Teatro Parioli Peppino De Filippo, Il Duello regia Alessandro Marmorini

By 23 ottobre 2015Arte & Cultura

con Michele Lisi, Carlotta Mangione, Alessandro Marmorini, Davide Paciolla, 23-24 ottobre 2015 – ore 21

Il Duello 1Roma, 23 ottobre-  Ultimo appuntamento per la rassegna PRIMO SALE,  a cura di Giulio Baffi, in programma al Teatro Parioli Peppino De Filippo. Venerdì 23 e Sabato 24 ottobre si chiude con IL DUELLO, un testo di Matilde D’Accardi tratto dall’omonimo romanzo di Joseph Conrad, messo in scena da Alessandro Marmorini ed interpretato da Michele Lisi, Carlotta Mangione, Alessandro Marmorini, Davide Paciolla. Le musiche originali sono di Francesco Leineri. Si definisce “Duello” il combattimento consensuale e prestabilito che scaturisce per la difesa dell’onore, della giustizia e della rispettabilità, e che si svolge secondo regole accettate in modo esplicito o implicito tra uomini di medesimo ceto sociale e armati nel medesimo modo. Il duello non è dissimile ad un rito, dunque, al pari dell’esperienza scenica. Due tenenti di cavalleria, entrambi appartenenti all’esercito dell’Imperatore Bonaparte ma di estrazione sociale opposta, a causa di una misteriosa “questione d’onore” si sfidano a duello per quindici anni, cercando l’uno di sopraffare l’altro con ogni arma ed in ogni modo l’onore cavalleresco permetta, tanto che la loro rivalità diverrà leggenda. I due invecchieranno e vivranno gli enormi stravolgimenti sociopolitici dell’epoca (l’egemonia Napoleonica, la Campagna di Russia, Lipsia e l’Elba, Waterloo e Sant’Elena, fino ad arrivare alla Restaurazione) circondati da una folla di personaggi eccentrici e pericolosi, ognuno dei quali tenterà a suo modo di scoprire il segreto che si nasconde dietro quella folle sfida, che ha  l’odore  di  un’inimicizia  antica  e  che  sembra  incarnare  un  conflitto  di  classe  che  si perpetua da generazioni.

Leave a Reply

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]