Ue, campagna ‘Un anno contro lo spreco’

By 8 febbraio 2015Europa

Il dimezzamento degli sprechi alimentari entro il 2025, sottoscritta da cittadini, pubblici amministratori, europarlamentari, personalità eminenti del mondo scientifico e culturale italiano, è uno dei principali driver della Campagna europea sul tema anche per il 2015.

 

logo-doppioRoma, 8 febbraio – Un anno contro lo spreco è la campagna europea di sensibilizzazione intorno ai temi dello spreco alimentare lanciata nel 2010 da Last Minute Market, lo spin off dell’Università di Bologna –Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroalimentari, in partnership con il Parlamento europeo-Commissione Agricoltura e Sviluppo rurale, divenuto best practice internazionale nel recupero di alimenti altrimenti destinati alla pattumiera. Il dimezzamento degli sprechi alimentari entro il 2025, obiettivo inserito nella dichiarazione proposta da Andrea Segrè (fondatore e presidente di Last Minute Market), sottoscritta da migliaia di cittadini, pubblici amministratori, europarlamentari, personalità eminenti del pensiero scientifico e culturale italiano, così come del mondo dell’informazione (da Piero Angela a Margherita Hack, Dario Fo, Piergiorgio Odifreddi, Milena Gabanelli e don Luigi Ciotti, per fare solo alcuni nomi), è uno dei principali driver della Campagna europea sul tema anche per il 2015. Ogni 5 febbraio si celebra la Giornata nazionale di prevenzione dello spreco alimentare, istituita per la prima volta lo scorso anno dal Piano nazionale di prevenzione dello spreco alimentare (Pinpas) e il sito web www.unannocontrolospreco.org è la piattaforma dedicata per l’Italia e l’Europa. Attraverso i canali ‘La campagna’, ‘Eventi’, ‘Cosa si può  fare’, chiunque può partecipare all’azione collettiva che semplici cittadini, associazioni, Istituzioni locali, nazionali ed europee, stanno portando avanti, conoscendone direttamente promotori, obiettivi, strumenti, risultati, azioni e progetti. Altri percorsi da scoprire, anche questi sulla toolbar orizzontale che attraversa la parte alta della home page del sito, sono ‘Testimonial’, ‘Waste watcher’, ‘Rassegna stampa’ e ‘Contatti’, più il motore di ricerca interno e la scelta della lingua di consultazione (italiano e inglese). Anche qui, i contenuti sono tanti e variegati, con materiale da scaricare e gallerie di foto e video relative alle tante iniziative collegate alla campagna di Un anno contro lo spreco, che a questo punto non è solo alimentare, ma riguarda tutte le risorse naturali ed energetiche (acqua compresa) che andiamo a consumare in maniera eccessiva e squilibrata, con lo spreco che diventa presto rifiuto e quindi agente inquinante. Lungo la parte centrale della prima pagina ci sono le finestre per l’informazione, le ultime news, i paper e i rapporti, gli sponsor e i partner del progetto, con i documenti ufficiali firmati da Comuni, enti territoriali, nazionali ed europei. Il sito, graficamente piuttosto semplice e sostanzialmente tradizionale nello stile, ha un profilo ufficiale anche sul social network Twitter, ma non tutti i suoi contenuti sono predisposti alla condivisione automatica sulle reti sociali, litandone di fatto l’accesso. Assente anche un’applicazione mobile dedicata.

 

Fonte: Key4biz

Leave a Reply

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]