Diritti umaniMondoPrimo piano

A 5 anni guida un aereo, baby aviatore a Pechino

By 3 Settembre 2013 No Comments

20130903_duoduo3

Bimbo costretto da padre padrone a  imprese da  minisuper eroe per finire su prime pagine dei giornali. Entra in Guinness  primati per aver pilotato per 35 minuti un aereo leggero.

 


di Clara Ballari

 
Roma, 3 settembre – La notizia e la foto del decollo dall’aerodromo sono state postate dal padre di un bimbo di soli 5 anni di Pechino su weibo, il twitter cinese: “il suo primo volo è stato un successo , non ha avuto paura nemmeno un secondo”, ha commentato l’uomo sul social network, dopo l’impresa compiuta dal figlioletto che ha sorvolato con un aereo leggero per 35 minuti un parco cittadino, coprendo una distanza di 30 chilometri.
Non è la prima volta che il padre di Duoduo, questo il soprannome del piccolo, balza agli onori delle cronache sempre per altre imprese che hanno visto protagonista suo figlio.
L’anno scorso infatti aveva costretto il bimbo a correre, con solo gli slip addosso, a Central Park in una New York coperta dalla neve e con una temperatura di 13 gradi sotto lo zero.
Il video fece il giro del mondo attirando forti critiche; lui si giustificò dicendo di voler dare a suo figlio un’educazione severa per temprarlo, definendosi un “padre- aquila”. In un’altra occasione l’uomo obbligò Duoduo a fare una gita insieme sul monte Fuji, nonostante fosse chiuso al pubblico, senza un’attrezzatura adeguata e senza cibo, solo per sollevare un cartello che inneggiava alla sovranità cinese sulle isole Diaoyu/Senkaku, contese con il Giappone.
Alcuni avvocati sostengono che la bravata del “padre-padrone” potrebbe avere conseguenze legali, in quanto il piccolo non aveva l’autorizzazione per volare.

Lascia un commento