A Battipaglia il 4 ottobre l’ultima tappa del viaggio di Anci per Expo lungo il Paese

By 5 ottobre 2015Italia

Si chiude nella città campana il lungo percorso che ha toccato 800 Comuni

expo2015Milano, 5 ottobre- Si è chiuso a domenica 4 ottobre il percorso di per lungo l’, che è cominciato nell’aprile del 2014 e che ha coinvolto 800 comuni. , città che in Expo ha portato la sua mozzarella di bufala, ha preparato un ricco calendario di appuntamenti dedicati alla dieta mediterranea. Si è cominciato sabato 3 ottobre con la visita guidata alla scoperta delle tradizioni locali “Contadini per un giorno” e il dibattito su agricoltura sociale e beni confiscati, prologo alla notte bianca. Domenica 4 si sono tenuti i laboratori didattici, la passeggiata in bici per le masserie e le attività per i bimbi. Nel pomeriggio c’è stato il convegno La dieta mediterranea tra innovazione e tradizione, dove sono intervenuti , presidente Legambiente Campania, , sindaco di Pollica, Corrado Martinangelo, segreteria politica del ministro delle Politiche agricole e forestali, Rosario Rago, presidente Confagricoltura Salerno, Vittorio Sangiorgio, presidente Coldiretti Salerno, Marco Marturano, responsabile comunicazione del Progetto Anci per Expo, Marino Niola, presidente centro studi Med Research – UNISOB Napoli, Luciano Pignataro, giornalista e foodblogger e Daniela Ferolla, conduttrice di Linea Verde e madrina della Dieta Mediterranea. Durante l’incontro si è discusso dei benefici dei prodotti locali riconducibili alla dieta mediterranea, con particolare attenzione alla tradizione agricola battipagliese e della Piana del Sele. All’incontro è seguito lo show cooking dedicato ai sapori del mediterraneo. Durante la giornata Res Tipica è stata rappresentata dalle associazioni I Borghi più belli d’Italia (Albori frazione di Vietri sul Mare, Monteverde, Furore, Castellabate) con il Consorzio Ecce Italia, Città del Vino (Furore), Città della Nocciola (Giffoni Sei Casali), Borghi Autentici d’Italia (Tramonti), Città del Bio (Castellabate), Città del Castagno (GAL Casacastra, Tramonti), Paesi Bandiera Arancione (Morigerati), Città dei Sapori (Torchiara), Città della Ceramica (Vietri sul mare), Città dell’Infiorata (San Valentino Torio), Città dei Liquori (Tramonti) e Paesi Dipinti (Vietri sul mare). Sui banchi i visitatori hanno potuto apprezzare i vini di Furore, i dolci alla nocciola di Giffoni, la birra artigianale di Monteverde e di Tramonti, la colatura di alici di Cetara, le ceramiche artistiche di Vietri sul mare, l’artigianato in legno di ulivo e le ceste di Castellabate, il liquore concerto di Tramonti, i fichi del Cilento, i bulbi di fiori protagonisti dell’infiorata di Casatori (frazione di San Valentino Torio), insieme anche a formaggi, salumi e miele.

Lascia un commento