Connect with us
Azzera la bolletta

Arte & Cultura

A Milano “I mali in..curabili” un valido aiuto per un efficace comunicazione medico – paziente

Published

on

Tempo di lettura: 3 minuti

L’evento “La malattia in versi” che si è tenuto presso l’ Istituto Nazionale dei Tumori di Milano è stato promosso dal Comitato Insieme per l’Arte su un’ idea della poetessa Paola De Piccoli

Roma, 17 Marzo – Se pensiamo al termine “Comunicazione” abbiamo subito la percezione ingannevole, che questa, consiste semplicemente nel trasferimento di ogni tipo di informazione tra due o più parti. Non la pensano così, un gruppo sparuto di volontari della cultura, per lo più poeti, attori, scultori e pittori, provenienti da ogni parte della bella Italia, che si ritrovano nel messaggio lanciato dal “Comitato Insieme per l’arte e la cultura’’ ovvero salvaguardare il patrimonio artistico-culturale di un territorio sensibilizzando le coscienze, affidandosi alla genialità di un’idea, legati ancora ad efficaci mezzi di comunicazione, quali la stesura di un libro e l’organizzazione di un evento, sempre efficienti nel fare recepire un messaggio. L’idea di organizzare un evento che si concentrasse sulla comunicazione tra medico-paziente, sicura di trovare la giusta via per beneficiare corpo-mente e creare un’armonia capace di aiutare l’ammalato “a saper mettere un po’ di gioie e di fiducia nel  piatto vuoto  della bilancia” è stata concepita da  Paola De Piccoli, già collaboratrice del “Comitato insieme per l’arte e la cultura”. Una volta partita l’idea, il passo per la stesura  e la pubblicazione del libro “I mali in..curabili” Autori Vari, Rosa Anna Pironti Editore, curato nei particolari nella scelta delle poesie e nelle riflessioni dalle dr.sse  Ella Clafiria Grimaldi e Maria Pompea Carrabba,  la preparazione e  l’organizzazione dell’ evento  è venuto subito e facile.  Purtroppo non tanto subito dal momento che l’amica Paola De Piccoli ha lasciato orfani i membri del Comitato che si sono ritrovati abbracciati nel portare a compimento questo suo nobile progetto. All’interno dell’Aula Magna,  intitolata ad uno dei padri dell’Oncologia italiana, dott. Gianni Bonadonna, nell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, venerdì 11 marzo, alle 17.00,  si è svolto una manifestazione scientifico-culturale, intitolata “La malattia in versi”, patrocinata da MIBACT (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo) e Fondazione IRCCS – Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. Dopo il saluto iniziale e gli onori ai presenti da parte della dr.ssa Laura Lozza, Responsabile della Struttura Semplice Radioterapia dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano,  si è passato alla lettura e all’interpretazione delle liriche dei poeti intervenuti da più parti d’Italia: Antonio Bellino e Mandunzio Michele anche promoter dell’evento, Lorenzo Pais,Simonetta Paroletti, Soccorsa Focarete, Nina Miselli, Jane Dolman, Maria Buongiorno e Maria Rosa Di Donna. All’interno del reading poetico si sono seguiti, in un silenzio e una concentrazione indescrivibile, gli interventi, nella relazione  “Il laboratorio di oncoestetica  Bell – essere per l’umanizzazione delle cure in oncologia “,  della dr.ssa Doris Mascheroni, Vice Direttore Sanitario e Primario del Reparto Medicina e Oncologia  presso il Gruppo San Donato – Istituto Clinico Villa Aprica di Como,  e dallo stesso Istituto, l’intervento di Stefania Balzaretti, infermiera specializzata e counselor integrato corpo-mente in formazione con  il metodo psiconcologico  Simonthon, nella relazione  “ Il potere della gioia”.  L’ottima padrona di casa, dr.ssa Laura Lozza, ha presentato con la collaborazione dello  staff della Radioterapia Oncologica 1 dell’Istituto Nazionale dei Tumori e della sezione milanese della LILT – Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori: “Shadows and Light”, un cortometraggio nello spazio serale dedicato al ricordo della sua paziente Paola De Piccoli, attrice e voce narrante dello short movie, che ha sottolineato l’ efficacia della cura e le speranze che ripongono i pazienti nella Medicina Oncologica. Due ore passate in comunione e naturale familiarità, ricche di spunti, riflessioni e emozioni intense e  personali: esilarante è stato il momento di “comunicazione” dell’attrice performer Marianna Petronzi sull’importanza della terapia Pecht, conosciuta come Terapia del Sorriso, evidenziando l’opera dei medici clown e dei volontari all’interno degli ospedali, certi questi, della potenza di un sorriso ad alleviare i dolori del corpo e guarire l’anima dei pazienti oncologici. Commovente, è stato la visione del video dell’ultima poesia di Paola De Piccoli , “Lui non bussa”, presente nell’antologia “I mali in.curabili”, il Comitato Insieme per l’Arte e la Cultura ha omaggiato la famiglia con una targa al merito, il video è stato realizzato nella regia dal poeta Elvio Angeletti e voce narrante del poeta napoletano Salvatore Pasquale, a fine manifestazione, commovente è stata la lettura della poesia “L’amore resta”, nelle parole rotte della cara amica di sempre, a noi oggi come suo testamento morale per sempre. Si è pensato ad un progetto diverso, un modo di comunicare insolito ed eletto, e visto l’entusiasmo e gli applausi finali, in questo connubio “medico-scientifico e culturale-letterario” a beneficiarne sono stati tutti i presenti, ma proprio tutti: medici e pazienti insieme.

Print Friendly, PDF & Email
Apollo Mini Fotovoltaico
Serratore Caffè