Berlusconi lancia l’allarme “dittatura” per l’Italia e attacca Salvini che cala nei sondaggi

By 12 novembre 2018Politica

Il Cavaliere chiede al leader della Lega di far cadere il governo. Salvini:«Berlusconi sbaglia clamorosamente, io sto qua per cinque anni».

di Vito Nicola Lacerenza


Durante il congresso dei giovani di Forza Italia tenutosi a Roma, l’ex premier Silvio Berlusconi ha accusato il leader della Lega Matteo Salvini di far parte di un governo che è “l’anticamera di una dittatura”. Parole forti che, secondo gli esperti, mirano ad aumentare la diffidenza già esistente tra Salvini e il suo alleato di governo Luigi Di Maio, capo politico dei 5stelle. L’inserimento del reddito di cittadinanza nell’ultima manovra finanziaria voluta da Di Maio, insieme alla sua  dichiarata intenzione di bloccare la Tav e la Pedemontana, ha spaventano gli imprenditori del nord. Bacino elettorale fondamentale per la Lega che recentemente è scesa nei sondaggi sotto il 30%.

Il calo dei consensi è, per il Cavaliere, la dimostrazione di come i sostenitori del carroccio si sentano “traditi” dall’alleanza “innaturale” tra Lega e 5Stelle. Ecco perché Berlusconi ha chiesto a Salvini di far cadere il governo e  di formarne un altro di centrodestra insieme a Forza Italia e Fratelli di Italia. Ma il leader della Lega ha respinto l’offerta: «Berlusconi sbaglia clamorosamente, io resto qui 5 anni.” Poi, rispondendo alle “accuse di dittatura”, Salvini ha aggiunto: «Il clima illiberale lo vede solo Berlusconi con qualche burocrate di Bruxelles e qualche frustrato del PD». Ma il leader di Forza Italia continua a vedere sé stesso come l’unico vero alleato del Lega e ha sentenziato: «Presto il governo cadrà».

Lascia un commento