarlamentoRoma, 2 febbraio – “Ci hanno fatto evacuare ufficio ora. Sospetta autobomba in strada. Pieno di polizia. Sto bene “. Con queste parole una funzionaria del parlamento europeo  rassicurava oggi i suoi familiari in Italia, mentre viveva insieme ai suoi colleghi attimi di reale paura e fasi concitate durante lo sgombro degli uffici del Parlamento europeo. Era infatti metà mattinata quando scattava il secondo di una giornata che alla fine ne avrebbe contati tre. Il primo alle 10.30 all’ambasciata americana mentre l’ultimo vedeva coinvolto il Palazzo di giustizia . Minimo comune denominatore  un’auto sospetta, dinanzi a tutti e tre i siti, che ha attirato l’attenzione della sicurezza, con l’aggravante della rivendicazione di un uomo che si dichiarava armato e in possesso di esplosivi. Come da prassi sono partite le procedure anti terroristiche , particolarmente in allerta  dopo lo smantellamento della cellula terroristica di Verviers, e sono stati inviati sul posto gli artificieri . La giornata di oggi rafforza la scelta del Governo belga di alzare il livello di allerta antiterrorismo a “ Grave “. Scelta condivisa anche dal Parlamento Ue che ha portato da bianco a giallo il proprio livello di attenzione ed è per questo che a Bruxelles ogni obiettivo “sensibile” è, da due settimane, presidiato da uomini delle forze dell’ordine speciali belghe .


 

Lascia un commento