Festeggiare il capodanno all’estero. Le città più gettonate per il 2018

By 1 gennaio 2018Mondo

Spagna, Brasile, Caraibi, Egitto, ma anche la Russia tra i luoghi del mondo scelti dagli italiani per festeggiare l’arrivo del 2018

 

di Vito Nicola Lacerenza

 

“Cosa fare per capodanno?” è la classica domanda a cui tutti hanno dovuto rispondere prima della notte del 31 dicembre. Un interrogativo che ha sempre diviso milioni di italiani. C’è chi decide di cenare a casa e chi al ristorante, chi sceglie di stare in famiglia e chi con gli amici. E, per finire, ci sono i patiti dello zampone con le lenticchie e quelli che, invece, ne farebbero volentieri a meno. Per questi ultimi, una valida alternativa, per sfuggire alla tradizionale pietanza di fine anno, è stato un bel viaggio all’estero. La scelta non mancava. Si trattava solo di dover decidere come dire addio al 2017 e dare il benvenuto all’anno nuovo.

Per gli amanti della movida e il via vai della gente, il miglior modo per festeggiare il capodanno è  stato quello di addentrarsi per le strade di Leòn. La città iberica vanta, infatti, il maggior numero di bar per abitante della Spagna, di cui è stata eletta capitale gastronomica del 2018. Per chi invece era alla ricerca di un menù davvero anticonvenzionale, nessun problema;con undici ore di volo è stato possibile atterrare a San Paolo, in Brasile. La capitale carioca è stata, infatti, eletta capitale gastronomica iberoamericana per il 2018, un luogo ideale per gli amanti della cucina esotica. Non sono mancati coloro che hanno scelto di trascorrere la fine dell’anno andando a sciare in una delle tante località italiane o svizzere.

Pochi, con maggiori disponibilità economiche, hanno preso un volo per una splendida isoletta dei Caraibi o dell’est asiatico. Molti, infine, coloro  che non hanno voluto rinunciare al classico capodanno all’italiana decidendo di rinviare il viaggio per non mancare. a uno dei tanti importanti appuntamenti internazionali, culturali e sportivi, in programma nel 2018. Primo tra tutti l’inaugurazione del gran museo egizio de Il Cairo dove verranno esposti 100.000 reperti, e di questi 50.000 per la prima volta. Oppure fare visita all’antico monastero medievale di Gelati, dichiarato patrimonio dell’umanità dall’ UNESCO. Gli italiani, però, si sa, sono innanzitutto dei grandi tifosi di calcio e, quindi, non mancano coloro che hanno pensato di andare nella capitale della Russia, che, come è noto, ospiterà, per la prima volta nella sua storia. i mondiali di calcio 2018.

D’altronde, per gli amanti del calcio godersi i momenti del grande calcio internazionale potrebbe essere un buon modo per cancellare l’amarezza della mancata qualificazione della nazionale italiana per lasciarsi i brutti ricordi alle spalle e cominciare il nuovo anno con lo spirito giusto. Insomma, “il mondo è bello perché è vario”, c’è tanto da vedere e chiunque può trovare qualcosa di interessate. Il difficile è scegliere.

Leave a Reply

Scrivi alla Redazione

Siamo felici di valutare ogni tua segnalazione e pubblicare articoli che pensi possano essere di interesse pubblico

Per qualsiasi segnalazione scrivi a
[email protected]