Connect with us

Arte & Cultura

24 Geni firmano la “Fedeltà della Specie”.

Pubblicato

il

Tempo di lettura: 2 minuti

24 Geni firmano la “Fedeltà della Specie”.

Si può amare un solo partner nella vita, ma dipende dal corredo genetico.

Una ricerca dei biologi dell’Università di Austin (Texas) pubblicata dalla rivista scientifica “Proceedings of the National Academy of Sciences” ha dimostrato che a determinare la propensione alla fedeltà oppure all’infedeltà di coppia sono 24 geni.

«I più fedeli sono i topi californiani, le rane peruviane, le tilapie tanzaniane, lo spioncello europeo e gli arvicola nebraskiani» sottolinea Alex Fantini, ideatore di Incontri-ExtraConiugali.com, il portale più sicuro dove cercare un’avventura in totale discrezione e anonimato, facendo riferimento allo studio dell’università di Austin.

Secondo i ricercatori Rebecca L. Young e Hans A. Hofmann, i geni del peromyscus californicus —topo tipico della California—, della ranitomeya imitator —rana originaria del Perù—, della xenotilapia —pesce che vive in Africa nel Lago Tanganica—, dell’anthus spinoletta —uccello comune tipico dell’Europa— e del microtus ochrogaster —piccolo roditore del Nebraska— sono quelli che contengono il «corredo della monogamia».

Ma in altrettante specie strettamente imparentate con esse tale corredo è risultato assente.

Lo studio è stato confermato da una ricerca di Brendan Zietsch dell’Università del Queensland, condotta su un campione di 7.300 persone di entrambi i sessi, che ha dimostrato che il 63% dei comportamenti fedifraghi degli uomini ed il 40% di quelli delle donne sono legati ad una “interferenza genetica”.

Un altra ricerca ancora, presentata da Richard Balon della Waynestate University di Detroit, indica come a rendere più inclini alla fedeltà o al tradimento sono particolari assetti genetici dei sistemi della dopamina e dell’ossitocina.

«Una variabilità nei geni che regolano i due circuiti —ormone del piacere (dopamina) versus ormone dei legami (ossitocina)— predispone quindi a comportamenti sessuali differenti: la stabilità di coppia versus il bisogno di esplorare» spiega Alex Fantini.

Certo è che il mero approccio psicologico al tema dell’infedeltà è stato refutato numerosi studi che chiamano in causa fattori neurobiologici e genetica.

«La tendenza del genere umano è comunque verso la poligamia» puntualizza Alex Fantini. Per questo —anche tra chi vuole rimanere “fedele”— la scappatella aiuta a consolidare la relazione ufficiale.